Sicilia Economia - News di economia, turismo e agricoltura in Sicilia.

Banche: accordo per passaggio di 5.107 dipendenti ex Ubi da Intesa Sanpaolo a Bper



È stato firmato nella notte, dalla Fabi e dalle altre organizzazioni sindacali con i gruppi Intesa Sanpaolo e Bper, l’accordo relativo alla cessione delle 624 filiali di Ubi a Bper. Massima tutela per le 5.107 lavoratrici e lavoratori coinvolti nel trasferimento del ramo d’azienda, stabilito con gli impegni Antitrust nell’ambito dell’offerta pubblica di acquisto e scambio di Intesa su Ubi. Il passaggio degli sportelli e del relativo personale a Bper (la maggior parte di Ubi, il resto proveniente da Intesa) si concretizzerà nei primi mesi del 2021.

Nel dettaglio, l’accordo riguarda le cessioni di due distinti rami d’azienda: 587 sportelli e 4.727 lavoratori della rete Ubi, 37 filiali e 295 addetti di Intesa Sanpaolo, 85 dipendenti di Ubis.L’accordo sottoscritto garantisce il rapporto di una assunzione ogni due uscite, sempre su base volontaria, anche per il personale “ceduto” in Bper, in linea con quanto definito dalle organizzazioni sindacali e Intesa nell’Opas su Ubi.

Quanto alle tutele, le lavoratrici e i lavoratori che passano a Bper mantengono il proprio “status quo”, sia dal punto di vista economico sia dal punto di vista normativo: l’armonizzazione, nel gruppo Bper – che terrà conto anche degli accordi sulle politiche commerciali siglati in Bper, Intesa, e Ubi – si concluderà entro il 31 dicembre 2021 e fino a quella data restano in vigore pattuizioni e contratti integrativi di provenienza. «Siamo soddisfatti dell’accordo dal quale prendono il via due grandi nuovi Gruppi bancari, è un ottimo strumento per tutelare i lavoratori nelle parti economiche e normative acquisite nel tempo. Tutti i 5.107 lavoratori di Intesa Sanpaolo potranno affrontare questo momento cruciale ed impegnativo della loro vita lavorativa con maggior serenità. Il difficile momento che stiamo attraversando amplifica le difficoltà, ma i lavoratori devono sapere, questo accordo lo dimostra, che la Fabi è qui pronta ad ascoltarli, a vigilare e approntare gli strumenti che possono ridare fiducia e serenità per quanto ci compete e oltre. Altre tutele arriveranno dagli accordi di armonizzazione che il sindacato gestirà entro la fine del 2021.

È stato inoltre confermato il rapporto di 2 uscite in esodo o pensione con 1 nuova assunzione nei territori interessati dalle uscite» commenta il segretario nazionale Fabi, Giuseppe Milazzo. «I lavoratori di Ubi e Intesa Sanpaolo ceduti entrano in Bper dalla porta principale, con il pieno rispetto della loro storia e della loro professionalità, che sarà determinante per la riuscita del progetto industriale. Questo è un accordo inclusivo che fornisce risposte concrete a tutti: ai lavoratori che entreranno in Bper, ai colleghi che saranno coinvolti nel processo di integrazione informatica che si svilupperà nei prossimi mesi e anche ai più giovani con assunzioni a tempo indeterminato» osserva il segretario nazionale Fabi, Mattia Pari.​

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ambiente

1 min

Il governo Musumeci, su proposta dell’assessore regionale al Territorio e all’Ambiente, nell’ultima seduta di giunta ha approvato il Paf (Prioritized Action Framework), il Piano delle azioni prioritarie per la Rete Natura 2000 siciliana. Questo importante traguardo permetterà alla Regione Siciliana di garantire ogni investimento utile alla tutela e alla valorizzazione del capitale naturale regionale. L’approvazione […]

2 min

Si è insediato ieri il tavolo tecnico presieduto dall’assessore regionale per il Territorio e l’ambiente, Toto Cordaro, per definire la strategia regionale per lo sviluppo sostenibile “La Sicilia Sostenibile”, in linea con gli obiettivi di Agenda 2030. Al tavolo hanno partecipato i rappresentanti dei dipartimenti in capo agli assessorati della Regione Siciliana ed esperti esterni […]

4 min

L’aria siciliana migliora in termini di qualità e il mare è complessivamente in buona salute. È quanto emerge dai dati contenuti nell’Annuario dei dati ambientali 2021, elaborato dall’Arpa, Agenzia regionale per la protezione dell’ambiente. «L’annuario – spiega l’assessore regionale all’Ambiente, Toto Cordaro – raccoglie e rielabora in 175 pagine i dati ambientali siciliani di norma riferiti […]

2 min

Nel corso del 2020, attraverso i suo impianti, Siciliacque è riuscita a produrre circa 5.500.000 Kwh di energia elettrica da fonti rinnovabili (in particolare idroelettrico e solare), riducendo così l’impatto sull’ambiente e minimizzando i consumi nella gestione del ciclo dell’acqua. È questo uno dei principali dati contenuti nel bilancio di sostenibilità di Siciliacque, approvato ieri […]