Sicilia Economia - News di economia, turismo e agricoltura in Sicilia.

Danni da maltempo in agricoltura. La Cia: “Lo Stato taglia i fondi”



Oltre al danno la beffa per gli agricoltori siciliani colpiti in queste ultime settimane da un’ondata di maltempo che ha distrutto raccolti e strutture. Da anni ormai, lo Stato ha tagliato i fondi per il sostegno e ha demandato alle assicurazioni private, con il decreto legislativo 102 del 2004, l’eventuale risarcimento del danno.
“La Regione è vincolata al risarcimento dei danni da norme di legge nazionali che non consentono di compensare il danno, laddove le produzioni e le aziende sono assicurabili”, ha dichiarato il responsabile del Dipartimento regionale dell’Agricoltura, Giovanni Sotera, che questa mattina ha incontrato le organizzazioni di categoria, l’Ordine degli agronomi e i Collegi professionali per monitorare e quantificare le conseguenze da maltempo nella provincia di Catania. I maggiori danni si sono riscontrati sia nella Piana di Catania che a Nord, nella zona di Randazzo, Bronte e Maniace.

“Un danno enorme che si ripercuote anche sul reddito e sulla possibilità di avere disponibilità economiche immediate da investire per l’anno successivo”, ha commentato il presidente Cia di Catania Giuseppe di Silvestro, a margine della riunione, cui ha partecipato anche il direttore Cia Graziano Scardino.
“Qui nella provincia di Catania i danni non sono stati ancora quantificati – ha aggiunto Di Silvestro – ma sappiamo che per quanto riguarda gli allevamenti, sono andate distrutte anche le strutture, mentre per quanto riguarda il settore orticolo, le produzioni più colpite dalle nevicate e dalle gelate sono quelle di carciofi: è andata perduta la produzione di almeno un mese”. “Questa mattina l’ispettorato regionale ha ribadito che non ci sono fondi per risarcire i produttori – ha aggiunto Di Silvestro –noi chiediamo al Governo regionale di attivare tutti gli strumenti necessari per cambiare questo stato di cose”.
“La Regione consiglia di avviare ogni segnalazione utile, agli uffici preposti, dagli enti locali al Genio Civile, oltre che all’assessorato al fine di fare scattare le ordinanze di Protezione civile– ha sottolineato Sotera – noi la nostra parte la stiamo facendo”.
“Per il futuro, i produttori potranno presentare una manifestazione di interesse per partecipare al bando per le assicurazioni agevolate – ha aggiunto il direttore Sotera– che verranno risarcite da parte dell’agenzia AGEA, così come prevede la misura 17.1 nell’ambito del Piano di Sviluppo Nazionale che ha pubblicato il bando con decorrenza 7 dicembre 2016”.
Non se la passano meglio neppure i produttori che sono coperti da assicurazione perché vanno incontro a un iter burocratico difficilissimo, in questo senso l’aiuto che si chiede alle Istituzioni è una maggiore facilità negli adempimenti normativi. “Per i danni alle strutture ci auguriamo che possano sbloccarsi presto i bandi nazionali – ha concluso Di Silvestro – ma nel frattempo ci auguriamo che si possano aprirsi strade alternative con la Protezione civile”.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ambiente

1 min

Il governo Musumeci, su proposta dell’assessore regionale al Territorio e all’Ambiente, nell’ultima seduta di giunta ha approvato il Paf (Prioritized Action Framework), il Piano delle azioni prioritarie per la Rete Natura 2000 siciliana. Questo importante traguardo permetterà alla Regione Siciliana di garantire ogni investimento utile alla tutela e alla valorizzazione del capitale naturale regionale. L’approvazione […]

2 min

Si è insediato ieri il tavolo tecnico presieduto dall’assessore regionale per il Territorio e l’ambiente, Toto Cordaro, per definire la strategia regionale per lo sviluppo sostenibile “La Sicilia Sostenibile”, in linea con gli obiettivi di Agenda 2030. Al tavolo hanno partecipato i rappresentanti dei dipartimenti in capo agli assessorati della Regione Siciliana ed esperti esterni […]

4 min

L’aria siciliana migliora in termini di qualità e il mare è complessivamente in buona salute. È quanto emerge dai dati contenuti nell’Annuario dei dati ambientali 2021, elaborato dall’Arpa, Agenzia regionale per la protezione dell’ambiente. «L’annuario – spiega l’assessore regionale all’Ambiente, Toto Cordaro – raccoglie e rielabora in 175 pagine i dati ambientali siciliani di norma riferiti […]

2 min

Nel corso del 2020, attraverso i suo impianti, Siciliacque è riuscita a produrre circa 5.500.000 Kwh di energia elettrica da fonti rinnovabili (in particolare idroelettrico e solare), riducendo così l’impatto sull’ambiente e minimizzando i consumi nella gestione del ciclo dell’acqua. È questo uno dei principali dati contenuti nel bilancio di sostenibilità di Siciliacque, approvato ieri […]