Sicilia Economia - News di economia, turismo e agricoltura in Sicilia.

Antiriciclaggio, l’Ue punta a vietare i pagamenti in contanti oltre 10 mila euro



“I pagamenti in contanti di grandi dimensioni rappresentano per i criminali un modo semplice per riciclare denaro, poiché è molto difficile rilevare le transazioni” e per questo “la Commissione ha proposto un limite di 10 mila euro a livello Ue per i pagamenti in contanti di importo elevato”.

pagamenti in contanti

È quanto si legge nel documento Ue sul pacchetto di proposte anti-riciclaggio adottato dal Collegio dei commissari. “Questo limite a livello Ue è abbastanza alto da non mettere in discussione l’euro come moneta a corso legale e riconosce il ruolo vitale del contante“, si legge nella nota. “I limiti esistono già in circa due terzi degli Stati membri, ma gli importi variano”, fa notare Palazzo Berlaymont. I limiti nazionali inferiori ai 10 mila euro, per la Commissione, “possono rimanere in vigore”.

“Limitare i pagamenti di grandi dimensioni in contanti rende più difficile per i criminali riciclare denaro sporco”, è la speranza dell’esecutivo Ue, che introdurrà anche un divieto contro la possibilità di “fornire portafogli di criptovalute anonimi, così come i conti bancari anonimi sono già vietati dalle regole Ue”.

La proposta della Commissione comprende misure pensate per migliorare “il quadro normativo Ue esistente tenendo conto delle sfide nuove ed emergenti legate all’innovazione tecnologica”, come i problemi posti da “valute virtuali, flussi finanziari più integrati nel mercato unico e la natura globale delle organizzazioni terroristiche”.

Oltre alla creazione della nuova Autorità Ue anti-riciclaggio e al limite alla circolazione del contante fissato a pagamenti fino a 10 mila euro, l’esecutivo Ue ha proposto la creazione di un codice unico europeo per l’attività di anti-riciclaggio e il contrasto al finanziamento del terrorismo. Un quadro normativo comune con il quale Bruxelles vuole mettere in campo, ad esempio, “norme più dettagliate in materia di adeguata verifica della clientela, titolarità effettiva, poteri e compiti delle autorità di vigilanza e delle Unità di informazione finanziaria”.

“Verranno collegati i registri nazionali esistenti dei conti bancari, fornendo alle Unità di informazione finanziaria un accesso pià rapido alle informazioni sui conti bancari e sulle cassette di sicurezza“, si legge nel documento Ue. La Commissione fornirà inoltre alle autorità di contrasto dei crimini finanziari l’accesso a questo sistema, “accelerando le indagini finanziarie e il recupero dei proventi di reato nei casi transfrontalieri”.

L’esecutivo Ue mira anche a dare “piena applicazione” delle norme anti-riciclaggio e anti-terrorismo al settore delle criptovalute, “obbligando tutti i fornitori di servizi a condurre una ‘due diligence’ sui propri clienti”. “Il riciclaggio di denaro è un fenomeno globale che richiede una forte cooperazione internazionale”, si legge ancora nella nota che ricorda i sistemi esistenti di inclusione nella lista nera e grigia delle giurisdizioni che non collaborano ai fini del contrasto delle attività finanziarie illecite. 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ambiente

1 min

Il governo Musumeci, su proposta dell’assessore regionale al Territorio e all’Ambiente, nell’ultima seduta di giunta ha approvato il Paf (Prioritized Action Framework), il Piano delle azioni prioritarie per la Rete Natura 2000 siciliana. Questo importante traguardo permetterà alla Regione Siciliana di garantire ogni investimento utile alla tutela e alla valorizzazione del capitale naturale regionale. L’approvazione […]

2 min

Si è insediato ieri il tavolo tecnico presieduto dall’assessore regionale per il Territorio e l’ambiente, Toto Cordaro, per definire la strategia regionale per lo sviluppo sostenibile “La Sicilia Sostenibile”, in linea con gli obiettivi di Agenda 2030. Al tavolo hanno partecipato i rappresentanti dei dipartimenti in capo agli assessorati della Regione Siciliana ed esperti esterni […]

4 min

L’aria siciliana migliora in termini di qualità e il mare è complessivamente in buona salute. È quanto emerge dai dati contenuti nell’Annuario dei dati ambientali 2021, elaborato dall’Arpa, Agenzia regionale per la protezione dell’ambiente. «L’annuario – spiega l’assessore regionale all’Ambiente, Toto Cordaro – raccoglie e rielabora in 175 pagine i dati ambientali siciliani di norma riferiti […]

2 min

Nel corso del 2020, attraverso i suo impianti, Siciliacque è riuscita a produrre circa 5.500.000 Kwh di energia elettrica da fonti rinnovabili (in particolare idroelettrico e solare), riducendo così l’impatto sull’ambiente e minimizzando i consumi nella gestione del ciclo dell’acqua. È questo uno dei principali dati contenuti nel bilancio di sostenibilità di Siciliacque, approvato ieri […]