Sicilia Economia - News di economia, turismo e agricoltura in Sicilia.

Catalogna, le ripercussioni economiche della separazione



I vertici di CaixaBank si riuniranno venerdì mattina per discutere l’eventuale spostamento del proprio quartier generale dalla Catalogna, dopo che Banco Sabadell ha annunciato che trasferirà il suo quartier generale ad Aliacante. Il governo spagnolo sta tentando di legiferare in tempi brevissimi sulle modalità e le agevolazioni che permettano alle compagnie di spostare i loro uffici dalla Catalogna nel minor tempo possibile. La crisi politica sta avendo un impatto negativo sull’intera economia spagnola. La Borsa spagnola e il mercato dei titoli sono precipitati. Ecco cosa ne pensa Rafael Sambola, Professore di Economia: “La caduta dei bond spagnoli, l’aumento dei tassi di interesse, l’aumento del premio di rischio e il possibile stop degli investimenti stranieri in Catalogna e Spagna sono la conseguenza della rischiosa situazione politica ed economica.” L’annuncio della Corte costituzionale di sospendere la sessione parlamentare il prossimo lunedì (quando il governo catalano avrebbe potuto fare la dichiarazione di indipendenza unilterale) ha calmato i mercati. Dopo questo annuncio l’indice IBEX35 ha rimbalzato del 2,5% nelle ultime ore. Victor Serrano impenditore è convinto che in queste ore sia l’incertezza a giocare il ruolo più importante: “Non conoscere il futuro della Catalogna, se sarà dentro o fuori dalla Spagna, fa sì che noi imprenditori miriamo solo al bene delle compagnie per le quali lavoriamo e che mettiamo la sicurezza prima di qualunque altra cosa”. La Catalogna produce un quinto del Pil spagnolo e le sue esportazioni da 65 miliardi di euro rappresentano più di un quarto del totale nazionale. Gli invstimenti esteri in Catalogna rappresentano più di un quarto del totale degli investimenti in Spagna.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ambiente

2 min

Nel corso del 2020, attraverso i suo impianti, Siciliacque è riuscita a produrre circa 5.500.000 Kwh di energia elettrica da fonti rinnovabili (in particolare idroelettrico e solare), riducendo così l’impatto sull’ambiente e minimizzando i consumi nella gestione del ciclo dell’acqua. È questo uno dei principali dati contenuti nel bilancio di sostenibilità di Siciliacque, approvato ieri […]

2 min

In arrivo l’ultima tranche dei 6,5 milioni di euro destinati ai Comuni per dotarsi dei piani energetici. È una delle iniziative rese note nell’ambito della quarta edizione dei “Green Salina energy days”, che si concluderà oggi. L’assessore regionale all’Energia, Daniela Baglieri, e il direttore generale del dipartimento Energia, Antonio Martini, hanno incontrato i sindaci dei […]

1 min

“La Tari, in base al nuovo piano economico finanziario, aumenterà per gli anni 2021-2023. Si dovranno pagare 21 milioni di euro che saranno equamente distribuiti nei tre anni. Per le famiglie è previsto un aumento di 30 euro”. Lo ha detto Girolamo Caruso, presidente della Rap, l’azienda che gestisce la raccolta dei rifiuti nel capoluogo […]

2 min

Completata la Rete regionale di monitoraggio della qualità dell’aria in Sicilia e il relativo Programma di valutazione che, attraverso 53 stazioni di rilevamento su tutto il territorio regionale, fornirà un’informazione completa sui livelli di inquinamento. Un intervento voluto dal governo Musumeci e realizzato attraverso Arpa Sicilia, che consente di superare definitivamente la procedura di infrazione europea e porre fine alla gestione […]

2 min

Si è svolta oggi – via webinar – la cerimonia di premiazione dell’ottava edizione di “Vai col Vento!”, il progetto formativo promosso da Erg con la collaborazione di Ancitel Energia Ambiente, sui temi legati alla produzione di energia da fonti rinnovabili e sostenibilità che ha coinvolto 201 classi di 59 scuole secondarie di primo grado […]