Sicilia Economia - News di economia, turismo e agricoltura in Sicilia.

Confindustria Siracusa: deposito Gnl al Porto di Augusta occasione da non perdere



Domenico Tringali,  Vice Presidente di Confindustria Siracusa con delega all’economia del Mare, trasporti e logistica, è intervenuto ieri al Consiglio Comunale di Augusta sul tema del deposito GNL Porto di Augusta.                                                

“Auspicando che possa essere un momento di confronto costruttivo, atto a garantire con la massima chiarezza sia il futuro del Porto che la massima tutela della popolazione residente ad Augusta, il tema del GNL è solo uno dei punti principali nell’agenda ambientale dell’industria marittima perché è ormai inderogabile abbattere il GAP infrastrutturale che ci allontana dai nostri competitors. Secondo la INTERNATIONAL ENERGY OUTLOOK il mercato del GNL è in forte espansione e recenti studi di settore stimano per il 2040 che gli scambi a livello mondiale saranno circa tre volte superiori a quelli attuali.

Quale migliore occasione della  Istituzione della ZES (Zona Economica Speciale) per promuoverne la realizzazione nel Porto di Augusta?

Il GNL è la principale fonte di energia disponibile per fare da ponte alla carbon neutrality del 2050.

Per il Porto di Augusta oltre l’infrastrutturazione la sfida fondamentale per affrontare il futuro è la transizione energetica. Se saprà dotarsi di un deposito di GNL che come noto a tutti è tra i combustibili fossili il meno inquinante potrà ottemperare alle Direttive UE aggiungendosi ai Porti di Livorno, Cagliari, Napoli, Ravenna e il nuovo deposito small scale nel Porto di Oristano e quello in corso di realizzazione di Olbia e Venezia. Solo la Sicilia non ha niente in progetto.

Farlo consentirebbe di entrare a pieno titolo nel piano GAINN4MOS,  il quale prevede una rete di stoccaggio, distribuzione e gestione di impianti GNL per i Porti CORE TEN-T per rifornire Navi e Automezzi  allo scopo di decarbonizzare il sistema trasporti che coinvolge Porti-Ferrovie – Interporti – Autostrade/Strade, peraltro di vitale importanza per l’economia di scala del comparto visto i costi ridotti.

Consapevoli che il ruolo più importante che determina il successo di un Porto in chiave moderna è l’infrastrutturazione, il sistema dei trasporti inteso come connessione tra Porto – Ferrovia – Autostrade/Strade – Aeroporto e non ultima la sua digitalizzazione migliorerà la competitività, agevolerà la crescita dei traffici marittimi e promuoverà l’intermodalità dei trasporti.

Avvertiamo un enorme bisogno di politica con capacità di governare, che sappia anche promuovere e tutelare gli interessi collettivi e che sappia mettere al centro lo sviluppo dei settori portanti dell’economia, creando un contesto favorevole agli investimenti e dotandosi di un modello di sviluppo sostenibile. Dobbiamo tutti insieme fare in modo di creare economia reale per così contrastare il depauperamento del capitale umano, soprattutto giovanile nel nostro territorio”.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ambiente

1 min

Il governo Musumeci, su proposta dell’assessore regionale al Territorio e all’Ambiente, nell’ultima seduta di giunta ha approvato il Paf (Prioritized Action Framework), il Piano delle azioni prioritarie per la Rete Natura 2000 siciliana. Questo importante traguardo permetterà alla Regione Siciliana di garantire ogni investimento utile alla tutela e alla valorizzazione del capitale naturale regionale. L’approvazione […]

2 min

Si è insediato ieri il tavolo tecnico presieduto dall’assessore regionale per il Territorio e l’ambiente, Toto Cordaro, per definire la strategia regionale per lo sviluppo sostenibile “La Sicilia Sostenibile”, in linea con gli obiettivi di Agenda 2030. Al tavolo hanno partecipato i rappresentanti dei dipartimenti in capo agli assessorati della Regione Siciliana ed esperti esterni […]

4 min

L’aria siciliana migliora in termini di qualità e il mare è complessivamente in buona salute. È quanto emerge dai dati contenuti nell’Annuario dei dati ambientali 2021, elaborato dall’Arpa, Agenzia regionale per la protezione dell’ambiente. «L’annuario – spiega l’assessore regionale all’Ambiente, Toto Cordaro – raccoglie e rielabora in 175 pagine i dati ambientali siciliani di norma riferiti […]

2 min

Nel corso del 2020, attraverso i suo impianti, Siciliacque è riuscita a produrre circa 5.500.000 Kwh di energia elettrica da fonti rinnovabili (in particolare idroelettrico e solare), riducendo così l’impatto sull’ambiente e minimizzando i consumi nella gestione del ciclo dell’acqua. È questo uno dei principali dati contenuti nel bilancio di sostenibilità di Siciliacque, approvato ieri […]