Sicilia Economia - News di economia, turismo e agricoltura in Sicilia.

Nebrodi, nasce il franchising Casaleni Natural Bio: la sfida di Salamone al tempo del Covid



Si chiama “ Casaleni Natural Bio” ed è  il primo  “green food franchising by Nebrodi” creato da Placido Salamone. Ha aperto i battenti lunedì 7 dicembre a Santo Stefano di Camastra, in provincia di Messina e, in tempi di Covid-19, rappresenta una sfida imprenditoriale.

Casaleni Natural Bio”,è  il primo franchising dedicato alla produzione agricola bio certificata creato nella Valle dell’Halaesa, in questo angolo di Sicilia, ai più sconosciuto ma ricco di storia, Un isola nell’ Isola, ai confini del Parco dei Nebrodi, tra la provincia di Palermo e quella della città dello Stretto.

Imprenditori non si nasce ma si  diventa  con una buona dose di umiltà, coraggio, studio, ricerca, passione, rischi e opportunità che nascono dalla crisi spiega Placido Salamone, 38 anni–  ultimo rampollo dei Baroni di Casaleni  – Mantenendo alta l’asticella della qualità e dell’originalità dell’offerta, investo nei valori della terra, dell’autenticità, sotto il segno dell’innovazione e della sostenibilità. Con Casaleni  Natural Bio- continua- si parte  dal rispetto della biodiversità dei territori, come quello della Valle dell’Halaesa  e della valorizzazione delle sue eccellenze agroalimentari per rispondere  alla ricerca sempre più ampia da parte dei consumatori, di cibi sani, biologici, a filiera corta e coltivati in modo affidabile ed etico”.

Dalla terra alla tavola, senza intermediari,  “Casaleni Natural bio”  è un  patto di fiducia tra produttori e consumatori. La  vision  contemporanea dal cuore antico che affonda le sue radici in oltre un secolo di storia della nobile famiglia Salamone che da   ben sei generazioni cura con  rispetto l’azienda agricola,  seguendo il ritmo delle stagioni, senza l’utilizzo di sostanze chimiche, per il benessere della salute e la salvaguardia del paesaggio.  Per un totale di circa  230 ettari, l’azienda agricola Casaleni si divide tra  Nicosia, in provincia di Enna,  dove ci sono gli allevamenti di bovini ed ovini e la produzione di cereali e Castel di Tusa, dove provincia di Messina dove si produce il pregiatissimo olio.

 

Il giovane  imprenditore Placido Salamone, dopo un periodo  di  di formazione presso prestigiose aziende toscane e napoletane, decide di scommettere in quel territorio dove è nata la sua famiglia, imprimendo un nuovo sprint. Nel  dna, la cura della terra è da sempre cultura d’impresa che lega business e sviluppo sostenibile. Il barone  Placido, come suo padre Benedetto discendono infatti da Mistretta,  dove i Salamone, alla fine del XVIII sec. e alla prima metà del XIX sec, dimostrarono intraprendenza imprenditoriale senza precedenti, ideatori di una forma nuova di conduzione armentistica, definita “società mistrettese”,  che diede  profitti economici vantaggiosi .Nel corso degli anni ’30 del XIX sec. la Compagnia Salamone gestivano ben tre grandi società armentiste ed un vero e proprio impero economico. Infatti il loro nome è legato da sempre all’allevamento del cavallo siciliano e, la Mandra Reale di Ficuzza, di cui, di generazione in generazione, dal 1834 e fino ai nostri giorni hanno perpetuato il ceppo genetico.

 

Placido Salamone, con il brand “Casaleni Natural Bio”, innesta innovazione alla tradizione. Se da una parte diversifica  la produzione agricola di famiglia puntando alla produzione orticola di qualità con la produzione di  pomodori Missouri e nel suo laboratorio a  Castel Di Tusa, chiude la filiera,  a km zero,  con la trasformazione delle materie prime, dall’altra è capofila  del progetto “ Salamone Synergy Group”. Un laboratorio sinergico di qualità realizzato al fine di offrire al pubblico una offerta meno frammentata e più vantaggiosa della più pregiata produzione di nicchia del territorio della Valle dell’Halaesa.

Nouvelle vague di un modo nuovo di concepire l’agricoltura quale asset fondamentale per la scoperta e la valorizzazione del territorio, Placido Salamone crea la “ Torre del Gusto.  Un progetto  2.0 che con l’omonimo canale youtube, declina in immagini e parole la  rara bellezza di luoghi poco conosciuti.

“Casaleni Natural Bio”, va oltre lo store. E’ lo stile di vita di un consumatore socialmente  consapevole e responsabile del benessere proprio e della sua famiglia che con il gesto semplice dell’acquisto, diventa “alleato” della tutela del patrimonio di  biodiversità.

