Sicilia Economia - News di economia, turismo e agricoltura in Sicilia.

Nuovi consorzi di bonifica, via libera a statuto e regolamenti



“Approvati in giunta regionale lo statuto e il regolamento dei consorzi di bonifica della Sicilia occidentale e della Sicilia orientale”.
Lo annuncia l’assessore regionale all’Agricoltura e Pesca Mediterranea Antonello Cracolici.
  “ Dopo il via libera da parte della Commissione Attività Produttive dell’Ars e l’approvazione della proposta in giunta,  l’iter si concluderà con il decreto finale del Presidente della Regione che renderà finalmente operativa la legge di riordino dei consorzi di bonifica che prevede l’accorpamento dei consorzi da 11 a 2.
Si avvia finalmente a conclusione il complesso iter sulla riorganizzazione dei consorzi di bonifica in Sicilia che ha visto il  pieno coinvolgimento dei sindacati su ogni aspetto procedurale. La nuova riorganizzazione punta a mantenere tutti i livelli occupazionali, alla riduzione dei costi di gestione e ad una maggiore efficienza del servizio attraverso standard uniformi in tutto il territorio regionale. L’obiettivo finale sarà quello di un ritorno alla gestione democratica delle acque attraverso l’elezione diretta del Presidente e dei consigli di amministrazione dei consorzi – continua Cracolici.
Alla costituzione ufficiale dei nuovi consorzi seguirà un periodo di gestione transitoria affidato al Commissario straordinario che dovrà nominare i direttori generali entro 30 giorni, ed entro 60 dovrà effettuare una ricognizione della situazione patrimoniale, economica e finanziaria.” 
 
Effettuata la ricognizione il Commissario straordinario, avvalendosi della struttura amministrativa del Consorzio, dovrà predisporre un piano di riorganizzazione funzionale e finanziario. Laddove la massa passiva risulti di entità tali da non poter essere estinta con il solo gettito della contribuenza consortile o da altre entrate, il Commissario dovrà trasmettere all’Assessore regionale all’ Agricoltura, una dettagliata relazione sugli esiti delle verifiche e degli accertamenti operati e sull’ipotesi di piano formulato. A quel punto l’Assessore al ramo dovrà sottopone alla Giunta regionale un programma di intervento finanziario e normativo per il relativo ripianamento.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ambiente

2 min

In arrivo l’ultima tranche dei 6,5 milioni di euro destinati ai Comuni per dotarsi dei piani energetici. È una delle iniziative rese note nell’ambito della quarta edizione dei “Green Salina energy days”, che si concluderà oggi. L’assessore regionale all’Energia, Daniela Baglieri, e il direttore generale del dipartimento Energia, Antonio Martini, hanno incontrato i sindaci dei […]

1 min

“La Tari, in base al nuovo piano economico finanziario, aumenterà per gli anni 2021-2023. Si dovranno pagare 21 milioni di euro che saranno equamente distribuiti nei tre anni. Per le famiglie è previsto un aumento di 30 euro”. Lo ha detto Girolamo Caruso, presidente della Rap, l’azienda che gestisce la raccolta dei rifiuti nel capoluogo […]

2 min

Completata la Rete regionale di monitoraggio della qualità dell’aria in Sicilia e il relativo Programma di valutazione che, attraverso 53 stazioni di rilevamento su tutto il territorio regionale, fornirà un’informazione completa sui livelli di inquinamento. Un intervento voluto dal governo Musumeci e realizzato attraverso Arpa Sicilia, che consente di superare definitivamente la procedura di infrazione europea e porre fine alla gestione […]

2 min

Si è svolta oggi – via webinar – la cerimonia di premiazione dell’ottava edizione di “Vai col Vento!”, il progetto formativo promosso da Erg con la collaborazione di Ancitel Energia Ambiente, sui temi legati alla produzione di energia da fonti rinnovabili e sostenibilità che ha coinvolto 201 classi di 59 scuole secondarie di primo grado […]

3 min

Alla Sicilia mancano 35 impianti per i rifiuti. A renderlo noto è CONAI, che nel suo studio Per uno sviluppo della raccolta differenziata nel Centro-Sud stima – per la prima volta in Italia – il fabbisogno impiantistico delle Regioni del Mezzogiorno in vista degli obiettivi di riciclo chiesti dall’Unione Europea al 2030. L’investimento necessario in […]