venerdì, Novembre 27
Shadow

Economia Sicilia

Economia Sicilia: le storie di impresa, l’evoluzione del sistema economico, i dati, la congiuntura siciliana, le eccellenze siciliane

Sicilia: contratti swap, match Regione-banche. Oggi a Palermo decide il giudice

Sicilia: contratti swap, match Regione-banche. Oggi a Palermo decide il giudice

Economia Sicilia
Sarà un pronunciamento 'spartiacque' quello previsto domani da parte del Tribunale di Palermo, che deciderà sul contenzioso aperto dalla Regione siciliana con cinque gruppi bancari (Nomura, Merril Lynch, Bnl, Deutsche Bank e Unicredit) su altrettanti contratti derivati stipulati, all'inizio degli anni Duemila, a copertura di mutui, per un valore nozionale iniziale di circa 1 miliardo di euro, con perdite stimate di oltre 300 milioni. Ma in ballo in realtà c'è "un intero sistema", quello costruito sui rapporti tra enti pubblici e banche, operazioni concordate all'inizio del secondo millennio e che hanno comportato notevoli perdite per le casse pubbliche, perché in alcuni casi costruiti con artifizi finanziari che hanno comportato costi occulti da milioni di euro ed esposto gli enti pubblici...
Commercio, a Partinico apre nuovo store MD in franchising

Commercio, a Partinico apre nuovo store MD in franchising

Economia Sicilia
Partinico (PA), Dossobuono (VR) e Settimo San Pietro (CA): sono le tre località in cui domani, giovedì 26 novembre, aprono tre nuovi store a insegna MD frutto di accordi di franchising con tre imprenditori locali.   Con metrature di circa 1.000 mq, parcheggio da un minimo di 30 a 80 posti auto, banchi serviti, tra cui a Settimo San Pietro anche la pescheria, laboratori a vista, oltre 2000 referenze a marchio tra food (80% circa) e non food, i tre nuovi store replicano in queste località il format proposto dalla catena MD, una delle più dinamiche di questi ultimi anni.   Format che si dimostra vincente per i franchisee dell’insegna, che spesso dopo il primo punto vendita ne aprono altri, e sempre più attrattivo per nuovi imprenditori.   Ad aprire a Partinico...
Aiuti a cinema e teatri, pubblicato dalla Regione avviso da cinque milioni di euro

Aiuti a cinema e teatri, pubblicato dalla Regione avviso da cinque milioni di euro

Economia Sicilia
Cinque milioni di euro per sopperire alla perdita di incassi al botteghino o per la riduzione dei ricavi al netto di contributi da enti pubblici. E’ stato firmato dall’assessore regionale del Turismo, dello Sport e dello Spettacolo della Regione Siciliana, Manlio Messina, e pubblicato oggi l’avviso pubblico che disciplina le modalità di erogazione delle somme. Sono ammessi a partecipare i gestori di sale cinematografiche (Ateco primario 59.14) e i gestori sale teatrali (Ateco primario 90.04), gli enti pubblici e privati, associazioni, cooperative, fondazioni ed imprese operanti nel settore dello spettacolo dal vivo relativamente ai mancati incassi da botteghino (teatro, lirica, rivista e commedia musicale, balletto, burattini e marionette, arte varia e circo, attività musicale classica,...
Incentivi alle imprese, attuazione dello Statuto: 37 milioni alle aziende artigiane

Incentivi alle imprese, attuazione dello Statuto: 37 milioni alle aziende artigiane

Economia Sicilia
Su proposta del presidente Giuseppe Conte e del ministro per gli Affari regionali e le autonomie Francesco Boccia, il Consiglio dei ministri ha approvato il decreto legislativo di attuazione dello Statuto della Regione Siciliana che dispone il trasferimento di funzioni in materia di industria e artigianato. Un merito che il Movimento Cinque Stelle rivendica con forza. Basta leggere i numerosi comunicati stampa. Eccone uno.“Una grossa boccata di ossigeno  per le imprese siciliane e la prova che il duro lavoro e la determinazione pagano sempre” dicono le  deputate regionali del M5S, componenti della commissione Attività produttive dell’Ars, Jose Marano e Valentina Zafarana, a commento dell’ok arrivato in Consiglio dei Ministri allo schema di decreto che sblocca per le imprese siciliane 37 mi...
Covid-19, Distretto Meccatronica accusa: dove sono finiti i soldi destinati alle imprese?

