Sicilia Economia - News di economia, turismo e agricoltura in Sicilia.

Fare impresa al Sud: webinar sulle nuove opportunità



Fare impresa al Sud ovvero il Sud e le sue opportunità di crescita. Questo il filo conduttore del webinar organizzato da CFI-Cooperazione Finanza Impresa per mercoledì 14 aprile alle 15. Oggi più che mai fare impresa nel Mezzogiorno è possibile e, durante l’evento che verrà trasmesso in diretta su Youtube e sul profilo Facebook di Cfi, si avvicenderanno storie e interventi che lo dimostreranno. Introdurranno i lavori Mauro Frangi, presidente di CFI e Claudio De Vincenti, presidente di MERITA, l’associazione che promuove ‘un nuovo Sud in una nuova Europa’. Interverranno, inoltre, Camillo De Berardinis, amministratore delegato di Cfi,  Carlo Borgomeo, presidente Fondazione con il Sud e Giuseppe Massafra, segretario generale Cgil.

impresa Sud

Fare impresa al sud: le nuove misure di sostegno

A illustrare le nuove misure di sostegno pubblico per la nascita e dello sviluppo di società cooperative sarà Alessandro Viola, responsabile istruttorie e sviluppo CFI.  Vincenzo Durante, dirigente di Invitalia, presenterà le opportunità offerte da Resto al Sud, (Fondo che sostiene la nascita e lo sviluppo di nuove attività imprenditoriali e libero professionali nel Meridione d’Italia) e Pietro Bracci Testasecca, dirigente di Invitalia, che illustrerà il regime di aiuto per il recupero delle aziende confiscate e sequestrate alla criminalità organizzata.

Sono previsti i contributi di Alberto Zevi su alcuni aspetti normativi di Resto Al Sud e delle possibili sinergie con la Legge Marcora (che ha istituito un Fondo destinato alla salvaguardia dell’occupazione attraverso la formazione di imprese cooperative tra dipendenti di aziende in crisi) e Giampiero Castano che parlerà di alcune esperienze di Workers Buyout (azione di salvataggio dell’azienda, o di una sua parte, realizzata dai dipendenti che subentrano nella proprietà).

Parteciperà il prefetto Bruno Corda, direttore dell’Agenzia Nazionale per l’amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata. Le conclusioni sono affidate a Mauro Lusetti, presidente di Alleanza Cooperative Italiane.

La partecipazione è gratuita, su invito.

Per partecipare si prega di inviare una mail a info@cfi.it. Verrà inviata alla stessa mail, la modalità di accesso all’evento.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ambiente

2 min

C’è ancora tanto da fare in Sicilia in tema di gestione e depurazione delle acque refluee urbane con una gestione contrassegnata dal caos frutto “di una infelice combinazione di incapacità politica e disorganizzazione tecnica”. E’ quello che scrive la commissione nazionale ecomafie nel rapporto finale sulla situazione in Sicilia. La commissione, guidata dal presidente Stefano […]

1 min

Il governo Musumeci, su proposta dell’assessore regionale al Territorio e all’Ambiente, nell’ultima seduta di giunta ha approvato il Paf (Prioritized Action Framework), il Piano delle azioni prioritarie per la Rete Natura 2000 siciliana. Questo importante traguardo permetterà alla Regione Siciliana di garantire ogni investimento utile alla tutela e alla valorizzazione del capitale naturale regionale. L’approvazione […]

2 min

Si è insediato ieri il tavolo tecnico presieduto dall’assessore regionale per il Territorio e l’ambiente, Toto Cordaro, per definire la strategia regionale per lo sviluppo sostenibile “La Sicilia Sostenibile”, in linea con gli obiettivi di Agenda 2030. Al tavolo hanno partecipato i rappresentanti dei dipartimenti in capo agli assessorati della Regione Siciliana ed esperti esterni […]

4 min

L’aria siciliana migliora in termini di qualità e il mare è complessivamente in buona salute. È quanto emerge dai dati contenuti nell’Annuario dei dati ambientali 2021, elaborato dall’Arpa, Agenzia regionale per la protezione dell’ambiente. «L’annuario – spiega l’assessore regionale all’Ambiente, Toto Cordaro – raccoglie e rielabora in 175 pagine i dati ambientali siciliani di norma riferiti […]