Sicilia Economia - News di economia, turismo e agricoltura in Sicilia.

Sicilia, venerdì Poste chiuse per sciopero generale di settore



Resteranno chiusi venerdì in Sicilia gli uffici postali, per lo sciopero generale nazionale dei lavoratori delle Poste, proclamato da Cgil, Cisl, Confsal, Failp e Ugl. E anche nell’Isola i dipendenti scenderanno in piazza. Sfileranno a migliaia dalle 10,30 alle 13, a Palermo, da piazza Alcide de Gasperi alla sede regionale dell’azienda.

A darne notizia oggi la Slp Cisl Sicilia, che rende noto che nel capoluogo dell’Isola “arriveranno trenta pullman da tutte le province, oltre ai tantissimi lavoratori che si stanno organizzando con mezzo proprio, preoccupati per il futuro dell’azienda, dell’occupazione, e delle loro famiglie”. Inoltre, informa la Slp Cisl regionale che una delegazione di dipendenti delle sedi siciliane sarà presente a Roma davanti al palazzo delle Poste, all’Eur, per la manifestazione nazionale.

“Da mesi – precisa Giuseppe Lanzafame, segretario Slp Cisl Sicilia – tutte le organizzazioni sindacali manifestano, organizzano sit-in, levano denunce sui media e anche coinvolgendo politici di maggioranza e opposizione, per scongiurare la svendita di Poste ribadita dal Governo ancora nel Documento di programmazione presentato per il prossimo triennio”. Il sindacato dice no alla privatizzazione, spiega sottolineando che “chiediamo un nuovo assetto per il settore della logistica e del recapito ma che sia sostenuto da investimenti e non da tagli”.
Al no alla privatizzazione, però, si sommano altre ragioni di perplessità. E diversi motivi di disagio. Ne fa l’elenco la Cisl: “dalla disorganizzazione – si legge in una nota – per la quale assai spesso gli utenti ricevono la posta in ritardo, al clima di intimidazione che vige in azienda, con troppi procedimenti disciplinari”. Ancora: “ai ritardi ingiustificati nella trasformazione da part time a full time di 1000 ragazzi; alle pesanti pressioni commerciali”. Poi, c’è il doppio nodo, della “spregiudicatezza con cui ci si vorrebbe disfare di servizi a basso reddito e piccoli uffici, nonostante la loro pubblica utilità”; e della “inesistenza di un piano di sviluppo che sia davvero tale”: che garantisca cioè, puntualizza Lanzafame, i cittadini da una parte, gli oltre diecimila dipendenti siciliani e i 140 mila in tutta Italia, dall’altra.
In Sicilia, in base alle leggi sui servizi di pubblica utilità, puntualizza la Cisl, saranno aperti 44 sportelli su 900: per garantire servizi essenziali come l’accettazione, le raccomandate, i telegrammi.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ambiente

2 min

Nel corso del 2020, attraverso i suo impianti, Siciliacque è riuscita a produrre circa 5.500.000 Kwh di energia elettrica da fonti rinnovabili (in particolare idroelettrico e solare), riducendo così l’impatto sull’ambiente e minimizzando i consumi nella gestione del ciclo dell’acqua. È questo uno dei principali dati contenuti nel bilancio di sostenibilità di Siciliacque, approvato ieri […]

2 min

In arrivo l’ultima tranche dei 6,5 milioni di euro destinati ai Comuni per dotarsi dei piani energetici. È una delle iniziative rese note nell’ambito della quarta edizione dei “Green Salina energy days”, che si concluderà oggi. L’assessore regionale all’Energia, Daniela Baglieri, e il direttore generale del dipartimento Energia, Antonio Martini, hanno incontrato i sindaci dei […]

1 min

“La Tari, in base al nuovo piano economico finanziario, aumenterà per gli anni 2021-2023. Si dovranno pagare 21 milioni di euro che saranno equamente distribuiti nei tre anni. Per le famiglie è previsto un aumento di 30 euro”. Lo ha detto Girolamo Caruso, presidente della Rap, l’azienda che gestisce la raccolta dei rifiuti nel capoluogo […]

2 min

Completata la Rete regionale di monitoraggio della qualità dell’aria in Sicilia e il relativo Programma di valutazione che, attraverso 53 stazioni di rilevamento su tutto il territorio regionale, fornirà un’informazione completa sui livelli di inquinamento. Un intervento voluto dal governo Musumeci e realizzato attraverso Arpa Sicilia, che consente di superare definitivamente la procedura di infrazione europea e porre fine alla gestione […]

2 min

Si è svolta oggi – via webinar – la cerimonia di premiazione dell’ottava edizione di “Vai col Vento!”, il progetto formativo promosso da Erg con la collaborazione di Ancitel Energia Ambiente, sui temi legati alla produzione di energia da fonti rinnovabili e sostenibilità che ha coinvolto 201 classi di 59 scuole secondarie di primo grado […]