Sicilia Economia - News di economia, turismo e agricoltura in Sicilia.

Turismo: Messina tra le province più economiche d’Italia in agosto



La Sicilia è una delle destinazioni estive più economiche d’Italia. Sciacca, Gioiosa Marea e Monte Etna sono le mete più economiche ad agosto, mentre Taormina e San Vito Lo Capo le più costose. Sono i dati emersi da uno studio effettuato da Holidu, motore di ricerca per case vacanze leader a livello mondiale, che sta molto concentrando l’attenzione sul territorio italiano. Per questo studio, effettuato nel gennaio di quest’anno, sono stati analizzati i prezzi delle case vacanza di oltre 300 destinazioni in Italia e nel mondo.

In questa classifica, guidata dalla regione Veneto, la Sicilia si colloca al 12esimo posto nella scala di valore dei costi degli affitti stagionali. La ​Sardegna​, considerata l’isola in diretta concorrenza con la Sicilia nel ramo del turismo, risulta essere la 5° in graduatoria; una meta estiva più costosa con un prezzo medio di 165€ ​in alta stagione​. La divisione tra nord e sud della Sicilia, sempre secondo lo studio di Holidu, evidenzia che la parte nord della trinacria presenta le località di mare con i costi più elevati in alta stagione: la provincia di Trapani ​con​ 138€,​ seguita dalla provincia di ​Messina​ con ​135€​, a chiudere la provincia di Palermo​ con una spesa media di ​119€​ in alta stagione. Nel sud dell’isola si distinguono invece le due province di ​Siracusa ​a ​120€​ e di ​Ragusa ​a ​119€​ di media nella settimana di agosto. Le più economiche sono invece ​Enna​ e ​Caltanissetta​, rispettivamente ​71€​ e ​77€​ in alta stagione.

Punta Secca (Ragusa) la più costosa in alta stagione

Tra le principali località costiere di tre regioni del sud Italia come Sicilia, Calabria e Puglia, quelle siciliane offrono sistemazioni generalmente più vantaggiose, mettendo a disposizione prezzi concorrenziali nei periodi più ricercati dell’anno;​ ​la località di ​Punta Secca​ in provincia di Ragusa ad esempio, è la più costosa con ​130€​ in alta stagione (effetto Montalbano), mentre la località di ​Porto Empedocle ​in provincia di Agrigento è la destinazione più economica con una spesa media di​ 110€​ per un alloggio durante l’alta stagione.

I Prezzi medi delle località turistiche più famose

Per questa particolare classifica Holidu ha analizzato le località di 7 province con sbocco a mare. Dai dati emerge che ​Taormina ​con ​191€​ e​ San Vito Lo Capo​ con​ 158€​, rispettivamente in provincia di Messina e di Trapani, sono le due destinazioni che risultano più costose nella ricerca di un alloggio durante la fase estiva di maggiore interesse. Al contrario, ​Sciacca​, in provincia di Agrigento, mantiene prezzi concorrenziali in media tutto l’anno, con ​83€​ in alta stagione e ​77€​ in bassa stagione. ​Sciacca, tra l’altro, ​risulta essere comunque tra le più vantaggiose presenti in tutto lo stivale, seguita da altri due comuni di mare poco più costosi, ​Monte Etna ​con​ 99€ ​e​ Gioiosa Marea​ con​ 91€​ in alta stagione.

Ortigia la pià economica

Un discorso a parte va fatto per le isole e gli arcipelaghi della Sicilia, un richiamo di forte interesse vivo quasi tutto l’anno. L’arcipelago delle Eolie è una delle mete estive della regione tra le più costose e turistiche di sempre; delle 7 isole che lo compongono, ​Panarea​ detiene il titolo di isola con il più elevato costo degli affitti durante l’intero arco dell’anno, con ben ​450€​ a notte in media. Il clima favorevole anche a settembre permette di arrivare a​ ​costi medi addirittura più elevati del 13% rispetto ad agosto:. A seguire, con circa la metà dell’importo per l’affitto di un alloggio, l’isola di ​Stromboli​, anch’essa parte dell’arcipelago delle Eolie, vede il prezzo medio in alta stagione arrivare a​ 241€​. ​Levanzo​, isola dell’arcipelago delle Egadi, può diventare invece una soluzione molto interessante durante la bassa stagione con prezzi medi per le abitazioni pari a​ 72€​; un importo circa 7 volte inferiore rispetto alla spesa media sull’isola di Panarea nell’arco dello stesso periodo. L’​Isola di Ortigia​ è la più economica di tutte le isole, sia in alta che in bassa stagione, con un prezzo che oscilla sui ​100€​.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ambiente

1 min

Il governo Musumeci, su proposta dell’assessore regionale al Territorio e all’Ambiente, nell’ultima seduta di giunta ha approvato il Paf (Prioritized Action Framework), il Piano delle azioni prioritarie per la Rete Natura 2000 siciliana. Questo importante traguardo permetterà alla Regione Siciliana di garantire ogni investimento utile alla tutela e alla valorizzazione del capitale naturale regionale. L’approvazione […]

2 min

Si è insediato ieri il tavolo tecnico presieduto dall’assessore regionale per il Territorio e l’ambiente, Toto Cordaro, per definire la strategia regionale per lo sviluppo sostenibile “La Sicilia Sostenibile”, in linea con gli obiettivi di Agenda 2030. Al tavolo hanno partecipato i rappresentanti dei dipartimenti in capo agli assessorati della Regione Siciliana ed esperti esterni […]

4 min

L’aria siciliana migliora in termini di qualità e il mare è complessivamente in buona salute. È quanto emerge dai dati contenuti nell’Annuario dei dati ambientali 2021, elaborato dall’Arpa, Agenzia regionale per la protezione dell’ambiente. «L’annuario – spiega l’assessore regionale all’Ambiente, Toto Cordaro – raccoglie e rielabora in 175 pagine i dati ambientali siciliani di norma riferiti […]

2 min

Nel corso del 2020, attraverso i suo impianti, Siciliacque è riuscita a produrre circa 5.500.000 Kwh di energia elettrica da fonti rinnovabili (in particolare idroelettrico e solare), riducendo così l’impatto sull’ambiente e minimizzando i consumi nella gestione del ciclo dell’acqua. È questo uno dei principali dati contenuti nel bilancio di sostenibilità di Siciliacque, approvato ieri […]