Raccolta differenziata in crescita: un Comune su tre oltre 40%

I siciliani cominciano a fare la raccolta differenziata. Secondo i dati raccolti dall’ufficio speciale della Regione, diretto da Salvo Cocina, la percentuale di rifiuti differenziati in Sicilia si assesta a al 20,7 per cento di media a fine 2016. Nel 2015 era ferma sotto la soglia del 10 per cento. 

Inoltre sono 109 (su 390 totali) i Comuni che hanno superato la soglia del 40 per cento di differenziata. In questi paesi vive quasi un milione di siciliani (il 19 per cento). Gli sforzi fatti da cittadini, amministratori locali e Regione sono evidenti ma esistono realtà che hanno ancora lo zero davanti. Bompensiere, Borgetto, Campobello di MazaraCastiglione di Sicilia,Corleone, Godrano, Roccapalumba e Santa Flavia tutti Comuni senza differenziata. 

Male le città metropolitane. Palermo, Catania e Messina si assestano tra il 10 e il 13 per cento di raccolta frazionata mentre Siracusa è ferma al 5,11 per cento. Fra i virtuosi troviamo invece è Campofiorito (Pa), che supera il 90%, seguito da Contessa Entellina (Pa – 87,8%), Giardinello (Pa – 86,7), Monterosso Almo (Rg – 84) e San Michele di Ganzaria (Ct – 79,2). Belpasso, comune di 30mila abitanti), in appena sei mesi è passato dal 30 al 68 per cento. 

 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.