Sicilia Economia - News di economia, turismo e agricoltura in Sicilia.

Istat: imprese del Sud a rischio alto o medio alto



In 11 regioni italiane almeno la metà delle imprese presenta almeno due di tre criticità che le denotano a rischio Alto o Medio-alto (riduzione di fatturato, seri rischi operativi e nessuna strategia di reazione alla crisi).

Di queste sette sono nel Mezzogiorno (Campania, Abruzzo, Basilicata, Calabria, Sicilia, Sardegna, Puglia), una al Nord (Provincia autonoma di Bolzano) e tre nel Centro Italia (Lazio, Umbria e Toscana). A fornire una prima mappa dell’impatto differenziato tra regioni che ha avuto la pandemia in corso è l’Istat che presenterà i dati nel dettaglio nel corso dell’evento on line, mercoledì 12 maggio alle ore 10.

imprese Istat

La crisi d’altra parte, spiega l’Istat nella nota di annuncio, “ha prodotto divisioni sul territorio sia a causa dell’applicazione di misure di contenimento della pandemia su base regionale, sia per la struttura produttiva più o meno specializzata nei settori di attività economica maggiormente colpiti. Ma è proprio questo ultimo aspetto che sembra abbia pesato di più”.

L’analisi , prosegue la nota, è frutto dell’integrazione delle informazioni raccolte dall’Istat con il Censimento permanente delle imprese, che fornisce informazioni sulla loro struttura e competitività e sui cambiamenti in atto del sistema produttivo, con il sistema dei registri statistici e con le due indagini speciali sulle imprese nella crisi sanitaria condotte nel corso del 2020. L’evento, che prevede la partecipazione del Ministro dello Sviluppo Economico, Giancarlo Giorgetti, è articolato in una sessione plenaria di scenario e otto sessioni parallele.

L’apertura della sessione plenaria, moderata da Fabio Rapiti (Istat), è affidata a Gian Carlo Blangiardo (Presidente Istat), seguono gli interventi di Francesco Maria Chelli (Istat), Alessandro Faramondi (Istat), Alessio De Vincenzo (Banca D’Italia), Vittoria Buratta (Istat). Le sessioni parallele sono dedicate ai focus regionali e al confronto con rappresentanti del mondo delle imprese, esponenti del Sistan e del mondo accademico. È inoltre previsto uno spazio dedicato alle domande e risposte prima della chiusura dei lavori.L’evento si svolge nella virtual venue Istat: la ricostruzione virtuale della storica sede dell’ente.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ambiente

1 min

Il governo Musumeci, su proposta dell’assessore regionale al Territorio e all’Ambiente, nell’ultima seduta di giunta ha approvato il Paf (Prioritized Action Framework), il Piano delle azioni prioritarie per la Rete Natura 2000 siciliana. Questo importante traguardo permetterà alla Regione Siciliana di garantire ogni investimento utile alla tutela e alla valorizzazione del capitale naturale regionale. L’approvazione […]

2 min

Si è insediato ieri il tavolo tecnico presieduto dall’assessore regionale per il Territorio e l’ambiente, Toto Cordaro, per definire la strategia regionale per lo sviluppo sostenibile “La Sicilia Sostenibile”, in linea con gli obiettivi di Agenda 2030. Al tavolo hanno partecipato i rappresentanti dei dipartimenti in capo agli assessorati della Regione Siciliana ed esperti esterni […]

4 min

L’aria siciliana migliora in termini di qualità e il mare è complessivamente in buona salute. È quanto emerge dai dati contenuti nell’Annuario dei dati ambientali 2021, elaborato dall’Arpa, Agenzia regionale per la protezione dell’ambiente. «L’annuario – spiega l’assessore regionale all’Ambiente, Toto Cordaro – raccoglie e rielabora in 175 pagine i dati ambientali siciliani di norma riferiti […]

2 min

Nel corso del 2020, attraverso i suo impianti, Siciliacque è riuscita a produrre circa 5.500.000 Kwh di energia elettrica da fonti rinnovabili (in particolare idroelettrico e solare), riducendo così l’impatto sull’ambiente e minimizzando i consumi nella gestione del ciclo dell’acqua. È questo uno dei principali dati contenuti nel bilancio di sostenibilità di Siciliacque, approvato ieri […]