Sicilia Economia - News di economia, turismo e agricoltura in Sicilia.

Turismo a Palermo: cartina di quartiere autofinanziata dai commerciati



Il Quadrilatero di Sant’Eligio, il quartiere storico degli argentieri, in pieno Centro a Palermo ci riprova. Dopo aver costituito il Comitato per la creazione del Centro Commerciale Naturale punta adesso sul prossimo turismo estivo. E lo fa  scommettendo su turismo interno e internazionale!

Un lungo lavoro di gruppo, svolto durante la serrata per l’ emergenza Covid, ha portato, grazie ad una autotassazione tra i commercianti e i proprietari di B&B della zona, alla realizzazione di una cartina artistica di quartiere dove vengono messe insieme le bellezze storiche di questa importante via del Centro storico assieme alle tante offerte culturali e di svago che la realtà del Quadrilatero può offrire ai visitatori.

Saranno distribuite da domani, sabato,  le oltre 5mila cartine turistiche realizzate affinché i prossimi turisti che sceglieranno Palermo potranno scegliere il Quadrilatero di Sant’Eligio come metà preferita per una passeggiata, per ammirare le tante vetrine dei gioiellieri o un aperitivo serale. “Finalmente i commercianti storici di via Meli – dichiara Giacomo Bacile, terza generazione di argentieri – si sono messi insieme e hanno cominciato a collaborare per rilanciare questo storico quartiere di Palermo che merita sicuramente più di quanto fino ad ora ha avuto”. 

Una strada questa, via Meli, che diventa strategica nel percorso pedonale e turistico che il Comune di Palermo ha definito. Via Meli, infatti, può essere la “ Via – Salotto storico” della città che accompagna il turista verso il porto storico de La Cala dopo aver visitato il centro storico. Una strada che chiude il progetto di circuito pedonale e turistico da poco rilanciato di via Amari – via Ruggero e via Maqueda. “Pur con tutti i sacrifici che i commercianti del quartiere fanno – spiega Massimo Mirabella, ideatore del prossimo Centro Commerciale Naturale Quadrilatero di Sant’Eligio – soffriamo ancora per l’assenza delle istituzioni. Dal 2018 si attende che il Coime ultimi la collocazione dei dissuasori lungo via Meli per evitare la sosta delle auto. Le macchine posteggiate lungo questa storica strada non apportato niente in termini di commercio. 

Lungo via Meli, anzi, sono considerate un elemento di disturbo estetico da parte del turista. Speriamo che il Comune si decida a ultimare la collocazione dei dissuasori che da tanto attendiamo e che dia finalmente seguito all’ultima delibera, dello scorso febbraio, che appunto confermava proprio alla semipedonalizzaizone della zona. Ad oggi non abbiamo i dissuasori che eviterebbero la sosta selvaggia su via Meli anche se sulla carta sono già collocati”! 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ambiente

2 min

Nel corso del 2020, attraverso i suo impianti, Siciliacque è riuscita a produrre circa 5.500.000 Kwh di energia elettrica da fonti rinnovabili (in particolare idroelettrico e solare), riducendo così l’impatto sull’ambiente e minimizzando i consumi nella gestione del ciclo dell’acqua. È questo uno dei principali dati contenuti nel bilancio di sostenibilità di Siciliacque, approvato ieri […]

2 min

In arrivo l’ultima tranche dei 6,5 milioni di euro destinati ai Comuni per dotarsi dei piani energetici. È una delle iniziative rese note nell’ambito della quarta edizione dei “Green Salina energy days”, che si concluderà oggi. L’assessore regionale all’Energia, Daniela Baglieri, e il direttore generale del dipartimento Energia, Antonio Martini, hanno incontrato i sindaci dei […]

1 min

“La Tari, in base al nuovo piano economico finanziario, aumenterà per gli anni 2021-2023. Si dovranno pagare 21 milioni di euro che saranno equamente distribuiti nei tre anni. Per le famiglie è previsto un aumento di 30 euro”. Lo ha detto Girolamo Caruso, presidente della Rap, l’azienda che gestisce la raccolta dei rifiuti nel capoluogo […]

2 min

Completata la Rete regionale di monitoraggio della qualità dell’aria in Sicilia e il relativo Programma di valutazione che, attraverso 53 stazioni di rilevamento su tutto il territorio regionale, fornirà un’informazione completa sui livelli di inquinamento. Un intervento voluto dal governo Musumeci e realizzato attraverso Arpa Sicilia, che consente di superare definitivamente la procedura di infrazione europea e porre fine alla gestione […]

2 min

Si è svolta oggi – via webinar – la cerimonia di premiazione dell’ottava edizione di “Vai col Vento!”, il progetto formativo promosso da Erg con la collaborazione di Ancitel Energia Ambiente, sui temi legati alla produzione di energia da fonti rinnovabili e sostenibilità che ha coinvolto 201 classi di 59 scuole secondarie di primo grado […]