Sicilia Economia - News di economia, turismo e agricoltura in Sicilia.

Galbanino e Pandittaino: attività di co-marketing in Sicilia



I consumatori siciliani rappresentano un punto di riferimento importante sia per Pandittaino che per Galbanino l’Originale, prodotti caratterizzati da praticità d’uso e  golosità. Entrambi sono, infatti, profondamente radicati in Sicilia dove registrano risultati in continua crescita. Per potenziare questo rapporto, i due brand hanno avviato un’attività di co-marketing, fortemente voluta da entrambe le aziende, che si articolerà dal 15 aprile al 31 maggio 2021. Per Galbanino si tratta della prima azione di co-marketing territoriale. A questa campagna è legato il claim “Noi siciliani, cresciuti a pane e Galbanino” che evidenzia in maniera netta il legame con la tradizione, con i ricordi di infanzia e con le abitudini alimentari dei siciliani di tutte le età, dai più piccoli agli adulti facendo leva sul senso di appartenenza e sul piacere tutto casalingo di poter abbinare pane e Galbanino.

Il brand storico Galbani, fatto con 100% latte italiano, registra nell’Isola una quota di mercato del 75% contro il 73% del totale Italia. Le famiglie siciliane consumano questo prodotto tre volte di più rispetto al resto della Penisola. 

Significativa la quota di mercato anche per Pandittaino, prodotto dalla Cooperativa Agricola Valle del Dittaino nel cuore della regione, unica in Italia con doppia filiera certificata (per il grano tenero e per il grano duro), che nell’Isola registra il 50% del fatturato totale. Gli obiettivi alla base di questa operazione, sviluppata dall’agenzia di comunicazione Industria01, sono molteplici: consolidare il posizionamento dei due brand, aumentare l’engagement, incrementare le vendite dei due prodotti sia singolamente che in combinazione.

L’attività si svolgerà attraverso iniziative specifiche all’interno dei supermercati in tutta la Sicilia e nel normal trade dove saranno disponibili pendolini stopper a scaffale, calpestabili adesivi a pavimento, locandine e volantini nei quali si propone la combinazione dei due prodotti, taglio prezzo sulle referenze coinvolte che avranno un packaging dedicato e personalizzato. L’operazione coinvolge tutti formati di   Galbanino l’Originale, il formaggio a pasta filante dall’iconica forma cilindrica, nei formati da 230g, 270g, 550g e nei formati famiglia da 850g e 930g, e alcune referenze di Pandittaino che per questa attività ha scelto il tradizionale pane di semola di grano duro siciliano a fette, nella versione classica e integrale, la Muffoletta e il Maxi Burger di farina di grano tenero.

Attraverso una landing page dedicata (https://www.pandittaino.info/noi-siciliani-cresciuti-a-pane-e-galbanino/) saranno veicolati contenuti specifici che valorizzano la collaborazione e l’abbinamento dei due prodotti con consigli di utilizzo, informazioni sui valori nutrizionali, modalità d’uso e ricette nelle quali, grazie alla consulenza di chef locali, si valorizzano anche i prodotti tipici del territorio.  

La campagna di co-marketing dedicata alla Sicilia vede protagonisti i volti comuni dei siciliani a rappresentare le varie fasce di età di consumatori, ma anche luoghi particolarmente suggestivi e noti dell’Isola come la maestosa scalinata di Caltagirone, il borgo marinaro di Marzamemi, la splendida Scala dei Turchi (Agrigento), l’Isola bella di Taormina, i mulini e le saline dello Stagnone di Trapani.

“L’idea alla base di questa operazione -afferma la responsabile commerciale della Cooperativa Agricola Valle del Dittaino, Federica Savasta- è di mettere in risalto i valori della tradizione siciliana che Galbani condivide con noi. I nostri prodotti sono realizzati con grani coltivati dai nostri soci, controllati e con ricette antiche e genuine per una Filiera corta attenta alle esigenze di gusto e naturalità di tutti i consumatori”.

“Galbanino, il formaggio nato negli anni ’50, è molto apprezzato sul territorio siciliano -spiega il direttore marketing di Lactalis, Mauro Frantellizzi-. Abbiamo voluto legarci a un marchio forte in Sicilia come quello di Pandittaino che vanta 45 anni di esperienza. In questo modo vogliamo valorizzare una tradizione culinaria consolidata che si lega a valori emozionali potenti. Ci piace sottolineare, inoltre, il legame che abbiamo con la Sicilia e il riconoscimento nei confronti dei consumatori che da sempre ci premiano scegliendo i nostri prodotti”.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ambiente

2 min

In arrivo l’ultima tranche dei 6,5 milioni di euro destinati ai Comuni per dotarsi dei piani energetici. È una delle iniziative rese note nell’ambito della quarta edizione dei “Green Salina energy days”, che si concluderà oggi. L’assessore regionale all’Energia, Daniela Baglieri, e il direttore generale del dipartimento Energia, Antonio Martini, hanno incontrato i sindaci dei […]

1 min

“La Tari, in base al nuovo piano economico finanziario, aumenterà per gli anni 2021-2023. Si dovranno pagare 21 milioni di euro che saranno equamente distribuiti nei tre anni. Per le famiglie è previsto un aumento di 30 euro”. Lo ha detto Girolamo Caruso, presidente della Rap, l’azienda che gestisce la raccolta dei rifiuti nel capoluogo […]

2 min

Completata la Rete regionale di monitoraggio della qualità dell’aria in Sicilia e il relativo Programma di valutazione che, attraverso 53 stazioni di rilevamento su tutto il territorio regionale, fornirà un’informazione completa sui livelli di inquinamento. Un intervento voluto dal governo Musumeci e realizzato attraverso Arpa Sicilia, che consente di superare definitivamente la procedura di infrazione europea e porre fine alla gestione […]

2 min

Si è svolta oggi – via webinar – la cerimonia di premiazione dell’ottava edizione di “Vai col Vento!”, il progetto formativo promosso da Erg con la collaborazione di Ancitel Energia Ambiente, sui temi legati alla produzione di energia da fonti rinnovabili e sostenibilità che ha coinvolto 201 classi di 59 scuole secondarie di primo grado […]

3 min

Alla Sicilia mancano 35 impianti per i rifiuti. A renderlo noto è CONAI, che nel suo studio Per uno sviluppo della raccolta differenziata nel Centro-Sud stima – per la prima volta in Italia – il fabbisogno impiantistico delle Regioni del Mezzogiorno in vista degli obiettivi di riciclo chiesti dall’Unione Europea al 2030. L’investimento necessario in […]