Multifidi incorpora Co.Fi.San, il consorzio fidi sanitario siciliano



Multifidi, ha incorporato Co.fi.san, il consorzio fidi sanitario Siciliano. Il processo si è completato venerdì 14 maggio con l’approvazione definitiva durante l’assemblea straordinaria dei soci, tenuta dinanzi al notaio Maria Schembari di Ragusa, del progetto di fusione con la  conferma alla guida del C.d.A. uscente di Multifidi, nelle persone di Roberto Biscotto (Presidente), Fabio Migliore (Vice-presidente) e Salvo Adamo (Consigliere).

Multifidi

A seguito della fusione i 1.513 soci di Co.fi.San entrano in Multifidi e si aggiungono ai suoi 4.350 per un totale di 5.863 associati. La nuova denominazione sarà MultifidiCofisan.

Lo stock di garanzie rilasciate su finanziamenti erogati sale a € 104.275.334e garanzie in essere €. 68.234.458 supportate da un capitale sociale interamente versato di € 3.645.500 e da fondi rischi monetari complessivi di €. 9.886.386.

Con questi dati di bilancio, MultifidiCofisan diventa uno dei principali Confidi nel panorama siciliano confermandosi punto di riferimento per l’accesso al credito delle piccole e medie imprese e partner affidabile dei principali istituti di credito presenti nell’isola.

Il dott. Antonio Pacino, presidente di Co.fi.sandichiara: “In un panorama nazionale dove i confidi minori fanno fatica ad andare avanti e dove persistono situazioni di difficoltà determinate anche da un aumento degli adempimenti burocratici, abbiamo scelto la fusione con il consorzio Multifidi perché rappresenta nel panorama regionale uno dei pochi Confidi ad essere strutturato sia dal punto di vista organizzativo che commerciale”.

Ringrazio – afferma il presidente di MultifidiCofisan, Roberto Biscottoi Soci, il C.d.A. e il dott. Salvatore Gibiino già presidente di Co.fi.san per aver condiviso e supportato questa fusione attraverso la quale consolidiamo ulteriormente il patrimonio del Consorzio a beneficio delle imprese associate. Ringrazio in particolar modo il direttore generale di Co.fi.san. Andrea Pappalardo che con la sua esperienza e professionalità darà un nuovo impulso allo sviluppo del Consorzio anche a livello nazionale. Vorrei aggiungere infine che con questa fusione, dopo quella avvenuta con Pro.Fidi nel 2017, continua il processo di aggregazione con altri Confidi minori, con alcuni dei quali sono state già avviate delle interlocuzioni.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ambiente

3 min

Alla Sicilia mancano 35 impianti per i rifiuti. A renderlo noto è CONAI, che nel suo studio Per uno sviluppo della raccolta differenziata nel Centro-Sud stima – per la prima volta in Italia – il fabbisogno impiantistico delle Regioni del Mezzogiorno in vista degli obiettivi di riciclo chiesti dall’Unione Europea al 2030. L’investimento necessario in […]

5 min

Ad un anno dall’atto di costituzione, la Fondazione SOStain Sicilia entra nella fase operativa, con l’invito rivolto alle aziende siciliane verso l’iter di certificazione, sotto la guida del comitato scientifico della Fondazione.Gli obiettivi del programma, condivisi nel corso del webinar “SOStain è …”, moderato dalla giornalista Fernarda Roggero, firma de Il Sole 24 Ore,  sono stati elencati […]

3 min

Voi Technology, azienda svedese di micro-mobilità che offre servizi di sharing in partnership con le pubbliche amministrazioni locali, si fa promotrice del movimento della “Città in 15 minuti” proponendo soluzioni e innovazioni che contribuiranno allo sviluppo sostenibile e al miglioramento della mobilità del capoluogo. Voi Technology, una delle società in gara per il bando indetto […]

3 min

Liberarsi dalle discariche grazie a un costante aumento della raccolta differenziata e alla costruzione di un termovalorizzatore, forti del Piano regionale dei rifiuti, pubblicato in Gazzetta ufficiale lo scorso 9 aprile. Questo l’obiettivo del governo regionale, in linea con le indicazioni dell’Unione europea, per «porre rimedio a 30 anni di guasti e di opacità politiche […]