Poste Italiane, risultati finanziari del I trimestre 2020: utili in calo



Poste Italiane ha presentato oggi i risultati finanziari del I trimestre 2020. Nonostante l’impatto negativo causato dal lockdown che ha interessato in maniera significativa gli utili, l’Azienda ha tenuto sui ricavi, registrando un timido -3% A/A, con una crescita nei settori dei pagamenti Mobile e digitale (+18.4%) e dei Servizi assicurativi (+5.1%). Cresce anche il settore pacchi (+5%) con volumi del +9,7%, aumento che mitiga il dato negativo registrato in ambito corrispondenza (-19%).

Poste Italiane, nella fase di gestione dell’emergenza, si è confermata Top player in brand e reputazione. L’Azienda è infatti al primo posto tra i 100 marchi del settore assicurativo più importanti al mondo secondo Brand Finance con il titolo di “marchio assicurativo più forte”; e ad aprile aumenta l’indice di reputazione di 5,4 punti percentuali (monitoraggio RepTrack) grazie al miglioramento della qualità dei suoi servizi (ad esempio trasparenza, prezzo e affidabilità), nonché all’attenzione prestata a centrali tematiche ESG (ad esempio ambiente, salute e sicurezza, innovazione).

Matteo Del Fante, Amministratore Delegato e Direttore Generale di Poste Italiane, ha così commentato: “Durante questa situazione senza precedenti, abbiamo protetto i nostri dipendenti, sanificato gli edifici e le flotte aziendali, fornito dispositivi di protezione individuale e ridotto la presenza fisica negli uffici postali, nei centri di smistamento e di distribuzione. Per la maggior parte del personale della sede centrale è stato attivato il lavoro agile, raccogliendo i benefici dei nostri pregressi investimenti in IT.

I nostri leali clienti hanno continuato a beneficiare di servizi senza interruzione. Abbiamo adottato misure importanti per proteggerli, sfruttando il nostro modello esclusivo di distribuzione multicanale, composto da uffici postali, reti terze e dalla nostra piattaforma digitale. Continuiamo in tal modo a coinvolgere i clienti in modi diversi, ma complementari, in tutti i segmenti in cui operiamo.

Abbiamo supportato le nostre comunità, anche con iniziative sociali dedicate, collaborando con le istituzioni. Nel corso della sua storia, Poste Italiane è sempre stata presente per i propri clienti e per la comunità. Durante questa crisi abbiamo continuato a supportare tutti i nostri stakeholder, rafforzando la nostra reputazione. Poste è un operatore di sistema; il nostro ruolo è diventato più importante e questo si tradurrà in un business più forte e sostenibile. Insieme, saremo all’altezza della sfida”.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ambiente

3 min

Voi Technology, azienda svedese di micro-mobilità che offre servizi di sharing in partnership con le pubbliche amministrazioni locali, si fa promotrice del movimento della “Città in 15 minuti” proponendo soluzioni e innovazioni che contribuiranno allo sviluppo sostenibile e al miglioramento della mobilità del capoluogo. Voi Technology, una delle società in gara per il bando indetto […]

3 min

Liberarsi dalle discariche grazie a un costante aumento della raccolta differenziata e alla costruzione di un termovalorizzatore, forti del Piano regionale dei rifiuti, pubblicato in Gazzetta ufficiale lo scorso 9 aprile. Questo l’obiettivo del governo regionale, in linea con le indicazioni dell’Unione europea, per «porre rimedio a 30 anni di guasti e di opacità politiche […]

3 min

Collaborazione più stretta tra Regione Siciliana e ministero dell’Interno per definire e attuare un Piano di conservazione e restauro delle oltre 260 chiese presenti nell’Isola, appartenenti al Fondo edifici di culto (Fec), istituito dal Ministero. È questo l’obiettivo del protocollo d’intesa firmato questa mattina a Palazzo Orleans, dal ministro Luciana Lamorgese e dal presidente Nello […]