Sicilia Economia - News di economia, turismo e agricoltura in Sicilia.

A Ragusa il polo del turismo di lusso: investimento di 50 milioni, 190 nuovi posti di lavoro



Nasce un nuovo polo per il turismo di lusso a Ragusa. Il progetto è stato messo nero su bianco da Invitalia e Ispica Srl con la firma di un contratto di sviluppo da 49,9 milioni di euro, di cui 17,5 concessi dall’Agenzia governativa per lo sviluppo.
A Ispica, a pochi chilometri da Ragusa, nasceranno un albergo diffuso a 5 stelle, due ristoranti e un centro benessere: la gestione sarà affidata ad un big del settore alberghiero del calibro di Hilton.
Il vero fulcro dell’operazione è la realizzazione di un campo da golf a 18 buche per attrarre un target turistico di profilo elevato e con alte capacità di spesa.
L’intero progetto rappresenta un salto di qualità per le potenzialità attrattive e per l’offerta ricettiva del territorio ragusano, con ricadute significative anche in termini di occupazione: sono infatti 190 i nuovi posti di lavoro previsti.
Fra gli obiettivi anche quello di destagionalizzare i flussi turistici, aumentando le presenze in ogni periodo dell’anno e rivolgendosi a un segmento di mercato sempre più corteggiato dalla concorrenza internazionale: turisti amanti del golf e dell’accoglienza di alto livello.
“Questo investimento – afferma Domenico Arcuri, amministratore delegato di Invitalia – conferma l’attenzione che il governo rivolge allo sviluppo dell’offerta turistica, soprattutto nel Sud, dove le potenzialità di crescita sono molto elevate. Invitalia, attraverso un incentivo efficace e trasparente come il Contratto di sviluppo, favorisce le imprese che investono per migliorare i propri standard di ricettività e diventare competitive su scala internazionale. Questa iniziativa avrà, inoltre, un impatto molto positivo in termini di occupazione e potrebbe svolgere un ruolo di volano per lo sviluppo del territorio”.
Il progetto messo in campo a Ispica punta a intercettare il trend positivo del turismo siciliano. I dati del 2017 parlano di 15 milioni di presenze nell’isola tra italiani e stranieri (un milione in più rispetto all’anno precedente) e 6.750 strutture ricettive sul territorio (+10% rispetto al 2016).
Sensibilmente in crescita il numero di strutture con stellaggio massimo (5 e oltre): +25,8% rispetto al 2016, pari a 39 esercizi e 8.032 posti letto. In provincia di Ragusa, sempre nel 2017, il numero di posti letto è cresciuto del 2% grazie all’apertura di 4 nuove strutture, mentre è rimasta costante l’offerta alberghiera rivolta alla clientela più selezionata: il territorio è dotato di 3 alberghi a 5 stelle per complessivi 495 posti letto.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ambiente

1 min

Il governo Musumeci, su proposta dell’assessore regionale al Territorio e all’Ambiente, nell’ultima seduta di giunta ha approvato il Paf (Prioritized Action Framework), il Piano delle azioni prioritarie per la Rete Natura 2000 siciliana. Questo importante traguardo permetterà alla Regione Siciliana di garantire ogni investimento utile alla tutela e alla valorizzazione del capitale naturale regionale. L’approvazione […]

2 min

Si è insediato ieri il tavolo tecnico presieduto dall’assessore regionale per il Territorio e l’ambiente, Toto Cordaro, per definire la strategia regionale per lo sviluppo sostenibile “La Sicilia Sostenibile”, in linea con gli obiettivi di Agenda 2030. Al tavolo hanno partecipato i rappresentanti dei dipartimenti in capo agli assessorati della Regione Siciliana ed esperti esterni […]

4 min

L’aria siciliana migliora in termini di qualità e il mare è complessivamente in buona salute. È quanto emerge dai dati contenuti nell’Annuario dei dati ambientali 2021, elaborato dall’Arpa, Agenzia regionale per la protezione dell’ambiente. «L’annuario – spiega l’assessore regionale all’Ambiente, Toto Cordaro – raccoglie e rielabora in 175 pagine i dati ambientali siciliani di norma riferiti […]

2 min

Nel corso del 2020, attraverso i suo impianti, Siciliacque è riuscita a produrre circa 5.500.000 Kwh di energia elettrica da fonti rinnovabili (in particolare idroelettrico e solare), riducendo così l’impatto sull’ambiente e minimizzando i consumi nella gestione del ciclo dell’acqua. È questo uno dei principali dati contenuti nel bilancio di sostenibilità di Siciliacque, approvato ieri […]