Sicilia Economia - News di economia, turismo e agricoltura in Sicilia.

L’arancia rossa vince ancora: Oranfrizer premiata a Berlino



Il “made in Italy” vince ancora, Oranfrizer riceve l’Award Special & Different da Mark&Spencer per aver proposto un frutto diverso, speciale, unico; si tratta dell’arancia rossa, nello specifico delle nuove varietà vendute in questo mercato: Tarocco Ippolito, Lempso e Nocellare alle quali si unisce anche il Mandared, un mandarino dalla polpa rossa. Così le arance rosse coltivate in Sicilia, nella piana di Catania, ed esportate nel mondo da Oranfrizer, raccolgono un altro grande successo, stavolta tra i consumatori britannici attratti dal loro gusto unico dato dall’origine, e dalle altre rare caratteristiche come la pigmentazione della polpa e a volte anche della buccia che attirano molto l’attenzione dei consumatori rendendole distintive rispetto alle arance bionde comunemente presenti nei mercati.

[sam_pro id=1_2 codes=”true”]

Ed anche se inizialmente si compra con gli occhi, segue sempre il giudizio del palato: il sapore dell’arancia rossa è tra l’agre e il dolce, si fa subito riconoscere, regala un’esplosione al palato, si presenta particolare ma allo stesso tempo universalmente apprezzato in vari paesi del mondo. A stimolarne ulteriormente il consumo sono anche le importantissime proprietà nutrizionali, la loro ricchezza in Vitamina C e in antocianine che ne fanno uno scrigno prezioso. L’arancia rossa di Oranfrizer è stata ben presentata nei mercati britannici e una volta giunta sui banchi ortofrutta inglesi ha innalzato ulteriormente il livello della qualità dei frutti offerti ai consumatori, conquistando buone posizioni tra i prodotti innovativi venduti da M&S. Per questo la storica insegna della grande distribuzione Mark&Spencer ha scelto di premiare Oranfrizer tra tutti i suoi fornitori europei e globali, hanno riritrato l’award l’amministratore unico Nello Alba e l’export manager Sara Grasso.

[sam_pro id=1_2 codes=”true”]

Sara Grasso a seguito di questa premiazione afferma: “Questo riconoscimento premia da un lato la Oranfrizer che ha raggiunto un know how, una esperienza nella coltivazione e nella vendita delle molteplici varietà di arance rosse che non trova pari nello scenario della nostra produzione siciliana, dall’altro lato questo award arriva anche grazie a M&S che ha riconosciuto i nostri frutti come distintivi e li ha saputi proporre bene ai consumatori, comunicando il giusto valore e la qualità di questi frutti unici per origine, qualità, sapore e bellezza. Quando si punta sulla novità e sulla qualità, il risultato si vede nella vendita finale, al successo delle vendite dunque si aggiunge questo premio che ha superato le nostre aspettative.”

 

[sam_pro id=1_3 codes=”true”]

L’evento di premiazione organizzato Mark&Spencer nel City Cube Messe Berlin in contemporanea con il Fruit Logistica di Berlino (ancora in corso), ha rappresentato un momento di confronto utile per dialogare con la stampa europea e con i più importanti rappresentanti del settore alimentare dei rilevanti risultati annuali, sono state evidenziate le prestazioni dei migliori prodotti presenti nei mercati e i negozi più altovendenti, è stata una buona occasione per fissare nuove priorità e per stimolare l’innovazione, i progetti, le aree di interesse sulle quali puntare.

“L’arancia rossa continua ad affermarsi come uno dei frutti più rappresentativi del made in Italy – afferma Nello Alba – continueremo a puntare l’attenzione su questo frutto nei mercati nazionali e globali, come lo facciamo da oltre cinquant’anni. Ne terremo alto il profilo per custodirne il valore e migliorarne la performance di vendita nel tempo. Negli agrumeti siciliani ci prendiamo cura dei frutti ogni giorno, sin dalla loro fioritura e lungo tutta la filiera. Seguiamo tutte le fasi di produzione e presentiamo ogni virtù di questo frutto ai buyer che sono alla ricerca di specialità, di novità e di qualità; continueremo ad ampliare i confini dell’export dei nostri agrumi italiani, sono unici al mondo, e l’arancia rossa è il frutto ed il simbolo più sano della nostra isola siciliana, è ciò che di meglio possiamo offrire. Quando dopo le vendite di arance rosse all’estero arrivano anche questi sorprendenti riconoscimenti internazionali, ci sentiamo motivati a continuare con più entusiasmo il nostro impegnativo percorso di progresso e di continuo miglioramento.”

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ambiente

2 min

C’è ancora tanto da fare in Sicilia in tema di gestione e depurazione delle acque refluee urbane con una gestione contrassegnata dal caos frutto “di una infelice combinazione di incapacità politica e disorganizzazione tecnica”. E’ quello che scrive la commissione nazionale ecomafie nel rapporto finale sulla situazione in Sicilia. La commissione, guidata dal presidente Stefano […]

1 min

Il governo Musumeci, su proposta dell’assessore regionale al Territorio e all’Ambiente, nell’ultima seduta di giunta ha approvato il Paf (Prioritized Action Framework), il Piano delle azioni prioritarie per la Rete Natura 2000 siciliana. Questo importante traguardo permetterà alla Regione Siciliana di garantire ogni investimento utile alla tutela e alla valorizzazione del capitale naturale regionale. L’approvazione […]

2 min

Si è insediato ieri il tavolo tecnico presieduto dall’assessore regionale per il Territorio e l’ambiente, Toto Cordaro, per definire la strategia regionale per lo sviluppo sostenibile “La Sicilia Sostenibile”, in linea con gli obiettivi di Agenda 2030. Al tavolo hanno partecipato i rappresentanti dei dipartimenti in capo agli assessorati della Regione Siciliana ed esperti esterni […]

4 min

L’aria siciliana migliora in termini di qualità e il mare è complessivamente in buona salute. È quanto emerge dai dati contenuti nell’Annuario dei dati ambientali 2021, elaborato dall’Arpa, Agenzia regionale per la protezione dell’ambiente. «L’annuario – spiega l’assessore regionale all’Ambiente, Toto Cordaro – raccoglie e rielabora in 175 pagine i dati ambientali siciliani di norma riferiti […]