Aste telematiche notarili, a Palermo la presentazione del software

Una piattaforma telematica aperta non solo ai notai ma anche ad altri soggetti delegati dal Tribunale per la vendita all’asta, quali avvocati e commercialisti. Identificazione dell’offerente a garanzia dei possibili furti d’identità e tracciabilità corretta dei flussi finanziari.
Sono alcune delle caratteristiche del nuovo software per le aste telematiche messo a punto dalla Notartel, la società nata nel 1997  con l’obiettivo di realizzare e gestire servizi informatici e telematici per i notai italiani. Notartel collega tutti i notai italiani attraverso una piattaforma web dedicata, la Rete Unitaria del Notariato.
Il nuovo portale delle vendite pubbliche sarà presentato domani, 22 febbraio, ai giudici del Tribunale di Palermo e di Termini Imerese in prossimità dell’entrata in vigore della normativa sulla obbligatorietà delle aste telematiche prevista dal Ministero per il 10 aprile 2018.
L’incontro, organizzato dal Consiglio Notarile dei distretti riuniti di Palermo e Termini Imerese in collaborazione con Aspep – l’Associazione notarile per la gestione delle procedure esecutive, Rete unitaria del Notariato e Ran – Rete aste notarili, si terrà nella sede del Consiglio Notarile in via Bandiera 11 (difronte Rinascente) dalle 15.30 alle 18.30.
Parteciperanno tra gli altri Fabrizio Minutoli, giudice del Tribunale di Palermo, Sezione esecuzioni immobiliari, Daniele Gallucci, giudice del Tribunale di Termini Imerese, Sezione esecuzioni immobiliari, il Notaio Letizia Russo, referente Rete aste del Consiglio nazionale del Notariato, Guido Santonocito, direttore dell’Ufficio aste del Consiglio nazionale del Notariato, Valentina Wolodimeroff, dell’Ufficio aste del Consiglio nazionale del Notariato.
“Per primo tra gli operatori del mercato, il Notariato è presente nel mondo delle aste telematiche da oltre cinque anni attraverso il sistema integrato RAN, Rete aste notarili, che ha permesso l’aggiudicazione di oltre 334 milioni di euro, di cui 176 per aste telematiche dei fallimenti e 158 per aste telematiche degli enti – dice il Notaio Letizia Russo – . Con questa nuova piattaforma, il Notariato offre l’opportunità a magistratura e collettività anche nel mondo delle procedure esecutive di coniugare efficacia ed efficienza con la garanzia che è propria della professione notarile”.

 

Lascia un commento

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.