Sicilia Economia - News di economia, turismo e agricoltura in Sicilia.

Multifidi incorpora Co.Fi.San, il consorzio fidi sanitario siciliano



Multifidi, ha incorporato Co.fi.san, il consorzio fidi sanitario Siciliano. Il processo si è completato venerdì 14 maggio con l’approvazione definitiva durante l’assemblea straordinaria dei soci, tenuta dinanzi al notaio Maria Schembari di Ragusa, del progetto di fusione con la  conferma alla guida del C.d.A. uscente di Multifidi, nelle persone di Roberto Biscotto (Presidente), Fabio Migliore (Vice-presidente) e Salvo Adamo (Consigliere).

A seguito della fusione i 1.513 soci di Co.fi.San entrano in Multifidi e si aggiungono ai suoi 4.350 per un totale di 5.863 associati. La nuova denominazione sarà MultifidiCofisan.

Lo stock di garanzie rilasciate su finanziamenti erogati sale a € 104.275.334e garanzie in essere €. 68.234.458 supportate da un capitale sociale interamente versato di € 3.645.500 e da fondi rischi monetari complessivi di €. 9.886.386.

Con questi dati di bilancio, MultifidiCofisan diventa uno dei principali Confidi nel panorama siciliano confermandosi punto di riferimento per l’accesso al credito delle piccole e medie imprese e partner affidabile dei principali istituti di credito presenti nell’isola.

Il dott. Antonio Pacino, presidente di Co.fi.sandichiara: “In un panorama nazionale dove i confidi minori fanno fatica ad andare avanti e dove persistono situazioni di difficoltà determinate anche da un aumento degli adempimenti burocratici, abbiamo scelto la fusione con il consorzio Multifidi perché rappresenta nel panorama regionale uno dei pochi Confidi ad essere strutturato sia dal punto di vista organizzativo che commerciale”.

Ringrazio – afferma il presidente di MultifidiCofisan, Roberto Biscottoi Soci, il C.d.A. e il dott. Salvatore Gibiino già presidente di Co.fi.san per aver condiviso e supportato questa fusione attraverso la quale consolidiamo ulteriormente il patrimonio del Consorzio a beneficio delle imprese associate. Ringrazio in particolar modo il direttore generale di Co.fi.san. Andrea Pappalardo che con la sua esperienza e professionalità darà un nuovo impulso allo sviluppo del Consorzio anche a livello nazionale. Vorrei aggiungere infine che con questa fusione, dopo quella avvenuta con Pro.Fidi nel 2017, continua il processo di aggregazione con altri Confidi minori, con alcuni dei quali sono state già avviate delle interlocuzioni.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ambiente

2 min

In arrivo l’ultima tranche dei 6,5 milioni di euro destinati ai Comuni per dotarsi dei piani energetici. È una delle iniziative rese note nell’ambito della quarta edizione dei “Green Salina energy days”, che si concluderà oggi. L’assessore regionale all’Energia, Daniela Baglieri, e il direttore generale del dipartimento Energia, Antonio Martini, hanno incontrato i sindaci dei […]

1 min

“La Tari, in base al nuovo piano economico finanziario, aumenterà per gli anni 2021-2023. Si dovranno pagare 21 milioni di euro che saranno equamente distribuiti nei tre anni. Per le famiglie è previsto un aumento di 30 euro”. Lo ha detto Girolamo Caruso, presidente della Rap, l’azienda che gestisce la raccolta dei rifiuti nel capoluogo […]

2 min

Completata la Rete regionale di monitoraggio della qualità dell’aria in Sicilia e il relativo Programma di valutazione che, attraverso 53 stazioni di rilevamento su tutto il territorio regionale, fornirà un’informazione completa sui livelli di inquinamento. Un intervento voluto dal governo Musumeci e realizzato attraverso Arpa Sicilia, che consente di superare definitivamente la procedura di infrazione europea e porre fine alla gestione […]

2 min

Si è svolta oggi – via webinar – la cerimonia di premiazione dell’ottava edizione di “Vai col Vento!”, il progetto formativo promosso da Erg con la collaborazione di Ancitel Energia Ambiente, sui temi legati alla produzione di energia da fonti rinnovabili e sostenibilità che ha coinvolto 201 classi di 59 scuole secondarie di primo grado […]

3 min

Alla Sicilia mancano 35 impianti per i rifiuti. A renderlo noto è CONAI, che nel suo studio Per uno sviluppo della raccolta differenziata nel Centro-Sud stima – per la prima volta in Italia – il fabbisogno impiantistico delle Regioni del Mezzogiorno in vista degli obiettivi di riciclo chiesti dall’Unione Europea al 2030. L’investimento necessario in […]