Turismo esperienziale, presentato accordo tra Cna e Airbnb

Oltre 300 operatori economici siciliani, tra aziende, artigiani e guide turistiche, hanno preso parte alla giornata formativa che aprirà loro le porte della piattaforma online di Airbnb, grazie alla quale potranno far conoscere e vendere le esperienze nel mondo. Il progetto, pronto per decollare, nasce da un accordo con la Cna, confederazione nazionale degli artigiani e delle piccole e medie imprese. I due partner,  assieme, hanno lanciato, a Catania,  il link  www.airbnb.com/cna  attraverso cui verranno  inserite sul portale i “pacchetti”, destinati ad una vastissima platea: sono 300 milioni gli utenti iscritti ad Airbnb. L’importante novità, in tutte le sue sfaccettature,  è stata illustrata  nel corso di un evento, organizzato dalla Cna Sicilia, ospitato nel centro fieristico “Le Ciminiere”, nell’ambito dell’Expo nazionale “Cambiovita”.

Al termine dei lavori, culminati con il corso, incentrato sui modi, tempi, modalità di relazioni  e requisiti di iscrizione, tenuto da Nicole Mandelli, italian trip manager di Airbnb, sono stati consegnati gli attestati di partecipazione, indispensabili per accedere al portale dedicato. “Non possiamo che essere soddisfatti per la risposta ricevuta in termini di interesse e di presenze  – ha affermato il segretario della Cna Sicilia, Piero Giglione durante il suo intervento – superata questa prima fase, ci prepareremo subito per affrontare la seconda. Attraverso le nostre strutture territoriali e le competenze acquisite dal personale, al quale sono state già trasferite le adeguate e opportune conoscenze, seguiremo e accompagneremo tecnicamente le esperienze  all’interno della piattaforma. Sarà una grande occasione per il rilancio del turismo siciliano facendo leva sull’artigianato di qualità e le sulle eccellenze del territorio che saranno certamente il cuore pulsante di questa nuova e avvincente sfida”.

“Stiamo facendo un grande lavoro di squadra – ha puntualizzato  il presidente regionale della Cna, Nello Battiato –  per provare, in assenza di una vera politica economica da parte delle Istituzioni,  a ridare respiro e sviluppo al tessuto produttivo attraverso le nostre forze e i nostri piani strategici di intervento. A tutti va il mio,  il nostro, sincero ringraziamento, a partire dalla CNA territoriale di Catania, con in testa la presidente Franceschini e il segretario Milazzo, per la cura dell’aspetto logistico ed organizzativo della manifestazione, senza dimenticare  l’ideatrice di “Expò Cambiovita”, Barbara Mirabella, per la sensibilità mostrata, avendoci messo a disposizione la sua vetrina nazionale, nella quale la nostra iniziativa bene si innesta e alla quale ha dato un sicuro valore aggiunto”.

Il Focus Cna,  legato al tema delle “Opportunità della Rete”, ha proposto una serie di interessanti momenti, arricchiti anche dagli interventi dei vertici nazionali di Cna Turismo e Commercio: il coordinatore Cristiano Tomei, e il presidente Luca Tonini. Entrambi hanno sottolineato l’importanza dell’accordo stipulato a livello centrale con Aribnb, ritenendolo “uno strumento importante per spingere il mercato che ruota attorno al turismo, in particolare quello Esperienziale di cui la Sicilia e l’Italia rappresentano le destinazioni più gradite e gettonate, verso importanti traguardi. Questo settore muove milioni di turisti,  intercettarli ed indirizzarli significherebbe rivitalizzare in modo forte e concreto l’intera filiera. Noi ci stiamo lavorando”.

E per l’occasione a Catania si è mobilitato  l’intero apparato Cna Sicilia: hanno offerto un prezioso apporto ai lavori anche la vice presidente nazionale Turismo e Commercio, con delega all’Esperienziale, Maria Ianglaieva Gallitto, i massimi esponenti regionali del Raggruppamento, il presidente Francesco Di Natale, e il segretario Stefano Rizzo, il responsabile regionale dell’Esperienziale, Pierfilippo Spoto. Ed ancora, il segretario regionale Agroalimentare, Tindaro Germanelli.  Assente, perché impegnato in Aula alle prese con l’esame della Finanziaria, l’assessore regionale alla Formazione, Roberto Lagalla. Sono, invece, puntualmente arrivati nella città etnea i massimi rappresentanti della Federazione Italiana Cuochi: il presidente Rocco Pozzulo e il segretario generale Salvatore Bruno.

 

Il contributo della loro struttura regionale ha caratterizzato l’ora di pranzo, quando sono state protagoniste le eccellenze agroalimentari dell’isola a firma Cna: riflettori puntati prima sullo show cooking esperienziale a palco, a cura dei produttori della Confederazione  e di Seby Sorbello presidente Fic Promotion,  e poi su una serie di esperienze al piatto. E la cultura popolare siciliana è stata protagonista anche attraverso le danze  e i balli del prestigioso gruppo Val d’Akragas, premio speciale Unesco 1977.

Un altro significativo  passaggio della lunga e intesa giornata, moderata dal direttore del Tg5 Gusto, Gioacchino Bonsignore, si è consumato con la presentazione dell’intesa, in fase di definizione, tra il Comune di Catania e Airbnb in tema di tassa di soggiorno. Grazie all’impegno della CNA, dopo Palermo, anche Palazzo degli Elefanti  potrà raccogliere i frutti. In buona sostanza, il colosso online si impegnerà a raccogliere  e versare nelle casse del Municipio etneo l’imposta pagata dagli ospiti che alloggiano negli immobili commissionati attraverso la piattaforma online. Presente il sindaco Enzo Bianco.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.