Sicilia Economia - News di economia, turismo e agricoltura in Sicilia.

Fincantieri: commessa da 1,8 miliardi da Msc



Oggi nello stabilimento di Fincantieri a Monfalcone MSC Crociere ha ufficialmente preso in consegna la nuova nave ammiraglia MSC Seaside. La cerimonia della consegna si è svolta alla presenza del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, del Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti e altre autorità e istituzioni.

In occasione della cerimonia di consegna di MSC Seaside, la seconda nuova unità ad entrare in servizio nel corso del 2017, MSC Crociere e Fincantieri hanno anche firmato gli ordini per la costruzione di 2 navi Seaside EVO, ulteriore evoluzione del prototipo della classe Seaside, per un investimento complessivo di 1,8 miliardi di euro.

 

Pierfrancesco Vago, Executive Chairman di MSC Cruises ha affermato: “L’entrata in servizio di MSC Seaside segna un’altra pietra miliare nella storia e nel futuro della Compagnia, ma incarna anche un momento cruciale per l’industria. È la prima nave del quinto nuovo prototipo che mettiamo in servizio e rappresenta un prodotto totalmente innovativo per l’industria del turismo. La generazione di navi Seaside è stata disegnata per portare gli ospiti più a contatto con il mare e per navigare in acque soleggiate, oltre a continuare a innalzare i confini della tecnologia marittima incentrata sugli ospiti”.

 

Guardando il 2017, giunto ormai quasi al termine, questo è stato un anno in cui abbiamo registrato una crescita della capacità senza precedenti. Abbiamo messo in servizio due delle nuove navi più innovative del settore in soli sei mesi e ora aggiungiamo due navi Seaside EVO al nostro piano industriale, posizionando la nostra presenza globale ancora più in alto. Ci aspettiamo la consegna di almeno una nuova nave ogni anno fino al 2026, con sei entrate in servizio tra il 2017 e il 2020” ha aggiunto Vago.

 

Giuseppe Bono, CEO di Fincantieri, ha dichiarato: “Siamo orgogliosi di aver condotto in porto un progetto così importante, per nuovo cliente e con una nave che è la più grande costruita finora in Italia. Questo dimostra non soltanto la capacità di soddisfare le esigenze degli armatori, ma anche lo straordinario livello operativo raggiunto da Fincantieri. Vorrei sottolineare infatti che la consegna di “Seaview”, unità gemella di “Seaside”, avverrà tra solo sei mesi in questo stesso cantiere”. Bono ha aggiunto: “In particolare, con MSC crediamo di aver realizzato una nave altamente innovativa, che segna un ulteriore salto di qualità sul piano tecnologico. Un simile traguardo ci ha permesso di fidelizzare il cliente con un ulteriore ordine per due nuove navi, che rappresenteranno una vera e propria evoluzione”.

 

In seguito al nuovo accordo tra MSC Cruises e Fincantieri, l’opzione iniziale per la costruzione di una terza nave di classe Seaside da consegnare nel 2021 è stata sostituita con la costruzione della prima delle due navi Seaside EVO. L’altra unità entrerà in servizio nel 2023.

 

Le principali caratteristiche chiave delle nuove Seaside EVO sono:

 

  • Lunghezza/Larghezza: 339m/41m
  • Stazza lorda: 169.380 tonnellate
  • Capacità massima (Passeggeri + equipaggio): 7.280 persone

 

Ideata per offrire ancora più spazio, Seaside EVO avrà dimensioni più grandi, più cabine, e anche uno Yacht Club più ampio, e avrà una capacità di 5.646 passeggeri. Allo stesso tempo, proprio come la classe Seaside, le navi Seaside EVO saranno equipaggiare con le più avanzate tecnologie ambientali, tra cui: un sistema Selective Catalytic Reduction (SCR), un avanzato sistema di controllo attivo delle emissioni, che riduce significativamente l’ossido di azoto (NOx) in azoto innocuo (N2) e acqua; la tecnologia di pulizia dei gas di scarico (EGC) per soddisfare le più severe normative sui gas di scarico in porto e nelle aree operative; sistemi avanzati di gestione e riciclaggio dei rifiuti; sistemi avanzati di trattamento delle acque – che vanno ben oltre gli standard normativi e soddisfano i più elevati standard del settore; e, un avanzato sistema di recupero di energia e calore. Le navi saranno ultra-idrodinamiche e grazie all’ottimizzazione delle linee dello scafo, alle eliche e ai timoni, unite all’ultima vernice antivegetativa, la resistenza alle onde sarà ulteriormente ridotta e sarà raggiunta una maggiore efficienza nei consumi. Attraverso le navi, ci sarà l’ultima generazione di dispositivi per il risparmio energetico e tutte le aree saranno dotate di illuminazione a LED. Le navi saranno ancora più idrodinamiche e grazie alle curve ottimizzate dello scafo, alle eliche e ai timoni, unite all’ultima vernice antivegetativa, la resistenza alle onde sarà ulteriormente ridotta e sarà raggiunta una maggiore efficienza nei consumi.

