Sicilia Economia - News di economia, turismo e agricoltura in Sicilia.

Confidi: la siciliana Fidimed incorpora Unione Agrifidi Novara



Fidimed, confidi nazionale 106 vigilato da Bankitalia, ha incorporato Unione Agrifidi Novara e Verbania-Cusio-Ossola, confidi minore specializzato nel credito alle imprese agricole e concentrato soprattutto in Piemonte.

L’operazione di fusione per incorporazione è stata approvata dalle rispettive assemblee dei soci.

Con questa aggregazione Fidimed consolida la propria presenza nel mercato nazionale, si espande nel Nord Italia, porta il numero totale delle aziende associate a circa 3.600 e raggiunge una dimensione che lo annovera tra i principali confidi nazionali.

Le imprese agricole piemontesi socie di Agrifidi e tutte le imprese del Nord Italia operanti negli altri settori che vorranno scegliere Fidimed come loro partner potranno beneficiare di una maggiore forza contrattuale nei confronti del sistema creditizio, usufruendo delle convenzioni in essere, degli strumenti di finanza agevolata gestiti per conto di enti pubblici, del portafoglio di garanzie e controgaranzie offerto da Fidimed, nonché dell’attività di finanziamenti diretti erogati in partnership con Banca Progetto, fra cui “Progetto Easy Plus”, riconosciuto a livello nazionale come uno dei più innovativi e dinamici prodotti dedicati al mondo delle Pmi.

“Ringrazio il presidente Marzio Liuni, l’intera governance e i consulenti di Agrifidi perché, in un processo di rafforzamento, ci hanno scelto e hanno favorito le ‘nozze’ con Fidimed – dichiara l’A.d. di Fidimed, Fabio Montesano – consentendoci di crescere ulteriormente e di diventare sempre più un confidi ‘nazionale’. La nostra rete commerciale si estende su tutta la Penisola ed è ovunque in grado di fornire alle Pmi consulenza specializzata e assistenza, erogando finanziamenti diretti e rapidi in partnership con Banca Progetto e fornendo al sistema creditizio le credenziali necessarie affinché ogni esigenza di liquidità o progetto di sviluppo possa ottenere il supporto che merita. Inoltre, Fidimed mette a disposizione una vasta gamma di strumenti per una vantaggiosa cessione dei crediti fiscali e per sostenere con fidejussioni e credito rapido i rapporti commerciali fra le imprese di una filiera e la casa-madre, come nel caso della Gdo”.

“Fidimed – conclude Montesano – proseguirà sulla via delle fusioni, e già altre due diligence sono in corso, con l’obiettivo di rafforzare ulteriormente la propria operatività e la squadra di competenze e professionalità che lo contraddistinguono nel panorama finanziario nazionale”.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ambiente

2 min

In arrivo l’ultima tranche dei 6,5 milioni di euro destinati ai Comuni per dotarsi dei piani energetici. È una delle iniziative rese note nell’ambito della quarta edizione dei “Green Salina energy days”, che si concluderà oggi. L’assessore regionale all’Energia, Daniela Baglieri, e il direttore generale del dipartimento Energia, Antonio Martini, hanno incontrato i sindaci dei […]

1 min

“La Tari, in base al nuovo piano economico finanziario, aumenterà per gli anni 2021-2023. Si dovranno pagare 21 milioni di euro che saranno equamente distribuiti nei tre anni. Per le famiglie è previsto un aumento di 30 euro”. Lo ha detto Girolamo Caruso, presidente della Rap, l’azienda che gestisce la raccolta dei rifiuti nel capoluogo […]

2 min

Completata la Rete regionale di monitoraggio della qualità dell’aria in Sicilia e il relativo Programma di valutazione che, attraverso 53 stazioni di rilevamento su tutto il territorio regionale, fornirà un’informazione completa sui livelli di inquinamento. Un intervento voluto dal governo Musumeci e realizzato attraverso Arpa Sicilia, che consente di superare definitivamente la procedura di infrazione europea e porre fine alla gestione […]

2 min

Si è svolta oggi – via webinar – la cerimonia di premiazione dell’ottava edizione di “Vai col Vento!”, il progetto formativo promosso da Erg con la collaborazione di Ancitel Energia Ambiente, sui temi legati alla produzione di energia da fonti rinnovabili e sostenibilità che ha coinvolto 201 classi di 59 scuole secondarie di primo grado […]

3 min

Alla Sicilia mancano 35 impianti per i rifiuti. A renderlo noto è CONAI, che nel suo studio Per uno sviluppo della raccolta differenziata nel Centro-Sud stima – per la prima volta in Italia – il fabbisogno impiantistico delle Regioni del Mezzogiorno in vista degli obiettivi di riciclo chiesti dall’Unione Europea al 2030. L’investimento necessario in […]