Sicilia Economia - News di economia, turismo e agricoltura in Sicilia.

Banca popolare Sant’Angelo avvia programma di rilancio



Contestualmente alla nomina del nuovo Presidente Banca popolare Sant’Angelo avvia il programma di rilancio per essere più forte su un mercato sempre più complesso e selettivo, dove le piccole banche sono ormai una rara eccezione. Appena insediato il neo Presidente Pietro Busetta si è impegnato per potenziare ulteriormente il piano di rilancio e  rafforzamento dell’unica Banca oggi rimasta, insieme alla Popolare di Ragusa, con sede in Sicilia.

Pietro Busetta

Il piano prevede la copertura e il successivo smaltimento delle sofferenze, che allineerà l’Istituto di credito alle medie di copertura delle banche less significant e agli indirizzi della Vigilanza, in maniera tale da evitare future perdite e ridurre il portafoglio dei crediti deteriorati. Contestualmente nel 2017 è stato avviato l’accesso al fondo esuberi per 16 dipendenti e l’efficientamento della rete operativa con la chiusura di 3 filiali su Palermo, procedendo nel bilancio 2017 alla svalutazione dell’avviamento per evitare ripercussioni sul prossimo esercizio.

“Dopo la forte crescita degli utili registrata sia nel 2014 che nel 2015 – dichiara  il Direttore Generale Ines Curella – e il 2016 chiuso in perdita servirà un ulteriore sacrificio sul bilancio 2017 per consentire alla Banca di rilanciarsi nel 2018. Una situazione che si inquadra nel più ampio momento di crisi attraversato dal sistema bancario e che sta vedendo molti istituti impegnati nell’attuazione di piani industriali orientati all’efficientamento della rete degli sportelli e all’innovazione dei servizi e dei prodotti bancari”.
“Ma – sottolinea  Busetta – la Banca  nonostante questa corposa operazione di riduzione dei crediti deteriorati, continuerà a mantenere requisiti patrimoniali allineati alle medie del sistema delle banche similari, nonché al di sopra di quelli specifici fissati da Banca d’Italia per BPSA”.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ambiente

2 min

Nel corso del 2020, attraverso i suo impianti, Siciliacque è riuscita a produrre circa 5.500.000 Kwh di energia elettrica da fonti rinnovabili (in particolare idroelettrico e solare), riducendo così l’impatto sull’ambiente e minimizzando i consumi nella gestione del ciclo dell’acqua. È questo uno dei principali dati contenuti nel bilancio di sostenibilità di Siciliacque, approvato ieri […]

2 min

In arrivo l’ultima tranche dei 6,5 milioni di euro destinati ai Comuni per dotarsi dei piani energetici. È una delle iniziative rese note nell’ambito della quarta edizione dei “Green Salina energy days”, che si concluderà oggi. L’assessore regionale all’Energia, Daniela Baglieri, e il direttore generale del dipartimento Energia, Antonio Martini, hanno incontrato i sindaci dei […]

1 min

“La Tari, in base al nuovo piano economico finanziario, aumenterà per gli anni 2021-2023. Si dovranno pagare 21 milioni di euro che saranno equamente distribuiti nei tre anni. Per le famiglie è previsto un aumento di 30 euro”. Lo ha detto Girolamo Caruso, presidente della Rap, l’azienda che gestisce la raccolta dei rifiuti nel capoluogo […]

2 min

Completata la Rete regionale di monitoraggio della qualità dell’aria in Sicilia e il relativo Programma di valutazione che, attraverso 53 stazioni di rilevamento su tutto il territorio regionale, fornirà un’informazione completa sui livelli di inquinamento. Un intervento voluto dal governo Musumeci e realizzato attraverso Arpa Sicilia, che consente di superare definitivamente la procedura di infrazione europea e porre fine alla gestione […]

2 min

Si è svolta oggi – via webinar – la cerimonia di premiazione dell’ottava edizione di “Vai col Vento!”, il progetto formativo promosso da Erg con la collaborazione di Ancitel Energia Ambiente, sui temi legati alla produzione di energia da fonti rinnovabili e sostenibilità che ha coinvolto 201 classi di 59 scuole secondarie di primo grado […]