Sicilia Economia - News di economia, turismo e agricoltura in Sicilia.

Autorizzata l’integrazione tra Bcc Toniolo e Bcc S. Michele



Il Consiglio di Amministrazione di Iccrea Banca, Capogruppo del Gruppo Bancario Cooperativo Iccrea, ha informato i cda della BCC Toniolo S. Cataldo e della BCC S. Michele di Caltanissetta e Pietraperzia di aver ricevuto l’autorizzazione della Banca Centrale Europea sul percorso aggregativo tra le due BCC.

bcc
Photo by Pixabay on Pexels.com

La nuova realtà, che si chiamerà BCC G. Toniolo e San Michele di San Cataldo (Caltanissetta) che nascerà formalmente dopo la ratifica da parte delle Assemblee straordinarie dei soci, previste entro il prossimo mese di ottobre, sarà operativa con 38 sportelli e potrà garantire la copertura di un territorio di 143 Comuni distribuiti su 8 province (Caltanissetta, Trapani, Palermo, Agrigento, Enna, Catania, Ragusa, Siracusa)

La nuova BCC conterà poi oltre 2.800 soci, 72.000 clienti e oltre 2,4 miliardi di euro di attivi. La raccolta diretta sarà di circa 1,4 miliardi di euro, un patrimonio prossimo ai 251 milioni di euro e un importante profilo di solidità patrimoniale, con il CET1 intorno al 46,5%.

L’aggregazione, che ha coinvolto due BCC espressione di una storica tradizione mutualistica sul territorio, consentirà così lo sviluppo di un modello ancora più innovativo, efficace ed efficiente a beneficio della clientela, anche grazie alle sinergie con le strutture centrali del Gruppo BCC Iccrea, mantenendo contestualmente le caratteristiche che contraddistinguono il Credito Cooperativo verso le proprie comunità di riferimento.

“Questa nuova operazione di aggregazione in Sicilia permette di evolvere il modello di servizio delle BCC del Gruppo BCC Iccrea sul territorio siciliano – ha commentato il Presidente di Iccrea Banca, Giuseppe Maino – rafforzando e consolidando al contempo le proprie risorse a beneficio dei soci e clienti delle comunità di riferimento. A questo fine saranno fondamentali i percorsi di collaborazione tra la nuova BCC e le strutture di Iccrea, affinché anche nelle diverse aree coperte da questa nuova realtà si possano offrire prodotti e servizi di un grande gruppo bancario nazionale”.

“Apprendiamo con soddisfazione che la BCE ha approvato in anticipo rispetto ai 90 giorni regolamentari, che sarebbero decorsi dal 7 settembre, il progetto di fusione tra la BCC G. Toniolo di San Cataldo e la BCC San Michele di Caltanissetta e Pietraperzia – ha aggiunto Salvatore Saporito, Presidente della BCC Toniolo di San Cataldo – si tratta di un momento importante nella storia e per l’avvenire della cooperazione di credito regionale. Con il favore delle nostre basi sociali consolideremo in Sicilia la più grande Banca di Credito Cooperativo del Gruppo BCC Iccrea di tutto il Sud Italia, sia in termini di dimensioni che di patrimonio. Aggregheremo e metteremo a fattore comune risorse, valori, tradizioni, investimenti e progetti rivolti alle famiglie ed alle imprese per sostenere lo sviluppo economico e sociale delle nostre comunità di riferimento. E lo faremo secondo i principi che hanno ispirato questo percorso aggregativo e che ispireranno il nostro futuro comune: spirito di servizio, senso di responsabilità, mutualismo, solidarietà, tutela della prossimità e ricerca del bene comune”.

Seguendo lo stesso tenore delle parole del Presidente Saporito Nicola Mastrosimone, Presidente della Bcc San Michele di Caltanissetta e Pietraperzia, ha concluso “La nostra fusione con la BCC Toniolo di San Cataldo è la prosecuzione naturale di una esperienza e di una storia comune. A San Cataldo la cooperazione di credito è nata nel 1895, a Caltanissetta nel 1902. Le nostre Banche condividono, sin dalla loro costituzione, una identità di obiettivi e di valori che, da oltre un secolo, è stata una spinta essenziale dapprima all’economia nissena e poi ai nostri territori di insediamento. Siamo convinti che la nuova Banca saprà essere l’espressione di questo modello cooperativistico anche per il futuro”.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ambiente

2 min

C’è ancora tanto da fare in Sicilia in tema di gestione e depurazione delle acque refluee urbane con una gestione contrassegnata dal caos frutto “di una infelice combinazione di incapacità politica e disorganizzazione tecnica”. E’ quello che scrive la commissione nazionale ecomafie nel rapporto finale sulla situazione in Sicilia. La commissione, guidata dal presidente Stefano […]

1 min

Il governo Musumeci, su proposta dell’assessore regionale al Territorio e all’Ambiente, nell’ultima seduta di giunta ha approvato il Paf (Prioritized Action Framework), il Piano delle azioni prioritarie per la Rete Natura 2000 siciliana. Questo importante traguardo permetterà alla Regione Siciliana di garantire ogni investimento utile alla tutela e alla valorizzazione del capitale naturale regionale. L’approvazione […]

2 min

Si è insediato ieri il tavolo tecnico presieduto dall’assessore regionale per il Territorio e l’ambiente, Toto Cordaro, per definire la strategia regionale per lo sviluppo sostenibile “La Sicilia Sostenibile”, in linea con gli obiettivi di Agenda 2030. Al tavolo hanno partecipato i rappresentanti dei dipartimenti in capo agli assessorati della Regione Siciliana ed esperti esterni […]

4 min

L’aria siciliana migliora in termini di qualità e il mare è complessivamente in buona salute. È quanto emerge dai dati contenuti nell’Annuario dei dati ambientali 2021, elaborato dall’Arpa, Agenzia regionale per la protezione dell’ambiente. «L’annuario – spiega l’assessore regionale all’Ambiente, Toto Cordaro – raccoglie e rielabora in 175 pagine i dati ambientali siciliani di norma riferiti […]