Sicilia Economia - News di economia, turismo e agricoltura in Sicilia.



Energia, rincari insostenibili: task force di Confindustria Catania

Il rincaro dell’energia sta colpendo duramente anche il sistema produttivo etneo mettendo in forse la ripresa.  I costi per la fornitura di energia, a livello nazionale,  per la manifattura italiana, passano dagli 8 miliardi circa nel 2019 a oltre 21 nel 2021 e a oltre 37 nel 2022.

Energia

Si tratta di un incremento del costo complessivo del +368% nel 2021 e di oltre 5 volte rispetto ai costi sostenuti nel 2020. Cifre queste che da sole testimoniamo la drammaticità della situazione. “L’impatto dei maggiori costi – spiega il presidente di Confindustria Catania, Antonello Biriaco –   si sta abbattendo in primis, come è evidente,  sulle imprese energivore, ma riguarda  in modo trasversale tutti i settori produttivi. A peggiorare la situazione contribuisce il problema del caro materiali che per alcuni prodotti, legno e acciaio per esempio,  ha fatto segnare aumenti a tripla cifra. Per questo, in assenza di interventi immediati, non solo sarà difficile dare slancio a quella ripresa che si stava prospettando anche per la nostra economia, ma si rischia il fermo di molte attività” .


Per analizzare l’impatto del fenomeno sul sistema produttivo catanese e proporre quindi misure utili a supportare le imprese, Confindustria Catania ha attivato un’apposita task force che sta monitorando l’andamento della situazione raccogliendo le segnalazioni delle aziende circa le difficoltà incontrate di fronte a questa emergenza e alle strategie di contrasto messe in atto per resistere all’escalation dei prezzi.  “Gli interventi adottati dal Governo con il Decreto approvato il 21 gennaio scorso – aggiunge Biriaco – sono un passo avanti nella direzione giusta, ma non sono sufficienti a coprire gli extra costi sopportati dalle imprese. Temiamo che molte attività non potranno reggere questi aumenti. Per questo occorrono misure che da un lato puntino a soluzioni strutturali, dall’altro diano un aiuto immediato alle imprese fornendo loro la liquidità necessaria a  fronteggiare la situazione”. 


Il desk a supporto del sistema produttivo catanese denominato “Caro Energia”, al quale potranno rivolgersi anche le imprese non associate, è già attivo presso gli uffici di Confindustria Catania ed è raggiungibile ai seguenti contatti: 095 3420006 – info@confindustriact.it

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ambiente

2 min

La casa green fa bene all’ambiente e anche al portafoglio. Nell’ultimo anno, complici le aspettative sul calo dei tassi di interesse e le offerte lanciate da alcune banche per cavalcare l’onda della direttiva Ue sull’efficientamento energetico degli immobili, il costo dei mutui per abitazioni di Classe A e B ha segnato una forte contrazione.  Secondo […]

2 min

La Ugri- Servizi per l’Ambiente è un’ azienda palermitana che opera, prevalentemente, con i suoi servizi in tutta la Sicilia, ma che sviluppa attività anche oltre lo Stretto. Lavora sia con il pubblico che con il privato. Ascoltare i bisogni della comunità è la mission con la quale la Ugri affronta il lavoro rivolgendosi alle […]

1 min

Un milione e 100 mila euro per adeguare gli impianti elettrici di tre dighe in Sicilia, tutte nell’Ennese. Lo prevede un bando del dipartimento dell’Acqua e dei rifiuti pubblicato sul sito istituzionale della Regione Siciliana. In particolare, nella diga Olivo, in contrada Gritti a Piazza Armerina, verranno eseguiti lavori su distribuzione esterna, cabina elettrica, due gruppi […]

2 min

C’è ancora tanto da fare in Sicilia in tema di gestione e depurazione delle acque refluee urbane con una gestione contrassegnata dal caos frutto “di una infelice combinazione di incapacità politica e disorganizzazione tecnica”. E’ quello che scrive la commissione nazionale ecomafie nel rapporto finale sulla situazione in Sicilia. La commissione, guidata dal presidente Stefano […]

1 min

Il governo Musumeci, su proposta dell’assessore regionale al Territorio e all’Ambiente, nell’ultima seduta di giunta ha approvato il Paf (Prioritized Action Framework), il Piano delle azioni prioritarie per la Rete Natura 2000 siciliana. Questo importante traguardo permetterà alla Regione Siciliana di garantire ogni investimento utile alla tutela e alla valorizzazione del capitale naturale regionale. L’approvazione […]