Sicilia Economia - News di economia, turismo e agricoltura in Sicilia.

Covid, Sicilia al tracollo: altri 8 mila posti di lavoro in fumo



“I dati Istat del terzo trimestre segnalano che non c’è più tempo da perdere. Si apra un confronto sul Recovery fund che porti a una progettazione realistica in grado di risollevare le sorti della nostra regione. Il governo regionale si attivi sui fronti delle riforme, degli investimenti, della riprogrammazione dei fondi europei”:

lo dice il segretario generale della Cgil Sicilia, Alfio Mannino, a proposito dell’ultima rilevazione congiunturale dell’Istat. “ Con il 38% della popolazione siciliana fuori dal circuito produttivo, un numero dei Neet pari a 466 mila, il 35% dei quali nella fascia tra 15 e 34 anni, altri 8 mila posti di lavoro venuti meno- afferma Mannino- la Sicilia si colloca in una zona davvero critica connotata da crescita di disagio e povertà. Di fronte a questo esiste la sola via d’uscita del confrontarsi, proporre e fare. Basta al gioco dello scaricabarile- sottolinea Mannino- ricordo che come sindacato siamo stati critici sul documento del governo regionale sul Recovery fund, si riprenda adesso la discussione partendo dai limiti e dagli errori di quel documento ”.

Mannino rileva che “la forte perdita di occupati nel terziario, -35 mila unità-  fotografa gli effetti dell’emergenza sanitaria e dà il senso del tracollo subito in questi mesi dai settori turismo, commercio, ristorazione e servizi. I tassi di disoccupazione, generale del 19%, femminile del 22,7% , il numero di inattivi pari a 1.556.000- aggiunge- ci consegnano una realtà di estrema difficoltà che mette a rischio il futuro della nostra isola e dei giovani e a fronte del quale lo stallo dell’azione del governo regionale non è accettabile”. Mannino sollecita dunque interventi : “Adesso- dice – occorre che le risorse europee che arriveranno non vengano sprecate, ma incanalate in progetti di sviluppo di ampio respiro. E’ arrivato il momento di una svolta, a partire dalle politiche messe in campo dal governo regionale., che tace sulle riforme e sulla spesa per investimenti. A Musumeci  chiediamo di aprire un confronto vero e costruttivo, preliminare alle scelte che andranno compiute, che dovranno andare in direzione di una nuova politica di sviluppo che spinga in avanti tutti i settori produttivi, a partire da un’industria sostenibile , e che si sostenga sulle gambe delle riforme necessarie: da quella delle politiche energetiche a quella della pubblica amministrazione”.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ambiente

1 min

Il governo Musumeci, su proposta dell’assessore regionale al Territorio e all’Ambiente, nell’ultima seduta di giunta ha approvato il Paf (Prioritized Action Framework), il Piano delle azioni prioritarie per la Rete Natura 2000 siciliana. Questo importante traguardo permetterà alla Regione Siciliana di garantire ogni investimento utile alla tutela e alla valorizzazione del capitale naturale regionale. L’approvazione […]

2 min

Si è insediato ieri il tavolo tecnico presieduto dall’assessore regionale per il Territorio e l’ambiente, Toto Cordaro, per definire la strategia regionale per lo sviluppo sostenibile “La Sicilia Sostenibile”, in linea con gli obiettivi di Agenda 2030. Al tavolo hanno partecipato i rappresentanti dei dipartimenti in capo agli assessorati della Regione Siciliana ed esperti esterni […]

4 min

L’aria siciliana migliora in termini di qualità e il mare è complessivamente in buona salute. È quanto emerge dai dati contenuti nell’Annuario dei dati ambientali 2021, elaborato dall’Arpa, Agenzia regionale per la protezione dell’ambiente. «L’annuario – spiega l’assessore regionale all’Ambiente, Toto Cordaro – raccoglie e rielabora in 175 pagine i dati ambientali siciliani di norma riferiti […]

2 min

Nel corso del 2020, attraverso i suo impianti, Siciliacque è riuscita a produrre circa 5.500.000 Kwh di energia elettrica da fonti rinnovabili (in particolare idroelettrico e solare), riducendo così l’impatto sull’ambiente e minimizzando i consumi nella gestione del ciclo dell’acqua. È questo uno dei principali dati contenuti nel bilancio di sostenibilità di Siciliacque, approvato ieri […]