Sicilia Economia - News di economia, turismo e agricoltura in Sicilia.

Open Fiber, a Trapani la fibra in 12mila unità immobiliari



È già disponibile in città la fibra ottica targata Open Fiber: sono infatti oltre 12mila le unità immobiliari di Trapani pronte a navigare sul web beneficiando di una velocità di connessione fino a 1 Gigabit per secondo. A pochi mesi dall’avvio dei cantieri è stata infatti aperta la commercializzazione dei servizi in fibra ultraveloce in diverse zone della città, le prime interessate dai lavori partiti nella scorsa estate. L’obiettivo di Open Fiber è infatti raggiungere 23mila tra case, negozi e uffici inclusi nel piano di cablaggio in modalità FTTH (Fiber To The Home, fibra fino a casa).

Open Fiber è un operatore wholesale only, non vende perciò servizi al cliente finale ma è attiva esclusivamente nel mercato all’ingrosso offrendo l’accesso a tutti gli operatori interessati. I principali operatori partner di Open Fiber, insieme a Internet service provider locali, stanno già commercializzando servizi sulla rete ultraveloce realizzata nel comune di Trapani: i cittadini interessati non devono far altro che verificare la copertura del proprio indirizzo sul sito openfiber.it, contattare uno degli operatori disponibili e scegliere il piano tariffario preferito per iniziare a navigare ad altissima velocità.

Open Fiber: investimento di 8 milioni a Trapani

Grazie a un investimento diretto di circa 8 milioni di euro, Open Fiber a Trapani sta per completare una infrastruttura di telecomunicazioni a banda ultralarga estesa per 126 chilometri: una nuova rete all’avanguardia in grado di abilitare una connessione sicura, ultraveloce e “a prova di futuro”. Con l’apertura della vendibilità Trapani raggiunge le altre città siciliane già coperte da Open Fiber con fondi propri: Palermo, Catania, Messina, Agrigento, Bagheria, Caltanissetta, Gela, Ragusa, Siracusa e Vittoria.

I lavori procedono velocemente anche grazie alla collaborazione del Comune di Trapani, un proficuo rapporto evidenziato dalla convenzione stipulata tra l’ente pubblico governato dal sindaco Giacomo Tranchida e la società diretta dall’amministratore delegato Elisabetta Ripa.

“La centralità del progetto Open Fiber per lo sviluppo digitale di Trapani – afferma l’assessore ai lavori pubblici Dario Safina – ci è stato ben chiaro fin dal primo contatto con questa realtà imprenditoriale. La pandemia ha poi fatto il resto, accelerando in maniera imprevista un cambiamento già in atto divenuto così imprescindibile. È perciò fondamentale che, a pochi mesi dall’avvio dei cantieri, una buona fetta della popolazione possa già usufruire di servizi digitali all’avanguardia. Per quanto riguarda il Comune di Trapani, esente da qualsiasi esborso grazie a un’opera a investimento interamente privato, continueremo a dialogare con Open Fiber per armonizzare l’intervento e ridurre al massimo i disagi per la popolazione. Siamo del resto certi di trovare nei nostri concittadini pazienza ma soprattutto consapevolezza: quella tecnologica è una sfida che Trapani e i trapanesi stanno vincendo per il bene della città”.

La fibra ultraveloce di Open Fiber è un asset strategico per la crescita dei territori urbani, poiché sviluppa connettività e servizi digitali, leve principali della produttività per affrontare le sfide economiche e sociali di oggi e dei prossimi anni. I servizi abilitati dalla banda ultra larga sono numerosi e si estendono ad ambiti come lo smart working, la didattica a distanza, l’Internet of Things, l’e-health, il cloud computing, lo streaming online di contenuti in HD, l’accesso ai servizi avanzati della Pubblica Amministrazione, applicazioni Smart City come la mobilità sostenibile, il controllo elettronico degli accessi, il monitoraggio ambientale, la gestione dell’illuminazione pubblica e la digitalizzazione dei servizi per il turismo.

Open Fiber ricorda inoltre che il cablaggio degli edifici è gratuito e ad uso del condominio, con i conseguenti vantaggi in termini di valutazione economica dell’immobile e appetibilità commerciale garantiti dalla presenza di una connettività a banda ultra larga.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ambiente

2 min

Nel corso del 2020, attraverso i suo impianti, Siciliacque è riuscita a produrre circa 5.500.000 Kwh di energia elettrica da fonti rinnovabili (in particolare idroelettrico e solare), riducendo così l’impatto sull’ambiente e minimizzando i consumi nella gestione del ciclo dell’acqua. È questo uno dei principali dati contenuti nel bilancio di sostenibilità di Siciliacque, approvato ieri […]

2 min

In arrivo l’ultima tranche dei 6,5 milioni di euro destinati ai Comuni per dotarsi dei piani energetici. È una delle iniziative rese note nell’ambito della quarta edizione dei “Green Salina energy days”, che si concluderà oggi. L’assessore regionale all’Energia, Daniela Baglieri, e il direttore generale del dipartimento Energia, Antonio Martini, hanno incontrato i sindaci dei […]

1 min

“La Tari, in base al nuovo piano economico finanziario, aumenterà per gli anni 2021-2023. Si dovranno pagare 21 milioni di euro che saranno equamente distribuiti nei tre anni. Per le famiglie è previsto un aumento di 30 euro”. Lo ha detto Girolamo Caruso, presidente della Rap, l’azienda che gestisce la raccolta dei rifiuti nel capoluogo […]

2 min

Completata la Rete regionale di monitoraggio della qualità dell’aria in Sicilia e il relativo Programma di valutazione che, attraverso 53 stazioni di rilevamento su tutto il territorio regionale, fornirà un’informazione completa sui livelli di inquinamento. Un intervento voluto dal governo Musumeci e realizzato attraverso Arpa Sicilia, che consente di superare definitivamente la procedura di infrazione europea e porre fine alla gestione […]

2 min

Si è svolta oggi – via webinar – la cerimonia di premiazione dell’ottava edizione di “Vai col Vento!”, il progetto formativo promosso da Erg con la collaborazione di Ancitel Energia Ambiente, sui temi legati alla produzione di energia da fonti rinnovabili e sostenibilità che ha coinvolto 201 classi di 59 scuole secondarie di primo grado […]