 

Con l’aggiunta di queste nuove navi, il piano industriale della Compagnia arriva adesso a comprendere la costruzione di 12 nuove navi entro il 2026, per un investimento complessivo di 10,5 miliardi di euro.

 

Durante la cerimonia di oggi, che ha reso omaggio alla ormai secolare tradizione marittima, Roberto Olivari, direttore dello stabilimento Fincantieri di Monfalcone, ha consegnato a Pier Paolo Scala, Comandante di MSC Seaside, un’ampolla contenente la prima acqua che la nave ha toccato con lo scafo quando è stata messa in mare all’inizio dell’anno. Al termine della cerimonia di consegna, MSC Seaside salperà per la prima volta verso Trieste. Da lì la nave intraprenderà il suo viaggio verso Miami per la “Naming Ceremony” che sarà celebrata il prossimo 21 dicembre.

 

MSC Seaside è la prima nave della generazione Seaside, un prototipo completamente nuovo che innalza ulteriormente i livelli dell’innovazione tecnologica e del design. Con una stazza lorda di 153.516 tonnellate e una capacità di 5.179 ospiti, questa è la seconda nave di nuova generazione che entra nella flotta MSC Crociere e la prima costruita da Fincantieri.

 

MSC Seaside avrà come homeport Miami e da lì inizierà a offrire crociere settimanali nei Caraibi alternando itinerari nei Caraibi orientali e nei Caraibi occidentali.

 

Sulla scia di MSC Seaside, la nave gemella MSC Seaview entrerà in servizio a giugno 2018, iniziando la sua stagione estiva nel Mediterraneo. Oggi alla cerimonia di consegna, Vago ha anche annunciato che MSC Seaview sarà battezzata a Civitavecchia il 2 giugno 2018.

 

 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ambiente

2 min

In arrivo l’ultima tranche dei 6,5 milioni di euro destinati ai Comuni per dotarsi dei piani energetici. È una delle iniziative rese note nell’ambito della quarta edizione dei “Green Salina energy days”, che si concluderà oggi. L’assessore regionale all’Energia, Daniela Baglieri, e il direttore generale del dipartimento Energia, Antonio Martini, hanno incontrato i sindaci dei […]

1 min

“La Tari, in base al nuovo piano economico finanziario, aumenterà per gli anni 2021-2023. Si dovranno pagare 21 milioni di euro che saranno equamente distribuiti nei tre anni. Per le famiglie è previsto un aumento di 30 euro”. Lo ha detto Girolamo Caruso, presidente della Rap, l’azienda che gestisce la raccolta dei rifiuti nel capoluogo […]

2 min

Completata la Rete regionale di monitoraggio della qualità dell’aria in Sicilia e il relativo Programma di valutazione che, attraverso 53 stazioni di rilevamento su tutto il territorio regionale, fornirà un’informazione completa sui livelli di inquinamento. Un intervento voluto dal governo Musumeci e realizzato attraverso Arpa Sicilia, che consente di superare definitivamente la procedura di infrazione europea e porre fine alla gestione […]

2 min

Si è svolta oggi – via webinar – la cerimonia di premiazione dell’ottava edizione di “Vai col Vento!”, il progetto formativo promosso da Erg con la collaborazione di Ancitel Energia Ambiente, sui temi legati alla produzione di energia da fonti rinnovabili e sostenibilità che ha coinvolto 201 classi di 59 scuole secondarie di primo grado […]

3 min

Alla Sicilia mancano 35 impianti per i rifiuti. A renderlo noto è CONAI, che nel suo studio Per uno sviluppo della raccolta differenziata nel Centro-Sud stima – per la prima volta in Italia – il fabbisogno impiantistico delle Regioni del Mezzogiorno in vista degli obiettivi di riciclo chiesti dall’Unione Europea al 2030. L’investimento necessario in […]