Sicilia Economia - News di economia, turismo e agricoltura in Sicilia.

Confidi in Sicilia, al via la fusione tra Fidimed e CoProFi



Fidimed e CoProFi hanno avviato l’iter che li porterà a breve alla fusione. La decisione è stata presa in maniera unanime dai rispettivi Consigli di amministrazione.

Tecnicamente sarà una fusione per incorporazione nella quale CoProFi verrà incorporato in Fidimed. Un progetto elaborato in seguito alla due diligence redatta dall’avvocato Vincenzo Minnella di Siracusa.
Fidimed, confidi tra i maggiori in Italia con sede a Palermo, è un intermediario finanziario sottoposto alla vigilanza della Banca d’Italia. Ha oltre 2.500 soci, ha erogato oltre 200 finanziamenti di microcredito dal 2018 ad oggi e ha avviato una forte politica di espansione in Sicilia e nel resto d’Italia.
CoProFi è un confidi minore con sede a Enna e con soci nel centro della Sicilia. Ha un patrimonio di oltre 2 milioni e un forte radicamento territoriale.

“Si tratta di un progetto che vede due realtà operanti in Sicilia mettersi insieme in un’ottica di rafforzamento patrimoniale e presenza territoriale – spiega Fabio Montesano, amministratore delegato di Fidimed – Il progetto di fusione rientra nell’ambito della strategia scelta dal Cda di Fidimed per portare grandi vantaggi ai propri soci e nell’ambito della politica di rafforzamento e radicamento territoriale che ha visto di recente aprire nuove sedi e avviare accordi commerciali con altre realtà. E altri progetti di fusione sono in corso”.
Per Marina Taglialavore, presidente di CoProFi, si tratta di un’operazione “abbracciata con grande entusiasmo. Essere incorporati in uno dei confidi più in espansione a livello nazionale porterà benefici alle imprese del territorio. È questo, infatti, il nostro obiettivo principale: assicurare a tutti gli imprenditori uno sviluppo delle attività anche grazie al nostro sostegno e in quest’ottica siamo certi di aver fatto la scelta giusta”.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ambiente

1 min

Il governo Musumeci, su proposta dell’assessore regionale al Territorio e all’Ambiente, nell’ultima seduta di giunta ha approvato il Paf (Prioritized Action Framework), il Piano delle azioni prioritarie per la Rete Natura 2000 siciliana. Questo importante traguardo permetterà alla Regione Siciliana di garantire ogni investimento utile alla tutela e alla valorizzazione del capitale naturale regionale. L’approvazione […]

2 min

Si è insediato ieri il tavolo tecnico presieduto dall’assessore regionale per il Territorio e l’ambiente, Toto Cordaro, per definire la strategia regionale per lo sviluppo sostenibile “La Sicilia Sostenibile”, in linea con gli obiettivi di Agenda 2030. Al tavolo hanno partecipato i rappresentanti dei dipartimenti in capo agli assessorati della Regione Siciliana ed esperti esterni […]

4 min

L’aria siciliana migliora in termini di qualità e il mare è complessivamente in buona salute. È quanto emerge dai dati contenuti nell’Annuario dei dati ambientali 2021, elaborato dall’Arpa, Agenzia regionale per la protezione dell’ambiente. «L’annuario – spiega l’assessore regionale all’Ambiente, Toto Cordaro – raccoglie e rielabora in 175 pagine i dati ambientali siciliani di norma riferiti […]

2 min

Nel corso del 2020, attraverso i suo impianti, Siciliacque è riuscita a produrre circa 5.500.000 Kwh di energia elettrica da fonti rinnovabili (in particolare idroelettrico e solare), riducendo così l’impatto sull’ambiente e minimizzando i consumi nella gestione del ciclo dell’acqua. È questo uno dei principali dati contenuti nel bilancio di sostenibilità di Siciliacque, approvato ieri […]