Covid-19, Distretto Meccatronica accusa: dove sono finiti i soldi destinati alle imprese?

Economia Sicilia
Dove sono finiti i fondi per la riconversione anti-Covid delle aziende siciliane? Perché tra le risorse comunitarie riprogrammate qualche giorno fa dalla Regione siciliana non ci sono i 40 milioni previsti dalla legge finanziaria a sostegno della riconversione? Devono ancora essere riprogrammati o sono stati  utilizzati per altri scopi? A porsi questi interrogativi sono le imprese del Distretto produttivo Meccatronica, che lanciano un appello al governo Musumeci per fare chiarezza sul destino della norma di legge, approvata dall’Assemblea regionale lo scorso maggio, e non ancora applicata. La norma crea un fondo, in capo all’Irfis, di 40 milioni di euro dell’art. 5 Comma 12, risorse da destinare a fondo perduto alle aziende che nel pieno della pandemia da Covid-19 invece di chiudere e met...
Olio, Manfredi Barbera: quantità in calo ma qualità eccellente

Olio, Manfredi Barbera: quantità in calo ma qualità eccellente

Agricoltura, Economia Sicilia
Una produzione inferiore alle attese, con notevoli differenze fra un territorio e l’altro, ma con una qualità in generale più che eccellente, anche grazie a un andamento climatico caratterizzato da poca umidità e temperature stabilmente più alte rispetto alla media. Questa, in sintesi, la previsione sulla campagna olearia 2020 in Sicilia che stima una leggera flessione sulla produzione delle olive nell’isola ma che, soprattutto per gli aspetti fitosanitari e di integrità del frutto, sembra accreditare una buona qualità diffusa ma con aree di eccellenza più che significative, soprattutto per alcuni territori e alcune cultivar. L’azienda Barbera guarda alla nuova produzione con grande fiducia, nel rispetto degli standard qualitativi degli oli extra vergine d’oliva prodotti e commercializz...
Olio di oliva, Ismea: meno 30% produzione 2020/21, in Sicilia calo del 15%

Olio di oliva, Ismea: meno 30% produzione 2020/21, in Sicilia calo del 15%

Economia Sicilia
Calo della produzione di olio d'oliva. I primi dati sulla raccolta di olive indicano un peggioramento del quadro produttivo delineato in via preliminare a settembre. Secondo l’aggiornamento previsionale elaborato dall’Ismea e Unaprol, la produzione della campagna 2020 - 21 dovrebbe attestarsi a 255 mila tonnellate, con una riduzione del 30% sullo scorso anno. A condizionare la raccolta è soprattutto l'alternanza tra anno di carica e anno di scarica al Sud, dove Puglia, Calabria e Sicilia fanno registrare contrazioni rispettivamente del 43%, 38% e 15%. Al Centro Nord si confermano, invece, le previsioni piuttosto rosee di inizio autunno con incrementi del 31% in Toscana, 8% nel Lazio, 70% in Umbria e del 100% in Liguria, dopo gli scarsi livelli dello scorso anno. In generale, comu...
Irfis, Fondo Sicilia: ecco le misure per le imprese danneggiate dal Covid19

Irfis, Fondo Sicilia: ecco le misure per le imprese danneggiate dal Covid19

Economia Sicilia
Degli oltre 84.000.000 di euro del Fondo Sicilia, Il fondo istituito nel febbraio 2019 grazie all’acquisizione da parte della Regione di risorse del Ministero per l’Industria, un importo significativo è già stato assegnato. L’impiego del fondo è stato fortemente voluto sin dal suo insediamento dal Governo Musumeci ed ottenuto attraverso una complessa trattativa con il MISE condotta dall’Assessore all’Economia, Gaetano Armao. Dopo circa 18 anni di stallo operativo, nel dicembre dello scorso anno, lo stanziamento di tali risorse a favore delle attività produttive siciliane ha quindi avuto concreto avvio operativo grazie ad una convenzione stipulata tra la Regione Siciliana ed IRFIS FinSicilia. A marzo scorso a valere sul Fondo Sicilia è stata inoltre varata dal Governo Musumeci la Misura...
Coronavirus, Bankitalia: il tracollo dell’economia siciliana

