Siracusa: aggiornato protocollo di contrasto al Covid nei luoghi di lavoro


Oggi pomeriggio, nella sede di Confindustria Siracusa, si è riunito il Comitato paritetico costituito dal Presidente della sezione imprese metalmeccaniche di Confindustria Siracusa, Giovanni Musso e i Segretari generali di categoria Fim, Fiom e Uilm, rispettivamente Angelo SardellaAntonio Recano e Santo Genovese.  Il Comitato  si è riunito per aggiornare il protocollo  del giugno del 2020 a seguito del provvedimento del 6 aprile 2021 sottoscritto tra le organizzazioni nazionali dei sindacati e degli imprenditori. 

Il nuovo accordo ha rivisto in diversi punti il protocollo con l’obiettivo di fornire ai datori di lavoro indicazioni operative aggiornate, finalizzate ad incrementare, negli ambienti di lavoro, l’efficacia delle misure precauzionali di contenimento per contrastare i contagi da COVID-19.  In particolare,  contiene linee guida  per agevolare le imprese nell’adozione di protocolli di sicurezza anti-contagio e chiarisce  che  la prosecuzione delle attività produttive può  avvenire solo in condizioni che assicurino alle persone che lavorano adeguati livelli di protezione, in caso contrario vi è la sospensione dell’attività fino al ripristino delle condizioni di sicurezza.

“È obiettivo prioritario coniugare la prosecuzione delle attività produttive con la garanzia di condizioni di salubrità e sicurezza degli ambienti di lavoro e delle modalità lavorative. Un dato degno di nota – dice Giovanni Musso, Presidente degli imprenditori metalmeccanici di Confindustria Siracusa – è che il nuovo protocollo prevede importanti novità che riguardano principalmente l’uso di particolari Dpi e la riammissione in azienda dei lavoratori positivi dopo il 21°  giorno,  solo con tampone molecolare  o antigenico negativo effettuato in una struttura accreditata o autorizzata dal servizio sanitario. Il principio cardine  è assicurare la massima sicurezza ai lavoratori e vigilare sulla corretta applicazione delle linee guida nelle aziende del Polo Industriale Siracusano a salvaguardia delle vite dei lavoratori, delle loro famiglie e dell’intera comunità  – ha concluso Musso. 

“Occorre osservare scrupolosamente – hanno detto i Segretari FIM, FIOM e UILM Angelo SardellaAntonio Recano e Santo Genovese   – le disposizioni  contenute  nei protocolli di contrasto alla diffusione del Covid, in quanto è importante la collaborazione di tutta la filiera produttiva  per prevenire e contrastare la diffusione della pandemia. La sicurezza dei lavoratori è condizione essenziale per il proseguo delle attività. il Sindacato continuerà a stimolare i lavoratori a prestare la massima attenzione al rispetto delle regolamentazioni, del documento di valutazione dei rischi aziendali e ad utilizzare correttamente i D.P.I. messi a disposizione dal datore di lavoro”. 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ambiente

3 min

Partirà il 21 giugno il percorso formativo Gestire i rifiuti tra legge e tecnica, organizzato da Conai (Consorzio Nazionale Imballaggi) e dal Dipartimento di Ingegneria dell’Università degli Studi di Palermo: ottanta laureati in materie scientifiche, economiche o giuridiche avranno la possibilità di frequentare gratuitamente il programma, articolato in ventiquattro moduli. Le candidature sono aperte: ci […]

3 min

Con un ricorso giurisdizionale promosso dinanzi al Tar Palermo, l’Associazione Siciliantica aveva impugnato, per asseriti vizi procedimentali e irregolarità nell’iter autorizzativo, il provvedimento con cui l’Assessorato dell’Energia e dei servizi di Pubblica Utilità, in esito ad un procedimento di riesame, aveva annullato la determina con la quale era stata disposta la decadenza dell’autorizzazione all’apertura e […]

4 min

Bando per la mobilità sostenibile al Sud rivolto alle organizzazioni di terzo settore di Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sardegna e Sicilia. Attraverso questa nuova iniziativa, la Fondazione CON IL SUD mette a disposizione 4,5 milioni di euro per incentivare la diffusione, nelle abitudini e nei comportamenti dei cittadini, di una nuova cultura della mobilità che […]