Sicilia Economia - News di economia, turismo e agricoltura in Sicilia.

Unicredit: Fabi, accordo con uscite anticipate e assunzioni



Fabi ha firmato con Unicredit il Verbale di integrazione dell’Accordo dell’aprile 2020 in tema di ricadute sul perimetro Italia del Piano Team 23. Lo rende noto l’organizzazione sindacale, secondo la quale sono previste in questo modo uscite anticipate e nuove assunzioni presso le filiali del gruppo.

“Abbiamo ottenuto che ci debba essere l’assoluta volontarietà del singolo lavoratore nell’adesione alla proposta aziendale, di seguito esplicitata”, spiega in una nota la Fabi, spiegando che “la platea riguarda il personale che già ha aderito al piano esodi Team 23 ed appartenente a strutture interessate da processi di semplificazione e razionalizzazione delle funzioni di governo e supporto”. Secondo il sindacato “l’azienda ha precisato che non riguarderà le strutture di rete che, per quanto ovvio, non possono reggere in questo frangente ulteriori uscite (saranno pertanto escluse le figure commerciali a riporto gerarchico dei Regional Manager ) e le Strutture Tecnologiche del perimetro Group Digital & Information”A questi/e Lavoratori/Lavoratrici, nel numero massimo di 350, verrà offerta la possibilità di anticipare l’uscita dall’attività lavorativa il 1° dicembre 2021”, aggiunge Fabi.

Assoluta volontarietà del singolo lavoratore nell’adesione alla proposta aziendale, di seguito esplicitata.

La platea riguarda il personale che già ha aderito al piano esodi Team 23 ed appartenente a strutture interessate da processi di semplificazione e razionalizzazione delle Funzioni di governo e supporto.

Inoltre l’azienda ha precisato che non riguarderà le strutture di rete che, per quanto ovvio, non possono reggere in questo frangente ulteriori uscite( saranno pertanto escluse le figure commerciali a riporto gerarchico dei Regional Manager ) e le Strutture Tecnologiche del perimetro Group Digital & Information.

A questi/e Lavoratori/Lavoratrici, nel numero massimo di 350, verrà offerta la possibilità di anticipare l’uscita dall’attività lavorativa il 1° dicembre 2021.

Personale già aderente al piano esodi Team 2023 con finestra pensionistica entro il 1° febbraio 2028 e fruizione delle prestazioni straordinarie del Fondo di Solidarietà.

Coloro che hanno finestra pensionistica entro 1° febbraio 2028 e fruizione delle prestazioni Straordinarie del Fondo di Solidarietà, potranno, volontariamente, accedere il 01.12.2021 alla sezione Ordinaria del Fondo di Solidarietàper un numero variabile di mesi in funzione e fino alla propria cessazione dal servizio e data di accesso alla Sezione Straordinaria. Sarà inoltre corrisposto un incentivo aggiuntivo, rispetto a quanto già previsto dall’accordo 2 aprile 2020, pari al differenziale tra assegno ordinario lordo percepito durante la permanenza nella Sezione Ordinaria del Fondo di Solidarietà ed il 75% dell’ultima retribuzione lorda (calcolata come 1/13° della RAL).  Tale incentivo verrà corrisposto, al momento della cessazione dal servizio per accesso al Fondo di Solidarietà Straordinario, ad integrazione del TFR.

L’assegno lordo previsto per le prestazioni ordinarie è pari al 60% della retribuzione lorda mensile, su base annua, nel limite dei massimali previsti. E’ soggetta al regime IRPEF ordinario e alle addizionali locali. Lo stesso sarà erogato in 12 mensilità.

Non è ammessa alcuna attività lavorativa in favore di soggetti terzi, in ragione del fatto che il rapporto di lavoro non si interrompe.

I massimali mensili previsti dall’art.10, comma 2, del D.I. n.83486/2014 per l’assegno ordinario, aggiornati per l’anno 2021, nonché le retribuzioni mensili di riferimento per l’applicazione degli stessi sono i seguenti :

Retribuzione mensile lorda in €  Massimali (euro) Assegno Ordinario
Inferiore a 2.184,241.186,29
Compresa tra 2.184,24 – 3.452,741.367,35
Superiore a 3.452,74​1.727,41

Esempio: 

Retribuzione mensile lorda in servizio (1/13 RAL): 4.000 euro

Importo assegno sezione ordinaria 60% con Cap 1.727,41 euro (valore annuo 2021 per fascia più alta).

Calcolo incentivo: 75% di 4.000 = 3.000: 3.000-1.727,41 = 1.272,59 Incentivo per ogni mensilità di permanenza alla sezione ordinaria del Fondo di Solidarietà.

Anche per effetto dell’aggiornamento della normativa sull’aspettativa di vita, l’azienda potrà anticipare corrispondentemente la cessazione dal servizio degli aderenti interessati rispetto alla data inizialmente prevista – con contestuale accesso alla sezione straordinaria del Fondo di Solidarietà – sino alla durata massima di permanenza nel Fondo di Solidarietà di 60 mesi.

In coerenza con quanto già disposto con l’art. 3, comma 1, lett c), dell’Accordo 28 giugno 2014, per il periodo di sospensione dell’attività di lavoro antecedente l’ingresso nella Sezione Straordinaria del Fondo di Solidarietà gli interessati fruiranno altresì delle seguenti misure:

·       versamento all’Inps, a carico del Fondo di Solidarietà, della contribuzione correlata per tutte le giornate di sospensione dell’attività lavorativa (sia per la quota azienda che per quella lavoratore);

·       nessuna riduzione nel computo del TFR;

·       nessuna riduzione della contribuzione aziendale a forme di previdenza complementare; 

·       mantenimento di UniCA e altre coperture di natura assicurative previste per i dipendenti in servizio; 

·       mantenimento delle agevolazioni tempo per tempo previste per i dipendenti in servizio. 