Coronavirus, Bankitalia: il tracollo dell’economia siciliana

Economia Sicilia
Nei primi nove mesi del 2020 l’economia siciliana ha risentito delle conseguenze della crisi pandemica e delle misure di contenimento del contagio. In particolare, i ricavi delle imprese si sono ridotti, in misura molto intensa per una quota rilevante degli operatori, e i risultati reddituali attesi per l’esercizio corrente sono nettamente peggiori rispetto a quelli dell’anno scorso. E’ quanto emerge dal report di Banca d’Italia. Dopo la drastica contrazione avvenuta in concomitanza con il lockdown, nei mesi estivi l’attività delle imprese ha registrato un recupero solo parziale: ad agosto i ricavi risultavano ancora inferiori rispetto a dodici mesi prima per quasi la metà delle aziende, erano superiori per circa un’impresa su cinque. Il clima di diffusa incertezza condiziona le a...
South Worker, Svimez: 45mila lavoratori in smart working dal Sud

South Worker, Svimez: 45mila lavoratori in smart working dal Sud

Economia Sicilia
Sono quarantacinquemila gli addetti che dall’inizio della pandemia lavorano in smart working dal Sud per le grandi imprese del centro-nord. Questi i primi risultati di una indagine sul southworking, realizzata da Datamining per conto della SVIMEZ su 150 grandi imprese, con oltre 250 addetti, che operano nelle diverse aree del Centro Nord nei settori manifatturiero e dei servizi. Dati contenuti nel Rapporto Svimez 2020, che sarà presentato il prossimo martedì 24 novembre. Una cifra quella dei quarantacinquemila lavoratori che equivale a 100 treni Alta Velocità riempiti esclusivamente da quanti tornano dal Centro Nord al Sud. Il dato potrebbe essere solo la punta di un iceberg. Se teniamo conto anche delle imprese piccole e medie (oltre 10 addetti) molto più difficili da rilevare, si sti...
Covid-19, per le imprese siciliane minore crescita di 4 miliardi

Covid-19, per le imprese siciliane minore crescita di 4 miliardi

Economia Sicilia
La Regione Siciliana intervenga con il Governo nazionale affinché venga previsto nella prossima legge di Bilancio, un nuovo contributo a fondo perduto per le imprese. È però necessario superare la logica dei singoli interventi legati a specifiche attività individuate dai codici Ateco. È questa la richiesta di Confartigianato Sicilia al Governo Musumeci. “Chiediamo alla Regione – dicono i vertici della federazione regionale – di farsi interprete delle nostre istanze, facendole proprie, nelle varie sedi di confronto e di interlocuzioni con il Governo, Conferenza Stato Regioni, incontri con i vari ministri e con il Primo Ministro”. “Tale nuovo contributo dovrebbe basarsi su tre principali criteri. Innanzitutto è necessario nel provvedimento scegliere con cura i destinatari – spiegano Giuse...
MD apre a Villabate il novantaduesimo supermercato in Sicilia

MD apre a Villabate il novantaduesimo supermercato in Sicilia

Economia Sicilia
Continua l’avanzata del secondo gruppo nel settore dei discount in Italia. MD, con sede a Gricignano di Aversa, in provincia di Caserta, nacque nel 1995 dall’estro imprenditoriale del cavaliere Patrizio Podini, che da Bolzano decise di investire nel sud del Paese, inaugurando in pochissimi anni numerosi punti vendita, presidiando strategicamente proprio quel Mezzogiorno d’Italia che i grandi marchi sottostimavano. Dopo aver aperto in Campania e Puglia, l’azienda ha avviato un piano di investimenti importante sul territorio siciliano, dove nel 2009 inaugurò a Dittaino il centro di distribuzione per la fornitura dei punti vendita di Sicilia e Calabria. Da allora di strada ne è stata fatta davvero tanta. A Villabate è avvenuta l’inaugurazione del novantaduesimo punto vendita siciliano. ...
Pmi alimentari, Confindustria Catania: “Aiuti anche alle imprese escluse da Ristori”

