Sicilia Economia - News di economia, turismo e agricoltura in Sicilia.

Consulta architetti Sicilia: Alessandro Amaro nuovo presidente



Rinnovo ai vertici della Consulta degli architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della Sicilia: Alessandro Amaro, alla guida dell’Ordine di Catania, è stato eletto all’unanimità nuovo presidente dell’organo regionale, nella riunione di ieri pomeriggio (4 giugno) a Enna, a cui hanno partecipato i vicepresidenti del Consiglio nazionale di categoria Lilia Cannarella e Rino La Mendola, e i presidenti di tutti gli Ordini siciliani: Alfonso Cimino (Agrigento), Paolo Lo Iacono (Caltanissetta), Antonino Rizza (Enna), Caterina Sartori (Messina), Francesco Miceli (Palermo), Salvatore Scollo (Ragusa), Vito Mancuso (Trapani), e Gerry Gambuzza per l’Ordine di Siracusa, delegato dal presidente Francesco Giunta.

 

Alessandro Amaro ha ringraziato tutti i componenti della Consulta, anche a nome dell’Ordine etneo che torna alla presidenza regionale dopo oltre un decennio. «Gli Architetti siciliani – ha ribadito Amaro – sono compatti nell’impegno fondamentale di riqualificare il patrimonio architettonico e urbanistico dell’Isola, nonché di rilanciare la centralità dell’architettura nei processi sociali che caratterizzano le nostre comunità. In questa direzione la Consulta degli Architetti di Sicilia ha già messo a segno diversi punti a sostegno della professione – continua il neo presidente regionale – basti pensare all’approvazione, da parte del governo della Regione, dei “bandi-tipo per l’affidamento di servizi” o ancora alla legge sulla certezza dei pagamenti per i titoli edilizi».

 

«Continueremo a perseguire gli altri obiettivi, altrettanto importanti e prioritari, a partire dai fondi strutturali e dall’agenda urbana, passando per la necessità di nuove misure legislative sul governo del territorio – conclude Amaro – Urge che le forze amministrative programmino e sostengano politiche di intervento per la sicurezza sismica dei fabbricati esistenti e del territorio, per il risanamento e l’efficientamento energetico. A ciò si aggiunge la tutela del patrimonio paesaggistico e dei centri storici, oggi affidata alla passività vincolistica del sistema normativo piuttosto che a un progetto condiviso e partecipato di valorizzazione. Vogliamo contribuire all’affermarsi di un nuovo modello di sviluppo più attento, equilibrato e sostenibile del territorio, dove la formula cardine dev’essere quella dei concorsi di progettazione in due fasi. Vogliamo lanciare l’ennesimo appello ai rappresentanti degli Enti Pubblici affinché adottino questo modello, per consentire alle professionalità siciliane, soprattutto giovani, di esprimere il loro potenziale, e per permettere al territorio di rimodularsi in un’ottica di crescita, rilanciando il lavoro dei professionisti».

 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ambiente

2 min

Nel corso del 2020, attraverso i suo impianti, Siciliacque è riuscita a produrre circa 5.500.000 Kwh di energia elettrica da fonti rinnovabili (in particolare idroelettrico e solare), riducendo così l’impatto sull’ambiente e minimizzando i consumi nella gestione del ciclo dell’acqua. È questo uno dei principali dati contenuti nel bilancio di sostenibilità di Siciliacque, approvato ieri […]

2 min

In arrivo l’ultima tranche dei 6,5 milioni di euro destinati ai Comuni per dotarsi dei piani energetici. È una delle iniziative rese note nell’ambito della quarta edizione dei “Green Salina energy days”, che si concluderà oggi. L’assessore regionale all’Energia, Daniela Baglieri, e il direttore generale del dipartimento Energia, Antonio Martini, hanno incontrato i sindaci dei […]

1 min

“La Tari, in base al nuovo piano economico finanziario, aumenterà per gli anni 2021-2023. Si dovranno pagare 21 milioni di euro che saranno equamente distribuiti nei tre anni. Per le famiglie è previsto un aumento di 30 euro”. Lo ha detto Girolamo Caruso, presidente della Rap, l’azienda che gestisce la raccolta dei rifiuti nel capoluogo […]

2 min

Completata la Rete regionale di monitoraggio della qualità dell’aria in Sicilia e il relativo Programma di valutazione che, attraverso 53 stazioni di rilevamento su tutto il territorio regionale, fornirà un’informazione completa sui livelli di inquinamento. Un intervento voluto dal governo Musumeci e realizzato attraverso Arpa Sicilia, che consente di superare definitivamente la procedura di infrazione europea e porre fine alla gestione […]

2 min

Si è svolta oggi – via webinar – la cerimonia di premiazione dell’ottava edizione di “Vai col Vento!”, il progetto formativo promosso da Erg con la collaborazione di Ancitel Energia Ambiente, sui temi legati alla produzione di energia da fonti rinnovabili e sostenibilità che ha coinvolto 201 classi di 59 scuole secondarie di primo grado […]