Sicilia Economia - News di economia, turismo e agricoltura in Sicilia.

Palermo: Enel distribuzione rinnova rete elettrica



Palermo – Prosegue il piano di e-distribuzione, la società del gruppo Enel che gestisce la rete di distribuzione dell’energia elettrica, per il miglioramento della qualità del servizio fornito, in Sicilia, a cittadini e imprese.

Per la città di Palermo l’azienda ha realizzato, nel 2016, uno specifico piano di interventi, denominato Progetto Palermo, che Roberto Nisci, Responsabile Macro Area Sud di e-distribuzione, e Stefano Danesi, Responsabile DTR Sicilia, hanno illustrato stamattina alla presenza del Sindaco Leoluca Orlando.

Il Progetto Palermo prevedeva un importante e dettagliato piano di interventi finalizzato al potenziamento e all’ottimizzazione della rete elettrica a servizio del territorio. Con un investimento di circa 8,5 milioni di euro, il Progetto ha consentito di ammodernare 171 Cabine elettriche, di realizzare 12 nuove Cabine di trasformazione, di sostituire alcuni cavi in Media Tensione e di effettuare consistenti interventi anche sulla rete di Bassa Tensione.

Sempre nell’ambito di tale Progetto, sono state, inoltre, introdotte tecnologie innovative ed evolute per aumentare il telecontrollo degli impianti, l’efficienza della rete e, conseguentemente, ridurre il numero e la durata delle interruzioni del servizio elettrico.

Gli interventi per Mondello

Tra gli interventi effettuati nel 2016, particolarmente importante è stata la realizzazione, nella zona nord della città, di due nuovi Centri Satellite (denominati Olimpo e Galatea), che consentono una maggiore disponibilità di energia, stabilità e flessibilità di esercizio della rete elettrica di distribuzione nelle località di Mondello, a forte vocazione turistica, e nelle borgate di Tommaso Natale, Partanna Mondello e Cardillo, con particolare vocazione nel settore commerciale e terziario.

Un Centro Satellite, esteriormente simile a una Cabina Secondaria, contribuisce significativamente al miglioramento della qualità del servizio elettrico perché è un importante snodo di smistamento dell’energia: attraverso linee dedicate, riceve l’energia elettrica, in Media Tensione, direttamente da una Cabina Primaria e provvede a distribuirla nel territorio, ripartendo in maniera ottimale i carichi. Inoltre, grazie ad apparati con tecnologie di ultima generazione, che consentono di garantire un evoluto sistema di telecontrollo della rete, un Centro Satellite permette anche, in caso di guasto, di ridurre sia i tempi di ripristino del servizio elettrico, sia il numero di clienti eventualmente interessati.

A servizio dei due Centri Satellite sono state realizzate anche alcune linee elettriche interrate, in Media Tensione, funzionali alla loro alimentazione (o mutua rialimentazione in caso di guasto) e al loro collegamento con la rete elettrica già in esercizio. I lavori eseguiti consentono, infatti, di alimentare i due Centri Satellite da due impianti primari differenti (la Cabina Primaria di Pallavicino e quella di Tommaso Natale). A beneficiare direttamente della presenza di questi due impianti sono circa 15.000 clienti presenti in tale area, tra i quali, oltre a tante forniture residenziali, anche attività turistiche ricettive, centri commerciali, piccole e medie imprese.

Tanta l’attenzione di e-distribuzione per il territorio nell’esecuzione dei lavori: gli scavi per la posa dei cavi sono stati, infatti, eseguiti avvalendosi, principalmente, di tecnologia No-Dig (in particolare la Trivellazione Orizzontale Controllata) riducendo, così, rispetto agli scavi a cielo aperto, l’impatto sia sull’ambiente che sulla viabilità.

“Le attività realizzate da e-distribuzione, per il rinnovamento e il potenziamento della rete elettrica, – ha dichiarato, durante la presentazione, Roberto Nisci, Responsabile Macro Area Sud di e-distribuzione – ci permettono di migliorare ulteriormente l’affidabilità della nostra rete e di assicurare un livello elevato di qualità del servizio alla città di Palermo. Fondamentale, per la realizzazione di tale progetto, è stata la collaborazione fornita dagli enti coinvolti”.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ambiente

2 min

In arrivo l’ultima tranche dei 6,5 milioni di euro destinati ai Comuni per dotarsi dei piani energetici. È una delle iniziative rese note nell’ambito della quarta edizione dei “Green Salina energy days”, che si concluderà oggi. L’assessore regionale all’Energia, Daniela Baglieri, e il direttore generale del dipartimento Energia, Antonio Martini, hanno incontrato i sindaci dei […]

1 min

“La Tari, in base al nuovo piano economico finanziario, aumenterà per gli anni 2021-2023. Si dovranno pagare 21 milioni di euro che saranno equamente distribuiti nei tre anni. Per le famiglie è previsto un aumento di 30 euro”. Lo ha detto Girolamo Caruso, presidente della Rap, l’azienda che gestisce la raccolta dei rifiuti nel capoluogo […]

2 min

Completata la Rete regionale di monitoraggio della qualità dell’aria in Sicilia e il relativo Programma di valutazione che, attraverso 53 stazioni di rilevamento su tutto il territorio regionale, fornirà un’informazione completa sui livelli di inquinamento. Un intervento voluto dal governo Musumeci e realizzato attraverso Arpa Sicilia, che consente di superare definitivamente la procedura di infrazione europea e porre fine alla gestione […]

2 min

Si è svolta oggi – via webinar – la cerimonia di premiazione dell’ottava edizione di “Vai col Vento!”, il progetto formativo promosso da Erg con la collaborazione di Ancitel Energia Ambiente, sui temi legati alla produzione di energia da fonti rinnovabili e sostenibilità che ha coinvolto 201 classi di 59 scuole secondarie di primo grado […]

3 min

Alla Sicilia mancano 35 impianti per i rifiuti. A renderlo noto è CONAI, che nel suo studio Per uno sviluppo della raccolta differenziata nel Centro-Sud stima – per la prima volta in Italia – il fabbisogno impiantistico delle Regioni del Mezzogiorno in vista degli obiettivi di riciclo chiesti dall’Unione Europea al 2030. L’investimento necessario in […]