Sicilia Economia - News di economia, turismo e agricoltura in Sicilia.

Prosegue collaborazione fra Coexport Sicilia e Burkina Faso



Coexport Sicilia – consorzio per l’internazionalizzazione promosso da Sicindustria Ragusa – prosegue il suo percorso imprenditoriale in Africa, favorendo le opportunità di business in Burkina Faso.

 

Tutto è iniziato l’anno scorso, con la partecipazione al “1° Forum Economico Burkinabè”, tenutosi a Milano presso il Palazzo delle Stelline. In quella occasione, il Coexport ha presentato la sua attività ventennale di promozione dell’internazionalizzazione al servizio delle imprese siciliane davanti a una platea qualificata di imprenditori italiani e burkinabè, riscuotendo notevoli apprezzamenti.

 

L’evento, promosso dall’Ambasciata del Burkina Faso a Roma e dal Consolato Generale, ha marcato le reali potenzialità di sbocco commerciale in questa area geografica, che sta registrando una fase di particolare sviluppo del tessuto economico grazie a ingenti risorse messe a disposizione dal Governo di quel Paese per piani di investimento nei settori infrastrutturale, agricolo, agroalimentare, turistico, delle ICT e delle energie rinnovabili.

 

Grazie alla spinta imprenditoriale di alcune aziende consorziate, e in particolare della CER srl, società leader nella realizzazione di impianti fotovoltaici  nei Paesi Terzi, impegnata in prima linea – insieme alla Regran srl, Moime sas, Plast Project srl, Plastica Alfa Spa e Layer Electronics srl – in piani di investimento importanti in Africa, il Consorzio, nella persona del Suo Presidente dr. Mario Molé, assistito dalla direttrice del Coexport, D.ssa Mariantonietta Gurrieri, ha incontrato Madame  Bara, sindaca di Beguedo in visita a Ragusa, accompagnata dai vertici della CER, Ing. Gaetano Casetti e Dr.ssa Anna Maria Riccobene.

 

La città di Beguedo rappresenta un modello per tutto il Burkina Faso. È denominata “Piccola Italia” perché buona parte della popolazione maschile è emigrata in Italia. La comunità trae enormi vantaggi dalle rimesse degli emigrati che rappresentano anche il ponte verso la nostra cultura e un modello esemplare di integrazione. Madame Bara ha espresso la sua ferma intenzione di avviare con le nostre Istituzioni locali una fitta cooperazione nei settori dell’energia rinnovabile, dell’agricoltura, del turismo culturale e dell’industria agraria.

 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ambiente

2 min

In arrivo l’ultima tranche dei 6,5 milioni di euro destinati ai Comuni per dotarsi dei piani energetici. È una delle iniziative rese note nell’ambito della quarta edizione dei “Green Salina energy days”, che si concluderà oggi. L’assessore regionale all’Energia, Daniela Baglieri, e il direttore generale del dipartimento Energia, Antonio Martini, hanno incontrato i sindaci dei […]

1 min

“La Tari, in base al nuovo piano economico finanziario, aumenterà per gli anni 2021-2023. Si dovranno pagare 21 milioni di euro che saranno equamente distribuiti nei tre anni. Per le famiglie è previsto un aumento di 30 euro”. Lo ha detto Girolamo Caruso, presidente della Rap, l’azienda che gestisce la raccolta dei rifiuti nel capoluogo […]

2 min

Completata la Rete regionale di monitoraggio della qualità dell’aria in Sicilia e il relativo Programma di valutazione che, attraverso 53 stazioni di rilevamento su tutto il territorio regionale, fornirà un’informazione completa sui livelli di inquinamento. Un intervento voluto dal governo Musumeci e realizzato attraverso Arpa Sicilia, che consente di superare definitivamente la procedura di infrazione europea e porre fine alla gestione […]

2 min

Si è svolta oggi – via webinar – la cerimonia di premiazione dell’ottava edizione di “Vai col Vento!”, il progetto formativo promosso da Erg con la collaborazione di Ancitel Energia Ambiente, sui temi legati alla produzione di energia da fonti rinnovabili e sostenibilità che ha coinvolto 201 classi di 59 scuole secondarie di primo grado […]

3 min

Alla Sicilia mancano 35 impianti per i rifiuti. A renderlo noto è CONAI, che nel suo studio Per uno sviluppo della raccolta differenziata nel Centro-Sud stima – per la prima volta in Italia – il fabbisogno impiantistico delle Regioni del Mezzogiorno in vista degli obiettivi di riciclo chiesti dall’Unione Europea al 2030. L’investimento necessario in […]