Pmi alimentari, Confindustria Catania: “Aiuti anche alle imprese escluse da Ristori”

Economia Sicilia
Piccole e grandi imprese a confronto per fare il punto sulle criticità che vive il settore alimentare ma anche per indicare idee e proposte per superare la grave crisi che sta colpendo il mondo produttivo dopo i provvedimenti anti Covid. A promuoverlo, ieri, è stata la sezione Alimentari di Confindustria Catania, guidata da Maria Cristina Busi, che ha riunito on line anche le imprese non aderenti al sistema associativo. Ad emergere con forza è stato il grido di allarme delle piccole realtà produttive che, nonostante il crollo dei fatturati, sono rimaste escluse da qualsiasi tipo di ristoro economico. “I nuovi Dpcm non ci obbligano a chiudere - lamentano gli imprenditori - ma siamo costretti a rimanere inattivi per la mancanza di commesse, mentre continuiamo a sopportare costi ...
Irsap spende soldi solo per gli avvocati. Attiva Sicilia: “Ormai è allo sbando”

Irsap spende soldi solo per gli avvocati. Attiva Sicilia: “Ormai è allo sbando”

Economia Sicilia
Aumentano i fondi stanziati per i contenziosi mentre sono azzerati quelli da destinare agli organi di gestione. E' il paradosso dell’Irsap, l’Istituto regionale per le attività produttive, che con una determina ha appena deciso di stanziare ulteriori 50 mila euro per le spese per liti e contenziosi che, aggiunti a quanto già impegnato per la stessa destinazione, portano lo stanziamento previsto per il 2020 a 400.000 euro. A denunciarlo è il gruppo all’Ars di Attiva Sicilia che evidenzia come questa determina sia stata adottata senza il parere del Collegio dei revisori. “L’azzeramento dei fondi per gli organi di gestione dell'Irsap – spiega Angela Foti, vicepresidente dell’Ars e componente del gruppo di Attiva Sicilia – dimostra che non c’è alcuna intenzione di nominare il commissario st...
Webuild cresce nei grandi cantieri del Sud Italia

Webuild cresce nei grandi cantieri del Sud Italia

Economia Sicilia
La storia delle 5mila imprese che compongono la filiera delle infrastrutture complesse che il Gruppo Webuild sta costruendo in Italia è anche una storia di territori. Trentino Alto Adige e Sicilia, Campania e Lombardia, Nord e Sud a unire la Penisola attraverso 5 grandi opere. Al Nord la Galleria di Base del Brennero, il Terzo Valico dei Giovi, la linea M4 di Milano; al Sud l’alta velocità tra Napoli e Bari ed il raddoppio della linea ferroviaria Catania Palermo. A dare il loro sostegno alla costruzione di queste opere 3.505 imprese provenienti dal Nord del paese; 677 dal Centro e 665 dal Sud. In totale 4.847 imprese (tra fornitori e subfornitori, che diventano 4.921 se si considerano anche le aziende straniere) della filiera Webuild impegnate a consegnare al paese infrastrutture mod...
Just Eat annuncia: dal 2021 i rider verranno assunti con contratti di lavoro dipendente

Just Eat annuncia: dal 2021 i rider verranno assunti con contratti di lavoro dipendente

Economia Sicilia
Just Eat (www.justeat.it), parte di Just Eat Takeaway.com, leader nel mercato della consegna di cibo a domicilio, annuncia l’arrivo in Italia nel 2021 di “Scoober”, il modello di delivery già attivo in alcuni dei paesi del gruppo, e in linea con la strategia europea, che inquadra i rider come lavoratori dipendenti, consentendo loro di avere più vantaggi e tutele e conservando la flessibilità e la possibilità di operare combinando studio e altre attività. Tutti i rider “Scoober” saranno lavoratori dipendenti e quindi completamente tutelati e assicurati. Una decisione che si inserisce in un percorso virtuoso che l’azienda sta seguendo da anni, volto a far crescere ed evolvere il mercato e a costruire un sistema sempre più al passo con le esigenze e le peculiarità del settore, migliorando ...
Palermo, Rinascente non chiude: contratto rinnovato per altri 9 anni

