Sicilia Economia - News di economia, turismo e agricoltura in Sicilia.

UniCredit, al via il 16 febbraio Start Up Plus



Oltre alla nuova edizione di Start Lab, la piattaforma di business dedicata alle start up e alle PMI innovativeUniCredit lancia Start Up Plus con l’obiettivo di mettere a disposizione di tutto l’ecosistema dell’innovazione il proprio know how di settore maturato in questi anni. Il programma di StartUp Plus partirà il 16 e 17 febbraio con un primo ciclo di 2 webinar gratuiti e accessibili da tutti in video streaming.

UniCredit: aperta la call per Start Lab 2021

 Le iscrizioni per Start Lab 2021 rimarranno aperte fino al 20 aprile

UniCredit Start Lab, la piattaforma di business e innovazione di UniCredit che sostiene le startup e PMI italiane “Tech” ad alto potenziale, riparte nella sua ottava edizione con molte conferme e una novità.

La novità di quest’anno è rappresentata da StartUp Plus, un nuovo format esclusivamente digitale aperto a tutte i protagonisti dell’ecosistema dell’innovazione italiano, in particolare a quelle startup che vogliono consolidare il proprio percorso d’impresa.

Il programma di StartUp Plus partirà a febbraio con un primo ciclo di 2 webinar gratuiti e accessibili da tutti in video streaming.

L’appuntamento è per il 16 e 17 Febbraio 2021 dalle 9.30 alle 12.00, con due incontri intitolati, rispettivamente, “Elementi virtuosi ed errori da evitare nello sviluppo di una startup” e “Strumenti e opportunità per finanziare le startup innovative”, nel corso dei quali alcuni dei protagonisti di Start Lab – professionisti, mentor e partner ma anche esperti ed opinion leader del mondo dell’innovazione – metteranno a fattor comune buone pratiche e strategie di successo apprese e affinate sul campo.

Parallelamente prende il via la call dell’edizione 2021 di UniCredit StartLab che conferma tutti i punti di forza che hanno portato, nelle precedenti 7 edizioni, all’analisi di 5.300 progetti imprenditoriali di nuova generazione e all’accompagnamento di 350 start up verso percorsi di crescita aumentandone le opportunità di business, lo sviluppo dal punto di vista manageriale, e la visibilità sul mercato.

Le aziende selezionate a far parte di Start Lab, in particolare, potranno accedere a specifici servizi fra cui:

  • la possibilità di partecipare ad attività strutturate di business e investment matching con controparti industriali e finanziarie del network di UniCredit;
  • training manageriale avanzato, tramite la Startup Academy e workshop tematici; un programma di mentorship personalizzata con professionisti ed esperti dell’ecosistema dell’innovazione; 
  • assegnazione di un gestore UniCredit dedicato al supporto alla crescita. Previsto anche un riconoscimento in denaro da 10.000 euro per il migliore progetto presentato per ognuno dei settori chiave.

Anche per il 2021, i settori di riferimento per UniCredit Start Lab sono:

1) Innovative Made in Italy (agrifood, moda, design, turismo, meccanica, robotica, nanotecnologie e Industry 4.0)

2) Digital (mobile apps, internet of things, servizi e piattaforme B2B, sistemi cloud, hardware e intelligenza artificiale)

3) Life Science (biotecnologie, farmaceutica, dispositivi medici, digital health care e tecnologie assistive)

4) Clean Tech (efficienza energetica, energie rinnovabili, trattamento dei rifiuti e mobilità sostenibile)

Le iscrizioni per Start Lab 2021 rimarranno aperte fino al 20 aprile al link https://www.unicreditstartlab.eu/it/startup/iscrizione.html

Dichiara Andrea Casini, Co-Ceo Commercial Banking Italy di UniCredit“Tra gli effetti della particolare congiuntura che stiamo vivendo rientrano la forte accelerazione dei processi innovativi e la digitalizzazione che ha impattato tutti gli attori dell’economia. In questo contesto le start up e le PMI ad alto contenuto innovativo possono svolgere un ruolo rilevante, fornendo risposte e soluzioni a situazioni mai incontrate prima. Le 600 candidature ricevute nella scorsa edizione di UniCredit Start Lab sono la prova concreta che l’ecosistema italiano dell’innovazione è più vivo che mai. Ci auspichiamo inoltre che il trend di crescita della presenza femminile tra i neo-imprenditori sostenuti possa consolidarsi e crescere ancora tanto da superare la quota del 25% delle start-up selezionate raggiunta nel 2020”.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ambiente

2 min

C’è ancora tanto da fare in Sicilia in tema di gestione e depurazione delle acque refluee urbane con una gestione contrassegnata dal caos frutto “di una infelice combinazione di incapacità politica e disorganizzazione tecnica”. E’ quello che scrive la commissione nazionale ecomafie nel rapporto finale sulla situazione in Sicilia. La commissione, guidata dal presidente Stefano […]

1 min

Il governo Musumeci, su proposta dell’assessore regionale al Territorio e all’Ambiente, nell’ultima seduta di giunta ha approvato il Paf (Prioritized Action Framework), il Piano delle azioni prioritarie per la Rete Natura 2000 siciliana. Questo importante traguardo permetterà alla Regione Siciliana di garantire ogni investimento utile alla tutela e alla valorizzazione del capitale naturale regionale. L’approvazione […]

2 min

Si è insediato ieri il tavolo tecnico presieduto dall’assessore regionale per il Territorio e l’ambiente, Toto Cordaro, per definire la strategia regionale per lo sviluppo sostenibile “La Sicilia Sostenibile”, in linea con gli obiettivi di Agenda 2030. Al tavolo hanno partecipato i rappresentanti dei dipartimenti in capo agli assessorati della Regione Siciliana ed esperti esterni […]

4 min

L’aria siciliana migliora in termini di qualità e il mare è complessivamente in buona salute. È quanto emerge dai dati contenuti nell’Annuario dei dati ambientali 2021, elaborato dall’Arpa, Agenzia regionale per la protezione dell’ambiente. «L’annuario – spiega l’assessore regionale all’Ambiente, Toto Cordaro – raccoglie e rielabora in 175 pagine i dati ambientali siciliani di norma riferiti […]