Sicilia Economia - News di economia, turismo e agricoltura in Sicilia.

Beni confiscati, Nuti (Cinque Stelle): “La legge farsa del Pd”



«Il Pd vuole approvare una legge farsa sui beni confiscati, piena di conflitti d’interessi che non agevola l’iter dei sequestri e che mette in mano una torta da 25 miliardi a Invitalia, che le cronache descrivono come un carrozzone pubblico e nota macchina clientelare e inefficiente». È questa la denuncia di Riccardo Nuti, parlamentare membro della commissione Antimafia.

«A breve il testo sui beni confiscati – spiega il deputato – arriverà in Senato e il Pd sta facendo carte false, come già fatto alla Camera, per affidare la gestione di un così ricco patrimonio a una società diventata famosa negli anni per aver registrato pesanti bilanci in rosso e per il fallimento di una grande quantità di aziende che nel corso del tempo le sono state affidate. Le cose non cambieranno di una virgola con Invitalia, che ci ha abituato a gestioni dissennate».

«In più – continua Nuti – si registreranno pesanti conflitti d’interessi perché, senza la benché minima trasparenza, la maggioranza vuole creare dei comitati di supporto nella gestione dei beni, dove siederanno soggetti tra i quali sindacati, Confindustria, associazioni e politici. E lo stesso vuole fare anche all’interno dell’Agenzia per i Beni Confiscati (ANBSC), che in questo modo verrà inspiegabilmente snaturata. Come se non bastasse, i limiti inseriti sugli amministratori giudiziari saranno un clamoroso bluff dato che non sono accompagnati da vincoli reali né da tetti massimi a compensi o sanzioni in caso di nomine illegittime, col rischio concreto che ci saranno altri “casi Saguto”».

«Già alla Camera – sottolinea invece Nuti – noi abbiamo proposto una soluzione, chiara ed efficiente, con la Destinazione anticipata, con precise garanzie sia per lo Stato che per l’acquirente». In questo modo, «la destinazione delle aziende, inclusa la vendita, avverrebbe sin dalla confisca di primo grado, cioè al termine della fase di sequestro, in modo da concedere sufficiente tempo alle autorità per valutare le possibilità di prosecuzione aziendale e per rimettere l’azienda all’interno del circuito economico legale».

«Invece di creare comitati per i soliti amici e avvantaggiare inutili carrozzoni – conclude Nuti – bisogna fare in modo che l’Agenzia, oltre ad avere più risorse tecniche ed economiche, abbia un ruolo attivo prima della confisca e non nella fase finale dell’iter come vuole questa scellerata maggioranza con questa legge. Ancora una volta il partito di Renzi si vanta di aver trovato la soluzione, ma invece è soltanto la nuova faccia di uno stesso problema, che resta e, anzi, così si aggraverà».

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ambiente

2 min

Nel corso del 2020, attraverso i suo impianti, Siciliacque è riuscita a produrre circa 5.500.000 Kwh di energia elettrica da fonti rinnovabili (in particolare idroelettrico e solare), riducendo così l’impatto sull’ambiente e minimizzando i consumi nella gestione del ciclo dell’acqua. È questo uno dei principali dati contenuti nel bilancio di sostenibilità di Siciliacque, approvato ieri […]

2 min

In arrivo l’ultima tranche dei 6,5 milioni di euro destinati ai Comuni per dotarsi dei piani energetici. È una delle iniziative rese note nell’ambito della quarta edizione dei “Green Salina energy days”, che si concluderà oggi. L’assessore regionale all’Energia, Daniela Baglieri, e il direttore generale del dipartimento Energia, Antonio Martini, hanno incontrato i sindaci dei […]

1 min

“La Tari, in base al nuovo piano economico finanziario, aumenterà per gli anni 2021-2023. Si dovranno pagare 21 milioni di euro che saranno equamente distribuiti nei tre anni. Per le famiglie è previsto un aumento di 30 euro”. Lo ha detto Girolamo Caruso, presidente della Rap, l’azienda che gestisce la raccolta dei rifiuti nel capoluogo […]

2 min

Completata la Rete regionale di monitoraggio della qualità dell’aria in Sicilia e il relativo Programma di valutazione che, attraverso 53 stazioni di rilevamento su tutto il territorio regionale, fornirà un’informazione completa sui livelli di inquinamento. Un intervento voluto dal governo Musumeci e realizzato attraverso Arpa Sicilia, che consente di superare definitivamente la procedura di infrazione europea e porre fine alla gestione […]

2 min

Si è svolta oggi – via webinar – la cerimonia di premiazione dell’ottava edizione di “Vai col Vento!”, il progetto formativo promosso da Erg con la collaborazione di Ancitel Energia Ambiente, sui temi legati alla produzione di energia da fonti rinnovabili e sostenibilità che ha coinvolto 201 classi di 59 scuole secondarie di primo grado […]