Sicilia Economia - News di economia, turismo e agricoltura in Sicilia.

Formazione 4.0, prorogato il credito di imposta per le imprese



Con il Comma 1064, lettera i) ed l) dell’art. 1 della legge di Bilancio 2021 viene prorogato  fino al 2022 il credito d’imposta per la “formazione 4.0” previsto all’art. 1, commi da 45 a 56 della Legge 205/2017. Cioè, per le attività  di formazione svolte per acquisire o  consolidare  le  conoscenze  delle tecnologie previste dal Piano nazionale Industria  4.0, quali, ad esempio,  big data e analisi dei dati, cloud e fog computing,  cyber  security,  sistemi cyber-fisici, prototipazione rapida,  sistemi  di  visualizzazione  e realta’ aumentata, robotica  avanzata  e  collaborativa,  interfaccia uomo macchina, manifattura additiva,  internet  delle  cose  e  delle macchine e integrazione digitale dei  processi  aziendali; tutto questo, indipendentemente dalla forma giuridica o dal settore economico in cui operano

Il credito d’imposta per questo tipo di formazione è riconosciuto, fino ad un’importo massimo annuale di  euro   300.000   per   ciascun beneficiario, purchè  le attivita’ di formazione, prima elencate siano richiamati, menzionati  e/o  pattuite attraverso accordi o contratti  collettivi  aziendali  o territoriali.

In aggiunta alla precedente Viene inoltre confermata l’estensione della tipologia di costi agevolabili, individuati dall’art. 31, comma 3, Regolamento (UE) n. 651/2014 il regolamento UE che dichiara alcune categorie di aiuti compatibili con il mercato interno in applicazione senza obbligo di notifica (permesso) all’UE e pertanto il credito d’imposta spetta relativamente a:

·              spese del personale relative ai formatori per le ore di partecipazione alla formazione;

·              costi di esercizio relativi a formatori e partecipanti alla formazione direttamente connessi al progetto di formazione (spese di viaggio, materiali / forniture con attinenza diretta al progetto, ammortamento degli strumenti / attrezzature per la quota da riferire all’uso esclusivo per il progetto di formazione). Sono escluse le spese di alloggio, ad eccezione di quelle minime necessarie per i partecipanti che sono lavoratori con disabilità;

·       costi dei servizi di consulenza connessi al progetto di  formazione;

·       spese del personale relative ai partecipanti alla formazione e spese generali indirette (amministrative, di locazione, generali) per le ore durante le quali i partecipanti hanno seguito la formazione.

Attenzione, però, perché ai fini di questo comma in esame, non si considerano attivita’ di  formazione  ammissibili  la formazione  ordinaria  o  periodica  organizzata   dall’impresa   per conformarsi alla normativa vigente in materia di salute  e  sicurezza sul luogo di lavoro , di protezione  dell’ambiente  e  ad  ogni  altra normativa obbligatoria in materia di formazione, la cui agevolazione, per queste finalità, sempre sotto forma di credito d’imposta, per altro  è prevista dai successivi comma da!098 a 1100 della stessa legge di bilancio n. 178/2020.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ambiente

1 min

Il governo Musumeci, su proposta dell’assessore regionale al Territorio e all’Ambiente, nell’ultima seduta di giunta ha approvato il Paf (Prioritized Action Framework), il Piano delle azioni prioritarie per la Rete Natura 2000 siciliana. Questo importante traguardo permetterà alla Regione Siciliana di garantire ogni investimento utile alla tutela e alla valorizzazione del capitale naturale regionale. L’approvazione […]

2 min

Si è insediato ieri il tavolo tecnico presieduto dall’assessore regionale per il Territorio e l’ambiente, Toto Cordaro, per definire la strategia regionale per lo sviluppo sostenibile “La Sicilia Sostenibile”, in linea con gli obiettivi di Agenda 2030. Al tavolo hanno partecipato i rappresentanti dei dipartimenti in capo agli assessorati della Regione Siciliana ed esperti esterni […]

4 min

L’aria siciliana migliora in termini di qualità e il mare è complessivamente in buona salute. È quanto emerge dai dati contenuti nell’Annuario dei dati ambientali 2021, elaborato dall’Arpa, Agenzia regionale per la protezione dell’ambiente. «L’annuario – spiega l’assessore regionale all’Ambiente, Toto Cordaro – raccoglie e rielabora in 175 pagine i dati ambientali siciliani di norma riferiti […]

2 min

Nel corso del 2020, attraverso i suo impianti, Siciliacque è riuscita a produrre circa 5.500.000 Kwh di energia elettrica da fonti rinnovabili (in particolare idroelettrico e solare), riducendo così l’impatto sull’ambiente e minimizzando i consumi nella gestione del ciclo dell’acqua. È questo uno dei principali dati contenuti nel bilancio di sostenibilità di Siciliacque, approvato ieri […]