Sicilia Economia - News di economia, turismo e agricoltura in Sicilia.



Quote tonno rosso, Sicilia protesta contro ripartizione

E’ stato firmato dal Ministero delle Politiche Agricole il decreto di ripartizione delle quote di pesca del tonno rosso che, ancora una volta, non ha tenuto in considerazione le richieste avanzate dalla Regione Sicilia, che aveva posto l’accento su una più equa ripartizione delle quote, invertendo la rotta di premiare pochi e penalizzare molti.

A darne notizia sono gli Assessori per la Pesca Mediterranea, Edy Bandiera e per le Attività Produttive, Mimmo Turano: “Abbiamo posto in essere tutte le iniziative che erano nelle nostre possibilità per scongiurare un triennio ancora di ingiustizie. Ravvisiamo che ci siano fondati motivi per impugnare questo decreto e proporre ricorso. Sarà nostra cura portare in Giunta di Governo la proposta di delibera per ricorrere avverso questo decreto”.

Era stato proprio l’Assessore Bandiera a febbraio scorso, alla luce degli aumenti progressivi del totale ammissibile di cattura del tonno rosso per il triennio 2018-2020, che riconosce all’Italia una quota pari a 3.894,13 tonnellate per l’annualità 2018 (vale a dire 589,31 tonnellate rispetto all’
annualità 2017), a chiedere contestualmente che le quote venissero distribuite in maniera proporzionale fra i diversi sistemi di pesca, con particolare considerazione alle imprese di pesca artigianale e alle tonnare fisse.

Nella fattispecie si chiedeva che venisse aumentata la quota riservata alla pesca col sistema del palangaro (pari al 14%) al fine di non penalizzare ulteriormente la flotta peschereccia siciliana, già in grave crisi, e di diminuire la quota assegnata al sistema di pesca della circuizione (pari al 75%), che penalizza estremamente i piccoli pescatori a vantaggio di una gestione di grandi imprese nel nome di un potere di mercato monopolistico.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ambiente

1 min

Un milione e 100 mila euro per adeguare gli impianti elettrici di tre dighe in Sicilia, tutte nell’Ennese. Lo prevede un bando del dipartimento dell’Acqua e dei rifiuti pubblicato sul sito istituzionale della Regione Siciliana. In particolare, nella diga Olivo, in contrada Gritti a Piazza Armerina, verranno eseguiti lavori su distribuzione esterna, cabina elettrica, due gruppi […]

2 min

C’è ancora tanto da fare in Sicilia in tema di gestione e depurazione delle acque refluee urbane con una gestione contrassegnata dal caos frutto “di una infelice combinazione di incapacità politica e disorganizzazione tecnica”. E’ quello che scrive la commissione nazionale ecomafie nel rapporto finale sulla situazione in Sicilia. La commissione, guidata dal presidente Stefano […]

1 min

Il governo Musumeci, su proposta dell’assessore regionale al Territorio e all’Ambiente, nell’ultima seduta di giunta ha approvato il Paf (Prioritized Action Framework), il Piano delle azioni prioritarie per la Rete Natura 2000 siciliana. Questo importante traguardo permetterà alla Regione Siciliana di garantire ogni investimento utile alla tutela e alla valorizzazione del capitale naturale regionale. L’approvazione […]

2 min

Si è insediato ieri il tavolo tecnico presieduto dall’assessore regionale per il Territorio e l’ambiente, Toto Cordaro, per definire la strategia regionale per lo sviluppo sostenibile “La Sicilia Sostenibile”, in linea con gli obiettivi di Agenda 2030. Al tavolo hanno partecipato i rappresentanti dei dipartimenti in capo agli assessorati della Regione Siciliana ed esperti esterni […]

4 min

L’aria siciliana migliora in termini di qualità e il mare è complessivamente in buona salute. È quanto emerge dai dati contenuti nell’Annuario dei dati ambientali 2021, elaborato dall’Arpa, Agenzia regionale per la protezione dell’ambiente. «L’annuario – spiega l’assessore regionale all’Ambiente, Toto Cordaro – raccoglie e rielabora in 175 pagine i dati ambientali siciliani di norma riferiti […]