Sicilia Economia - News di economia, turismo e agricoltura in Sicilia.

Coop Sociali, Bilancio sociale: non c’è obbligo di certificare conformità



Le Coop Sociali, non hanno l’obbligo di certificare la conformità alle linee guida ministeriali del loro Bilancio sociale.

Lo chiarisce con una dettagliata nota l’A.C.I., l’Alleanza delle Cooperative Italiane, dopo aver consultato informalmente gli uffici ministeriali competenti sul Bilancio Sociale, previsto, a partire da quest’anno, per tutte le Imprese Sociali comprese le Cooperative Sociali.

In sintesi, la Nota dell’ACI chiarisce che le Cooperative Sociali, unitamente alla redazione del Bilancio d’Esercizio del 2020, pur essendo assoggettate all’obbligo di approvazione e pubblicazione del bilancio sociale, ai sensi dell’art. 9, c. 2, D. L.vo n. 112/2017, non è soggetta all’obbligo di attestazione di conformità del bilancio sociale alle linee guida ministeriali, di cui all’art. 10, c. 3, del medesimo Decreto Legislativo.

In sostanza, le cooperative sociali, a differenza delle “Imprese Sociali” o delle “Cooperative Imprese Sociali”, sono esonerate dall’obbligo di farsi certificare da sindaci revisori (di cui , per altro, molte imprese cooperative non hanno l’obbligo di avere), “che il bilancio sociale sia redatto in conformità alle linee guida”  del   Decreto del Ministro del Lavoro e della previdenza sociale del 4 luglio 2019, recante , appunto,  l’Adozione delle Linee guida per la redazione del bilancio sociale degli enti del Terzo settore (GU n.186 del 9-8-2019).

Del resto, la nota trova conferma oltre che dalla lettura incrociate degli articoli del D. L. vo n. 112/2017 anche nel anche nel Manuale operativo per il Deposito bilanci al registro delle imprese – Campagna bilanci 2021 dell’Unioncamere – Unione italiana delle Camere di commercio segnatamente a pag. 27 annota che “al bilancio sociale va allegata l’attestazione dei sindaci di conformità del bilancio stesso alle linee guida di cui sopra, con esclusione del bilancio sociale delle cooperative sociali, alle quali non sono applicabili le disposizioni di cui all’art. 10 del decreto legislativo n. 112/2017”.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ambiente

2 min

C’è ancora tanto da fare in Sicilia in tema di gestione e depurazione delle acque refluee urbane con una gestione contrassegnata dal caos frutto “di una infelice combinazione di incapacità politica e disorganizzazione tecnica”. E’ quello che scrive la commissione nazionale ecomafie nel rapporto finale sulla situazione in Sicilia. La commissione, guidata dal presidente Stefano […]

1 min

Il governo Musumeci, su proposta dell’assessore regionale al Territorio e all’Ambiente, nell’ultima seduta di giunta ha approvato il Paf (Prioritized Action Framework), il Piano delle azioni prioritarie per la Rete Natura 2000 siciliana. Questo importante traguardo permetterà alla Regione Siciliana di garantire ogni investimento utile alla tutela e alla valorizzazione del capitale naturale regionale. L’approvazione […]

2 min

Si è insediato ieri il tavolo tecnico presieduto dall’assessore regionale per il Territorio e l’ambiente, Toto Cordaro, per definire la strategia regionale per lo sviluppo sostenibile “La Sicilia Sostenibile”, in linea con gli obiettivi di Agenda 2030. Al tavolo hanno partecipato i rappresentanti dei dipartimenti in capo agli assessorati della Regione Siciliana ed esperti esterni […]

4 min

L’aria siciliana migliora in termini di qualità e il mare è complessivamente in buona salute. È quanto emerge dai dati contenuti nell’Annuario dei dati ambientali 2021, elaborato dall’Arpa, Agenzia regionale per la protezione dell’ambiente. «L’annuario – spiega l’assessore regionale all’Ambiente, Toto Cordaro – raccoglie e rielabora in 175 pagine i dati ambientali siciliani di norma riferiti […]