Sicilia Economia - News di economia, turismo e agricoltura in Sicilia.

Regione siciliana, i fondi dei Comuni per coprire un buco di 36 milioni in bilancio



Un “errore tecnico” ha rischiato di far saltare i conti della Regione siciliana. Il giorno dopo Santo Stefano, il governo Crocetta è stato costretto a correre ai ripari approvando una delibera con la quale copre un buco di 36 milioni di euro creato da minori entrate relative all’imposta sul valore aggiunto.

Per ‘tamponare’ la falla, l’assessore regionale all’Economia, Alessandro Baccei, ha deciso di prendere le risorse dai fondi di riserva, in particolare il capitolo sull’Irpef da girare ai comuni. Dunque, per gli enti locali, in base ai nuovi calcoli, la Regione prevede 61,79 milioni di euro per il 2017 rispetto ai 97,84 iscritti nel bilancio di previsione depositato in Assemblea regionale siciliana e che sarà esaminato entro la fine di febbraio, prima della scadenza dell’esercizio provvisorio di due mesi, varato dall’aula nei giorni scorsi.

“Chiamare errore tecnico una svista colossale è un fatto gravissimo che pagheranno i comuni. Per questo errore tecnico della giunta Crocetta, i comuni siciliani vedranno tagliarsi oltre 36 milioni di euro di trasferimenti. Se non è uno scherzo, è proprio un pugno allo stomaco per i cittadini siciliani che vedranno sottrarsi dai propri Enti Locali, altri servizi già peraltro al lumicino”. E’ il commento del deputato M5S Giancarlo Cancelleri che appresa dall’agenzia Ansa del buco nei conti della Regione, chiede di conoscere materialmente quale sia la svista contabile di Palazzo d’Orleans. “Lo scaricabarile del Governo Crocetta – aggiunge Cancelleri – non ha nulla di eticamente accettabile, tanto nelle mille inadempienze di questa maggioranza, quanto, soprattutto, in questo caso in cui viene sottratto ai comuni, sempre più sul lastrico, denaro che serve materialmente per fare andare avanti gli Enti Locali. Una svista che si unisce a quella già segnalata in fase di manovra quando a novembre il governo Crocetta ha attivato un mutuo da 40 milioni proprio per i comuni. Le due cose insieme fanno capire la capacità di attenzione  ai comuni stessi. A pagare sono sempre i cittadini – sottolinea Cancelleri – e lo faranno due volte, uno per un mutuo per gli anni a seguire, uno per il taglio dei servizi su questi 36 milioni. Pretendiamo che l’assessore Baccei – conclude – venga a riferire in Aula all’Ars nella prima seduta disponibile già la settimana prossima”.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ambiente

1 min

Il governo Musumeci, su proposta dell’assessore regionale al Territorio e all’Ambiente, nell’ultima seduta di giunta ha approvato il Paf (Prioritized Action Framework), il Piano delle azioni prioritarie per la Rete Natura 2000 siciliana. Questo importante traguardo permetterà alla Regione Siciliana di garantire ogni investimento utile alla tutela e alla valorizzazione del capitale naturale regionale. L’approvazione […]

2 min

Si è insediato ieri il tavolo tecnico presieduto dall’assessore regionale per il Territorio e l’ambiente, Toto Cordaro, per definire la strategia regionale per lo sviluppo sostenibile “La Sicilia Sostenibile”, in linea con gli obiettivi di Agenda 2030. Al tavolo hanno partecipato i rappresentanti dei dipartimenti in capo agli assessorati della Regione Siciliana ed esperti esterni […]

4 min

L’aria siciliana migliora in termini di qualità e il mare è complessivamente in buona salute. È quanto emerge dai dati contenuti nell’Annuario dei dati ambientali 2021, elaborato dall’Arpa, Agenzia regionale per la protezione dell’ambiente. «L’annuario – spiega l’assessore regionale all’Ambiente, Toto Cordaro – raccoglie e rielabora in 175 pagine i dati ambientali siciliani di norma riferiti […]

2 min

Nel corso del 2020, attraverso i suo impianti, Siciliacque è riuscita a produrre circa 5.500.000 Kwh di energia elettrica da fonti rinnovabili (in particolare idroelettrico e solare), riducendo così l’impatto sull’ambiente e minimizzando i consumi nella gestione del ciclo dell’acqua. È questo uno dei principali dati contenuti nel bilancio di sostenibilità di Siciliacque, approvato ieri […]