Da lunedì 7 dicembre , a “ LuDesio” di Giuseppe Calandra Checco, in Corso Vittorio Emanuele, 75 a Santo Stefano di Camastra, la vasta gamma di prodotti della “Casaleni Natural Bio”    sarà proposta in un design che rispecchia il green concept aziendale. Tra il colore giallo del grano ed il verde dell’ulivo, core business dell’azienda,  si potrà scegliere tra circa 90 prodotti di produzione artigianale, a km zero, dal gusto unico. La passata classica, i pelati, i sughi aromatizzati con le materie prime e peculiari del territorio, introvabili altrove.  Placido Salamone ha deciso di metterci il “cuore” delle radici della sua famiglia proponendo i sughi  “Marinara” e “Casaleni” .  Se il primo ha in sé il profumo ed il sapore delle sarde del mare di Castel di Tusa, nell’altro, con i capperi e le olive,  “pesca” nella memoria collettiva dei tusani, raccontando il  territorio, sospeso tra  il mare ed i Nebrodi. Con il sugo “Casaleni”,  rende omaggio alle ricette della sua nobile famiglia. Nelle cucine di casa Casaleni, la passata di pomodoro esalta il gusto dei cardi selvatici insieme alle olive nere. Oltre  ai sughi, l’azienda agricola bio Casaleni, produce anche i pomodori secchi, amati  dai vegani, dal gusto versatile, dalla sfiziosa bruschetta alla pasta arricchita da gocce di quell’olio extravergine d’oliva bio dell’azienda che ne esalta il gusto. E’  il “Novello”, ottenuto  da cultivar pregiate, Santagatese , Ogliarola Messinese, tonda iblea e nocellara dell’ Etna, un blend dal sapore pieno ed armonioso che  esalta il gusto di qualsiasi tipo di piatto. E, tra le chicche, anche il “capuliato”di pomodori secchi, ottimo per condire spaghetti, crostini ma anche preparati a base di carne. Dal salato al dolce con le  confetture e le marmellate di frutta provenienti da aziende agricole bio certificate, “Casaleni Natural Bio”  ha creato un rapporto sinergico  anche con aziende vinicole del territorio messinese. In occasione delle festività natalizie, le ceste eco friendly  sono un prezioso regalo.

Dal dovere al piacere, per  Placido Salamone, l’ ecosostenibilità è una scelta tout court.  L’azienda Casaleni  ha posto la sua attenzione verso le discipline ecobiologiche, in particolare promuovendo azioni di ricerca per lo sviluppo di prodotti cosmetici di natura essenzialmente ecobiologica, certificata, in linea con le esigenze del mercato, perfettamente complementari ai prodotti cosmetici convenzionali con formulazione chimica.  “Casaleni natural bio” si prende cura della persona in modo naturale, senza l’utilizzo di parabeni, ma utilizzando i soli principi attivi biologici. Dal sapone al bagnoschiuma all’olio di oliva, dalla  linea agrumi per il corpo al gel all’aloe vera ed all’aloe arborescens, lenitivo ed antinfiammatorio, dalla detersione della pelle all’igiene intima, vasta la gamma di prodotti per la cura della bellezza e  per il benessere del corpo.

“Casaleni Natural Bio” arriva direttamente a casa in un click, grazie alla piattaforma commerciale, app FoodBarrio, scaricabile  da qualsiasi cellulare, dove si trovano  tutti i prodotti

dell’ azienda.

Con un  occhio alla qualità e l’altra al portafoglio,   “Casaleni Natural Bio”, ha come obiettivo la creazione di un rapporto che dura con il tempo con il suo  cliente/partner basato sulla fiducia reciproca, sul rispetto di quei valori di cui l’azienda da 150 anni, è testimone. Ha infatti creato la  fidelity card  che premia, con una serie di vantaggi, dalla scontistica all’abbattimento dei costi di spedizione, la fedeltà del cliente.

 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ambiente

2 min

In arrivo l’ultima tranche dei 6,5 milioni di euro destinati ai Comuni per dotarsi dei piani energetici. È una delle iniziative rese note nell’ambito della quarta edizione dei “Green Salina energy days”, che si concluderà oggi. L’assessore regionale all’Energia, Daniela Baglieri, e il direttore generale del dipartimento Energia, Antonio Martini, hanno incontrato i sindaci dei […]

1 min

“La Tari, in base al nuovo piano economico finanziario, aumenterà per gli anni 2021-2023. Si dovranno pagare 21 milioni di euro che saranno equamente distribuiti nei tre anni. Per le famiglie è previsto un aumento di 30 euro”. Lo ha detto Girolamo Caruso, presidente della Rap, l’azienda che gestisce la raccolta dei rifiuti nel capoluogo […]

2 min

Completata la Rete regionale di monitoraggio della qualità dell’aria in Sicilia e il relativo Programma di valutazione che, attraverso 53 stazioni di rilevamento su tutto il territorio regionale, fornirà un’informazione completa sui livelli di inquinamento. Un intervento voluto dal governo Musumeci e realizzato attraverso Arpa Sicilia, che consente di superare definitivamente la procedura di infrazione europea e porre fine alla gestione […]

2 min

Si è svolta oggi – via webinar – la cerimonia di premiazione dell’ottava edizione di “Vai col Vento!”, il progetto formativo promosso da Erg con la collaborazione di Ancitel Energia Ambiente, sui temi legati alla produzione di energia da fonti rinnovabili e sostenibilità che ha coinvolto 201 classi di 59 scuole secondarie di primo grado […]

3 min

Alla Sicilia mancano 35 impianti per i rifiuti. A renderlo noto è CONAI, che nel suo studio Per uno sviluppo della raccolta differenziata nel Centro-Sud stima – per la prima volta in Italia – il fabbisogno impiantistico delle Regioni del Mezzogiorno in vista degli obiettivi di riciclo chiesti dall’Unione Europea al 2030. L’investimento necessario in […]