Sicilia Economia - News di economia, turismo e agricoltura in Sicilia.

Avimecc un anno dopo l’incendio rilancia con nuovi investimenti



MODICA (RG) – Con una vignetta illustrata pubblicata stamani sui canali social, che raffigura la mascotte “Primo” vestito da pompiere in relax mentre degusta un’ottima grigliata e con la scritta “Niente fumo, solo buon arrosto”, l’azienda Avimecc ha voluto ricordare il grave incendio che esattamente un anno fa, il 26 agosto 2016, ha distrutto gli stabilimenti produttivi alla zona industriale Modica-Pozzallo.
Per l’azienda leader in Sicilia e nel Sud Italia per le produzioni avicole di qualità, si è praticamente dovuto ripartire da zero in quanto tutte le strutture sono andate completamente distrutte. Solo grazie alla caparbietà imprenditoriale dei vertici aziendali, dei 250 dipendenti e naturalmente grazie ai consumatori che hanno continuato a mostrare affetto e spontaneo sostegno all’azienda, Avimecc è riuscita a riposizionarsi sul proprio mercato di riferimento.
“Nei fatti non ci siamo mai fermati – commenta Michele Leocata, amministratore delegato Avimecc S.p.A. – anzi, abbiamo continuato sempre a guardare avanti e, dopo il tempo necessario per riassestare la situazione, abbiamo subito pensato al futuro, riprendendo i vecchi progetti e programmandone di nuovi. Grazie all’affiatata squadra che sta dietro, suddivisa nei vari compartimenti ma in perfetta sinergia tra loro, non ci siamo fatti abbattere dalle difficoltà, ma abbiamo proseguito sulla nostra strada, affidandoci ai nostri punti di forza, come la qualità e la filiera corta, che grazie alla tracciabilità dei prodotti oltre alla bontà garantisce la straordinaria freschezza delle nostre produzioni. Questi, come altri fattori, non solo continuano a farci scegliere dai consumatori, ma ci consentono di rafforzare la nostra presenza e puntare su nuovi mercati”.
Sono già partite, e si intensificheranno nei prossimi mesi, delle azioni che rafforzeranno la presenza dei prodotti e la diffusione del brand Avimecc in tutta la Sicilia ma si lavora anche in Puglia e in altre regioni del Sud Italia.
Il “Pollo 100% siciliano” si afferma infatti sempre di più come “il Pollo del Sud” all’interno delle varie campagne di comunicazione dell’azienda, dove campeggia sempre “Primo”, la simpatica mascotte che accompagna il claim “primi nei secondi”. A suggellare questo difficile percorso di crescita sarà a breve l’inaugurazione dei nuovi stabilimenti, una scelta che segna la continuità di un’azienda, e di una famiglia, che da oltre 40 anni prosegue con passione gli obiettivi aziendali di qualità, professionalità e soprattutto bontà e genuinità per le proprie produzioni, unite ad un’inesauribile cammino di sviluppo.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ambiente

1 min

Il governo Musumeci, su proposta dell’assessore regionale al Territorio e all’Ambiente, nell’ultima seduta di giunta ha approvato il Paf (Prioritized Action Framework), il Piano delle azioni prioritarie per la Rete Natura 2000 siciliana. Questo importante traguardo permetterà alla Regione Siciliana di garantire ogni investimento utile alla tutela e alla valorizzazione del capitale naturale regionale. L’approvazione […]

2 min

Si è insediato ieri il tavolo tecnico presieduto dall’assessore regionale per il Territorio e l’ambiente, Toto Cordaro, per definire la strategia regionale per lo sviluppo sostenibile “La Sicilia Sostenibile”, in linea con gli obiettivi di Agenda 2030. Al tavolo hanno partecipato i rappresentanti dei dipartimenti in capo agli assessorati della Regione Siciliana ed esperti esterni […]

4 min

L’aria siciliana migliora in termini di qualità e il mare è complessivamente in buona salute. È quanto emerge dai dati contenuti nell’Annuario dei dati ambientali 2021, elaborato dall’Arpa, Agenzia regionale per la protezione dell’ambiente. «L’annuario – spiega l’assessore regionale all’Ambiente, Toto Cordaro – raccoglie e rielabora in 175 pagine i dati ambientali siciliani di norma riferiti […]

2 min

Nel corso del 2020, attraverso i suo impianti, Siciliacque è riuscita a produrre circa 5.500.000 Kwh di energia elettrica da fonti rinnovabili (in particolare idroelettrico e solare), riducendo così l’impatto sull’ambiente e minimizzando i consumi nella gestione del ciclo dell’acqua. È questo uno dei principali dati contenuti nel bilancio di sostenibilità di Siciliacque, approvato ieri […]