Sicilia Economia - News di economia, turismo e agricoltura in Sicilia.

Come investire nella criptovaluta Ripple



Anche chi non è un grande esperto di mercati finanziari ha ormai imparato a conoscere le criptovalute, nuovi asset nel contesto economico internazionale che puntano a sfruttare le potenzialità offerte dalla rete internet. Da tempo sono balzate alle cronache per i vantaggi che sono in grado di offrire, sia in ambito di investimento che di sicurezza nelle transazioni digitali grazie all’impiego della crittografia. Da un punto di vista di capitalizzazione di mercato, sarà utile sottolineare il fatto che dopo Bitcoin ed Ethereum, la terza criptovaluta più importante del pianeta è Ripple (la valuta digitale porta questo stesso nome e il suo acronimo è XRP). Il sistema che si configura attorno a questa particolare valuta digitale è stato pensato e realizzato nel 2012 a San Francisco da Chris Larsen e Jed McCaleb. 

 

I vantaggi principali offerti: velocità, sicurezza e commissioni ridotte

 

Il vantaggio principale che Ripple può offrire agli utenti riguarda la possibilità di integrare, all’interno dei propri sistemi, il loro protocollo. Un’innovazione importante che ha consentito di attivare moltissime partnership a livello internazionale. C’è anche un altro aspetto che è importante sottolineare e che riguarda il tempo necessario ad effettuare un pagamento transfrontaliero: bastano pochi secondi e il gioco è fatto. Tra l’altro, bisogna sottolineare il fatto che vi sono delle commissioni letteralmente ridotte all’osso. Per poter fare investimenti interessanti con Ripple è necessario saper leggere i grafici e controllare i movimenti di valore. Oltre a rappresentare una forma di investimento del tutto innovativa, siamo di fronte a un metodo di pagamento che consente di fare scambi con diverse valute e in ‘real time’. 

 

Come funziona Ripple e perché è così popolare

 

L’idea che stava alla base della creazione di Ripple prevedeva che fosse progettato un sistema per i pagamenti del tutto simile alla ‘blockchain’. Il protocollo per il suo funzionamento avrebbe dovuto replicare il modus operandi di un normale sistema per i pagamenti: l’obiettivo era creare una rete per scambi di valuta e rimesse. Operazioni da portare avanti cercando sempre di integrare le diverse funzionalità sia con le criptomonete che con le valute ‘tradizionali’. All’aumentare delle abitudini legate all’uso del web corrispondono sempre nuove innovazioni, in particolare nell’ambito finanziario.

 

Tra le tecniche più interessanti per effettuare investimenti con Ripple bisogna indicare naturalmente l’acquisto della relativa valuta, inoltre si può fare trading con i CFD ovvero i contract for difference che offrono la possibilità di guadagnare sia in caso di rialzo del prezzo (CFD long) che di ribasso (CFD ribassista). Per quanto riguarda l’acquisto di Ripple, sarà utile sottolineare il fatto che non occorre necessariamente acquistare uno stock di moneta digitale: si possono fare investimenti interessanti anche se i capitali sono di importo ridotto. 

 

Molte grandi società bancarie e finanziarie hanno scelto di legarsi a Ripple e al relativo sistema: questo ha senza dubbio molto contribuito ad alimentare la popolarità della valuta. Quella che stiamo esaminando è una moneta digitale che viene regolata grazie a una rete di intermediazione molto fitta tra i vari soggetti e una governance interna.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ambiente

2 min

In arrivo l’ultima tranche dei 6,5 milioni di euro destinati ai Comuni per dotarsi dei piani energetici. È una delle iniziative rese note nell’ambito della quarta edizione dei “Green Salina energy days”, che si concluderà oggi. L’assessore regionale all’Energia, Daniela Baglieri, e il direttore generale del dipartimento Energia, Antonio Martini, hanno incontrato i sindaci dei […]

1 min

“La Tari, in base al nuovo piano economico finanziario, aumenterà per gli anni 2021-2023. Si dovranno pagare 21 milioni di euro che saranno equamente distribuiti nei tre anni. Per le famiglie è previsto un aumento di 30 euro”. Lo ha detto Girolamo Caruso, presidente della Rap, l’azienda che gestisce la raccolta dei rifiuti nel capoluogo […]

2 min

Completata la Rete regionale di monitoraggio della qualità dell’aria in Sicilia e il relativo Programma di valutazione che, attraverso 53 stazioni di rilevamento su tutto il territorio regionale, fornirà un’informazione completa sui livelli di inquinamento. Un intervento voluto dal governo Musumeci e realizzato attraverso Arpa Sicilia, che consente di superare definitivamente la procedura di infrazione europea e porre fine alla gestione […]

2 min

Si è svolta oggi – via webinar – la cerimonia di premiazione dell’ottava edizione di “Vai col Vento!”, il progetto formativo promosso da Erg con la collaborazione di Ancitel Energia Ambiente, sui temi legati alla produzione di energia da fonti rinnovabili e sostenibilità che ha coinvolto 201 classi di 59 scuole secondarie di primo grado […]

3 min

Alla Sicilia mancano 35 impianti per i rifiuti. A renderlo noto è CONAI, che nel suo studio Per uno sviluppo della raccolta differenziata nel Centro-Sud stima – per la prima volta in Italia – il fabbisogno impiantistico delle Regioni del Mezzogiorno in vista degli obiettivi di riciclo chiesti dall’Unione Europea al 2030. L’investimento necessario in […]