Resta ferma la possibilità per il personale part-time di richiedere il rientro a full time per il mese precedente l’accesso alla sezione straordinaria del Fondo di Solidarietà.

Personale già aderente al piano esodi Team 2023 con finestra pensionistica entro il 1° gennaio 2024.

Coloro che hanno finestra pensionistica entro il 1° gennaio 2024 (maturazione requisito sino al 31.12.23) potranno, volontariamente, accedere il 01.12.2021 alla sezione Straordinaria del Fondo di Solidarietàcon permanenza fino alla decorrenza del primo requisito pensionistico, mantenendo, eccezionalmente invariato, l’incentivo già previsto, nochè tutte le previsioni stabilite all’art.7 dell’Accordo 02.04.2020 e relativi allegati concernenti l’accesso alle prestazioni Straordinarie del Fondo di Solidarietà.

L’azienda ha comunicato che le persone interessate saranno contattate dal proprio HR di riferimento e dovranno formalizzare la domanda di accesso al Fondo previsto entro il 5 novembre 2021con le modalità che verranno indicate dall’azienda.

Nuova occupazione e assunzioni in filiale e rientro in agenzia dei lavoratori in Smart Personal.

In tema di buona e nuova occupazione si è nuovamente confermato e ribadito la validità dell’impianto che prevede una nuova assunzione ogni due uscite volontarie.

Sulle assunzioni abbiamo richiesto ed ottenuto che le stesse vengano effettuate sulla rete fisica (filiali),  anche attraverso l’osmosi dal Direct e favorendo in tal modo gli avvicinamenti/trasferimenti in genere. 

Ai fini delle richieste di rientro dei Lavoratori di UniCredit Direct verso le filiali ubicate nelle rispettive zone di provenienza degli stessi, verranno presi in considerazione, come elementi di priorità, l’anzianità di servizio in U.C.D. e le domande di trasferimento giacenti al 15-11-2021.

Abbiamo inoltre ottenuto che per tali assunzioni si attinga, in via prioritaria, dal bacino dei tempi determinati in essere (“stagionali”), consentendo di fatto tempi di ingresso più  rapidi; le assunzioni si realizzeranno comunque entro e non oltre il primo trimestre 2022.

L’azienda ha confermato che i restanti lavoratori operanti nell’Area Smart Personal  rientreranno in agenzia nelle prossime settimane.

Infine abbiamo acquisito che il percorso professionale,relativo all’intero periodo svolto in qualità di Consulente Smart Personal sia valorizzatoper intero ai fini del riconoscimento previsto dall’Accordo sulla valorizzazione delle figure professionali del 04-02-2017 e 08-05-2019; tali previsioni necessitano di una formalizzazione attraverso l’integrazione dei citati Accordi.

L’impianto complessivo, sopra riportato, consente di riportare in Agenzia i Lavoratori, illo tempore, spostati in Area Smart Personal e di inserire nuove assunzioni; passo importante, seppur non esaustivo, nel percorso di necessario e non più eludibile rafforzamento degli organici di Rete.

Seppur in un contesto di evidente difficoltà per le Lavoratrici e di Lavoratori delle Agenzie, riteniamo come questo passaggio contribuisca positivamente ad un percorso di oggettiva implementazione e crescita degli organici in Rete,cui dare seguito nelle trattative e negli incontri a venire.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ambiente

2 min

Si è insediato ieri il tavolo tecnico presieduto dall’assessore regionale per il Territorio e l’ambiente, Toto Cordaro, per definire la strategia regionale per lo sviluppo sostenibile “La Sicilia Sostenibile”, in linea con gli obiettivi di Agenda 2030. Al tavolo hanno partecipato i rappresentanti dei dipartimenti in capo agli assessorati della Regione Siciliana ed esperti esterni […]

4 min

L’aria siciliana migliora in termini di qualità e il mare è complessivamente in buona salute. È quanto emerge dai dati contenuti nell’Annuario dei dati ambientali 2021, elaborato dall’Arpa, Agenzia regionale per la protezione dell’ambiente. «L’annuario – spiega l’assessore regionale all’Ambiente, Toto Cordaro – raccoglie e rielabora in 175 pagine i dati ambientali siciliani di norma riferiti […]

2 min

Nel corso del 2020, attraverso i suo impianti, Siciliacque è riuscita a produrre circa 5.500.000 Kwh di energia elettrica da fonti rinnovabili (in particolare idroelettrico e solare), riducendo così l’impatto sull’ambiente e minimizzando i consumi nella gestione del ciclo dell’acqua. È questo uno dei principali dati contenuti nel bilancio di sostenibilità di Siciliacque, approvato ieri […]

2 min

In arrivo l’ultima tranche dei 6,5 milioni di euro destinati ai Comuni per dotarsi dei piani energetici. È una delle iniziative rese note nell’ambito della quarta edizione dei “Green Salina energy days”, che si concluderà oggi. L’assessore regionale all’Energia, Daniela Baglieri, e il direttore generale del dipartimento Energia, Antonio Martini, hanno incontrato i sindaci dei […]

1 min

“La Tari, in base al nuovo piano economico finanziario, aumenterà per gli anni 2021-2023. Si dovranno pagare 21 milioni di euro che saranno equamente distribuiti nei tre anni. Per le famiglie è previsto un aumento di 30 euro”. Lo ha detto Girolamo Caruso, presidente della Rap, l’azienda che gestisce la raccolta dei rifiuti nel capoluogo […]