Sicilia Economia - News di economia, turismo e agricoltura in Sicilia.

Economia Sicilia, Confindustria Sicilia incontra l’Irfis: “Più credito alle imprese”



“Dare credito alle imprese. Un imperativo per il post pandemia, che ha messo a dura prova la tenuta finanziaria del tessuto economico siciliano”. È da qui che il presidente di Confindustria Sicilia, Alessandro Albanese, è partito in occasione dell’incontro che si è tenuto oggi, a Palermo, tra le imprese del sistema e i vertici dell’Irfis-FinSicilia, il presidente, Giacomo Gargano, e il direttore generale, Calogero Guagliano. “La pandemia – ha detto Albanese – ha costretto le imprese a contrarre forti debiti emergenziali e ci vorranno anni per restituirli con il rischio concreto che non restino risorse per gli investimenti e per la ripresa. Per questo come Confindustria abbiamo sollecitato, e continuiamo a farlo, misure per la liquidità e la patrimonializzazione delle imprese con l’obiettivo primario di non lasciare indietro nessuno e assicurare la ripartenza”.

Confindustria Sicilia

Immediata la risposta del presidente Gargano che, dopo aver sottolineato come l’Irfis sia passato dalle 57 pratiche lavorate nel 2017 alle 7 mila del 2020, ha ribadito la necessità di un confronto costante con le associazioni di categoria affinché “gli interventi messi a punto dall’Istituto finanziario della Regione siano sempre più rispondenti alle reali esigenze del tessuto imprenditoriale”.

Quindi il direttore generale Guagliano ha annunciato un fitto calendario di scadenze. La prima tappa, già la prossima settimana quando sarà pubblicato l’avviso da 80 milioni di euro destinato a imprese e titolari di partite Iva. Poi sarà la volta di quello da 20 milioni per le imprese industriali che hanno, stanno o vorranno riconvertite la propria attività producendo dispositivi di protezione individuale.

Grande attesa, infine, da parte del mondo imprenditoriale per la misura da 250 milioni di euro, a valere sui Fondi di Sviluppo e Coesione, che il governo regionale si appresta ad approvare e che dovrebbe partire entro la fine dell’estate permettendo di erogare prestiti a medio e lungo termine anche alle aziende prive di merito creditizio. “L’Irfis – ha detto Guagliano – non deve d’altronde produrre utili. L’indicatore dell’utile è il numero delle imprese che riusciamo a sostenere nell’arco dell’anno”.

“Confindustria – ha concluso Albanese – è a totale disposizione per fare da ponte tra le esigenze delle imprese e gli obiettivi dichiarati dall’Irfis. Mai come adesso è necessario un lavoro sinergico per supportare e rilanciare un intero territorio”.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ambiente

2 min

C’è ancora tanto da fare in Sicilia in tema di gestione e depurazione delle acque refluee urbane con una gestione contrassegnata dal caos frutto “di una infelice combinazione di incapacità politica e disorganizzazione tecnica”. E’ quello che scrive la commissione nazionale ecomafie nel rapporto finale sulla situazione in Sicilia. La commissione, guidata dal presidente Stefano […]

1 min

Il governo Musumeci, su proposta dell’assessore regionale al Territorio e all’Ambiente, nell’ultima seduta di giunta ha approvato il Paf (Prioritized Action Framework), il Piano delle azioni prioritarie per la Rete Natura 2000 siciliana. Questo importante traguardo permetterà alla Regione Siciliana di garantire ogni investimento utile alla tutela e alla valorizzazione del capitale naturale regionale. L’approvazione […]

2 min

Si è insediato ieri il tavolo tecnico presieduto dall’assessore regionale per il Territorio e l’ambiente, Toto Cordaro, per definire la strategia regionale per lo sviluppo sostenibile “La Sicilia Sostenibile”, in linea con gli obiettivi di Agenda 2030. Al tavolo hanno partecipato i rappresentanti dei dipartimenti in capo agli assessorati della Regione Siciliana ed esperti esterni […]

4 min

L’aria siciliana migliora in termini di qualità e il mare è complessivamente in buona salute. È quanto emerge dai dati contenuti nell’Annuario dei dati ambientali 2021, elaborato dall’Arpa, Agenzia regionale per la protezione dell’ambiente. «L’annuario – spiega l’assessore regionale all’Ambiente, Toto Cordaro – raccoglie e rielabora in 175 pagine i dati ambientali siciliani di norma riferiti […]