Sicilia Economia - News di economia, turismo e agricoltura in Sicilia.

Anno giudiziario, Lo Voi: “A Palermo voglia di corruzione e di mafia”



Palermo – A Palermo c’è voglia di corruzione che fa il paio con la voglia di mafia. Le parole, dure come le pietre, sono del procuratore di Palermo Francesco Lo Voi e sono state pronunciate nel corso dell’inaugurazione dell’anno giudiziario nell’aula magna della Corte d’appello del Tribunale di Palermo.

Parole forti che riportano la città ai periodi bui, ad anni che sembravano tramontati per sempre. E che invece sono tornati e li ritroviamo nei passi felpati di certi burocrati pubblici che trovano conveniente farsi corrompere e non si chiedono nemmeno se dietro il corruttore vi sia un’impresa mafiosa. Sanno di poter godere dell’impunità, quella garantita dalla prescrizione che, in assenza di reati di mafia, corre veloce e aiuta i criminali.

La mafia non usa come un tempo la violenza per intimidire ma usa la corruzione approfittando anche della disponibilità da parte dei funzionari pubblici che in questo sistema vedono per loro una indiscutibile convenienza: “Questi soggetti esterni – dice Lo Voi – vedono un loro tornaconto. E e indagini sulla corruzione e dunque sulla mafia sono sempre più difficili perché scompare il soggetto interessato a denunciare”. Nessuno a questo punto sembra interessato a denunciare: non per paura ma per convenienza.

“Resta solo la sensazione – dice Lo Voi – di avere solo scalfito il muro. Duole riscontrare come a differenza che con la mafia sia ancora in fasce una maura coscienza anticorruzione. Spesso in questi casi si tende a minimizzare, con una sottovalutazione basata su una sorta di giustificazionismo. Bisogna pensare a un provvedimento che spezzi l’asse mafia-corruzione, prevedendo meccanismi premiali per chi denuncia: la punizione di tutti i soggetti indistintamente non aiuta”.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ambiente

2 min

Nel corso del 2020, attraverso i suo impianti, Siciliacque è riuscita a produrre circa 5.500.000 Kwh di energia elettrica da fonti rinnovabili (in particolare idroelettrico e solare), riducendo così l’impatto sull’ambiente e minimizzando i consumi nella gestione del ciclo dell’acqua. È questo uno dei principali dati contenuti nel bilancio di sostenibilità di Siciliacque, approvato ieri […]

2 min

In arrivo l’ultima tranche dei 6,5 milioni di euro destinati ai Comuni per dotarsi dei piani energetici. È una delle iniziative rese note nell’ambito della quarta edizione dei “Green Salina energy days”, che si concluderà oggi. L’assessore regionale all’Energia, Daniela Baglieri, e il direttore generale del dipartimento Energia, Antonio Martini, hanno incontrato i sindaci dei […]

1 min

“La Tari, in base al nuovo piano economico finanziario, aumenterà per gli anni 2021-2023. Si dovranno pagare 21 milioni di euro che saranno equamente distribuiti nei tre anni. Per le famiglie è previsto un aumento di 30 euro”. Lo ha detto Girolamo Caruso, presidente della Rap, l’azienda che gestisce la raccolta dei rifiuti nel capoluogo […]

2 min

Completata la Rete regionale di monitoraggio della qualità dell’aria in Sicilia e il relativo Programma di valutazione che, attraverso 53 stazioni di rilevamento su tutto il territorio regionale, fornirà un’informazione completa sui livelli di inquinamento. Un intervento voluto dal governo Musumeci e realizzato attraverso Arpa Sicilia, che consente di superare definitivamente la procedura di infrazione europea e porre fine alla gestione […]

2 min

Si è svolta oggi – via webinar – la cerimonia di premiazione dell’ottava edizione di “Vai col Vento!”, il progetto formativo promosso da Erg con la collaborazione di Ancitel Energia Ambiente, sui temi legati alla produzione di energia da fonti rinnovabili e sostenibilità che ha coinvolto 201 classi di 59 scuole secondarie di primo grado […]