Sicilia Economia - News di economia, turismo e agricoltura in Sicilia.

Settebrando e Ottobrando, Ucria e Floresta fanno rete



Si concentrano le energie e per la prima volta, sui Nebrodi, i comuni iniziano a far rete. Si comincia da Floresta, in provincia di Messina, con Ottobrando: quattro weekend di ottobre, a partire dal 7, all’insegna del buon cibo.

Ma si anticipa ad Ucria con Settebrando, la manifestazione che fino a qualche tempo fa aveva come unico tema la nocciola dei Nebrodi. L’idea di base  è quella di unirsi per creare continuità, senso di appartenenza ad un territorio, che non può più presentarsi frastagliato.  “Le nostre sagre non saranno più isole del gusto, ma inizieremo a creare continuità”,  ha affermato il sindaco di Ucria Vincenzo Crisà, alla conferenza stampa di presentazione, che si è svolta a Palermo. Stop dunque alle sagre mordi e fuggi, alle piccole energie che si dissipano e che non consentono di offrire pacchetti enoturistici in grado di attrarre visitatori e appassionati gourmet.

Nel mese di ottobre,  per quattro fine settimana, saranno dunque  in programma sagre che celebreranno di volta in volta un diverso prodotto tipico locale con degustazioni, animazione, musica e stand. “C’è l’urgenza di fare rete, di aggregare le aziende più rappresentative nella produzione dei prodotti di qualità dei Nebrodi, dalla provola alle nocciole, dai funghi al suino nero –ha affermato il presidente del Gal Nebrodi Plus, Francesco Calanna -.Metterci insieme e condividere progetti di marketing territoriale – ha continuato – è ciò che dobbiamo fare per  offrire a chi viene la possibilità di vivere un’ esperienziale inimitabile: è questo il nostro obiettivo”.

La manifestazione Ottobrando, presentata dal sindaco di Floresta, Antonino Cappadona,  sarà l’occasione ideale per immergersi nel territorio e scoprirne l’essenza. Nel centro storico cittadino sarà allestito un percorso espositivo con prodotti tipici, artigianato, manufatti artistici, un mercato per collezionisti, ma non mancheranno i momenti di intrattenimento per bambini e per adulti. Il via domenica 7 con la sagra dei “fasola a crucchittu”, sabato 14 la sagra del suino nero dei Nebrodi, domenica 21 la sagra dei funghi ed infine sabato 27 e domenica 28 la sagra della provola. Nel corso della kermesse, inoltre, sono in programma convegni sullo sviluppo rurale e sulle potenzialità di un territorio, ancora poco esplorate.

Ogni anno la manifestazione porta circa 60 mila presenze nell’arco di un mese. Non poco per l’economia locale. I circa 100 posti letto di Floresta si riempiono e la stessa cosa accade per i comuni limitrofi. Si tratta di un volume economico importante per gli oltre cento produttori del territorio che hanno così l’occasione di promuovere e vendere i loro prodotti tipici, frutto di una tradizione agricola antichissima, sia per le tecniche adoperate sia per il valore storico e territoriale di appartenenza. “Il cibo – ha affermato il sindaco Cappadonia – può essere considerato vero e proprio ambasciatore della cultura materiale di un luogo e, grazie al contenuto simbolico, artistico-manuale a alla ritualità, può svolgere un ruolo significativo nella trasmissione della cultura del territorio e nella sua valorizzazione”.

Inizia dunque il conto alla rovescia per Ottobrando a Floresta, piccolo paese di appena 500 abitanti, il più alto comune siciliano a 1275 metri sul livello del mare, che si appresta a divenire una vetrina e baricentro di aggregazione agricola, economica e turistica. 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ambiente

2 min

C’è ancora tanto da fare in Sicilia in tema di gestione e depurazione delle acque refluee urbane con una gestione contrassegnata dal caos frutto “di una infelice combinazione di incapacità politica e disorganizzazione tecnica”. E’ quello che scrive la commissione nazionale ecomafie nel rapporto finale sulla situazione in Sicilia. La commissione, guidata dal presidente Stefano […]

1 min

Il governo Musumeci, su proposta dell’assessore regionale al Territorio e all’Ambiente, nell’ultima seduta di giunta ha approvato il Paf (Prioritized Action Framework), il Piano delle azioni prioritarie per la Rete Natura 2000 siciliana. Questo importante traguardo permetterà alla Regione Siciliana di garantire ogni investimento utile alla tutela e alla valorizzazione del capitale naturale regionale. L’approvazione […]

2 min

Si è insediato ieri il tavolo tecnico presieduto dall’assessore regionale per il Territorio e l’ambiente, Toto Cordaro, per definire la strategia regionale per lo sviluppo sostenibile “La Sicilia Sostenibile”, in linea con gli obiettivi di Agenda 2030. Al tavolo hanno partecipato i rappresentanti dei dipartimenti in capo agli assessorati della Regione Siciliana ed esperti esterni […]

4 min

L’aria siciliana migliora in termini di qualità e il mare è complessivamente in buona salute. È quanto emerge dai dati contenuti nell’Annuario dei dati ambientali 2021, elaborato dall’Arpa, Agenzia regionale per la protezione dell’ambiente. «L’annuario – spiega l’assessore regionale all’Ambiente, Toto Cordaro – raccoglie e rielabora in 175 pagine i dati ambientali siciliani di norma riferiti […]