Palermo, Rinascente non chiude: contratto rinnovato per altri 9 anni

Economia Sicilia
Dopo mesi di dure e serrate trattative, Rinascente SPA e Fabrica Immobiliare SGR hanno raggiunto un accordo: per i prossimi 9 anni Rinascente rimarrà a Palermo: 4700 metri quadri, 5 piani, oltre 100 collaboratori, tutto il meglio della moda donna e uomo, una food hall unica con vista a 360 gradi sulla città. "Rinascente continuerà quindi a sviluppare il proprio business, offrendo a tutti i visitatori un’esperienza unica, ispirata dalla visione: per la città, con la città, nella città. Rinascente ha compiuto molteplici sforzi per arrivare a questa positiva conclusione; abbiamo sempre mantenuto una forte focalizzazione sui lavoratori oltre agli aspetti economici. Siamo felici, soprattutto per questo" si legge in un comunicato dell'azienda. Determinante è stato l’apporto - in termini d...
Sicilia: nasce Edgemony, hub tech per formare, attrarre e trattenere i talenti digitali

Sicilia: nasce Edgemony, hub tech per formare, attrarre e trattenere i talenti digitali

Economia Sicilia
Più che una startup, si ripromette di essere un motore di impatto sul territorio, inseguendo la visione di far diventare Palermo un Hub Tecnologico perfettamente integrato in un ecosistema di aziende globali, sul modello di Lisbona e Barcellona. Ed invertire, in questo modo, i “flussi migratori del talento”, formando, attraendo e trattenendo professionisti in Sicilia. Edgemony è un po’ scuola di formazione digitale di alto livello, un po’ un “facilitatore” per la costruzione di team tech da remoto: in sostanza cerca talenti, li forma e li aiuta a lavorare in aziende globali; e lo fa trattenendoli in Sicilia. Marco Imperato e Daniele Rotolo, i due fondatori, hanno maturato una lunga esperienza in Italia e all’estero, prima di decidere di rientrare sull’isola e dedicarsi al progetto insie...
Coronavirus, la richiesta delle imprese: “La Sicilia sia zona gialla”

Coronavirus, la richiesta delle imprese: “La Sicilia sia zona gialla”

Economia Sicilia
“La Sicilia sia dichiarata zona gialla”. È un coro all’unisono quello che parte dalle associazioni datoriali Sicindustria, Confindustria Catania, Confindustria Siracusa, Confcommercio Sicilia, Confesercenti Sicilia, Confapi Sicilia, Legacoop, Confcooperative, Unci, Agci, Unicoop Sicilia, Ance Sicilia, CNA Sicilia, Conflavoro PMI Sicilia, Assoimopresa, Confagricoltura. Le organizzazioni, riunite tutte insieme, rivolgono un appello al Governo nazionale e alla Regione Siciliana in testa ma anche a tutti gli enti e le istituzioni della Sanità, e a tutti gli organismi attori dello sviluppo: “In un momento drammatico come quello che le nostre imprese stanno vivendo, occorre senso di responsabilità fuori dai giochi di appartenenza politica. Vengano messe in campo tutte le procedure e tutte le...
Bilancio regionale, Armao all’attacco: “Diffondono fake news, li denuncio”

Bilancio regionale, Armao all’attacco: “Diffondono fake news, li denuncio”

Economia Sicilia
"Circolano sul web da un sito, peraltro con il ricorso allo pseudonimo, informazioni false e destituite di ogni fondamento sui dati di bilancio propalando grave allarme sociale". E' l'attacco di una nota, apparentemente molto tranquilla ma in verità abbastanza velenosa, diffusa dall'assessorato all'Economia retto da Gaetano Armao che sviluppa un lungo ragionamento per dimostrare quali e quanti danni possono derivare da quella che definisce fake news: "Si tratta di informazioni scritte da persona priva delle elementari cognizioni in materia di contabilità, che peraltro riferiscono vicende mai avvenute a partire da quelle che riguarderebbero anche la Corte dei conti - scrive Armao -. Va premesso che l’intero impianto della Legge di Stabilità regionale (l.r. n. 9 del 2020), da tempo in esecuz...