Sicilia Economia - News di economia, turismo e agricoltura in Sicilia.



Cerchi lavoro? Una settimana di permanenza gratis in Nuova Zelanda per sostenere un colloquio

Una settimana completamente spesati (volo incluso) in Nuova Zelanda. L’idea è quella di offrire un intero soggiorno a 100 candidati che, in vario modo e a vario titolo, soddisfino le richieste delle numerose aziende di hi-tech nate nella regione. L’offerta arriva dalla città di Wellington in cambio della disponibilità a sostenere un colloquio di lavoro tra l’8 e l’11 maggio.

E’  il piano messo a punto dal dipartimento per lo Sviluppo Economico della città, insieme all’agenzia di recruiting internazionale Workhere New Zealand, per attirare nuovi talenti, specie nel settore digitale. “Wellington- si legge sul sito dell’iniziativa- ospita una delle più vivaci scene di sviluppo tecnologico del Sud Pacifico ed è ricca di nuove compagnie e di idee. Ma ci servono persone in grado di farci crescere. Per questo vogliamo portare qui cento tra le persone più qualificate del pianeta e offrire loro un lavoro”.

Wellington ha da tempo avviato un programma economico che la possa rendere la ‘capitale tecnologica del sud Pacifico’ favorendo la nascita  di startup e di aziende legate al digitale e a internet e, negli anni ha visto fiorire aziende dotate di capitali e condizioni di lavoro ottime, alle quali però, oggi, mancano dipendenti in grado di farle crescere e di portare loro linfa creativa e tecnica: tra le figure che mancano, per esempio, ci sono quelle di sviluppatore Android, di web architect e di sviluppatore JavaScript.

Un problema a cui la città ha pensato di ovviare, almeno in parte, invitando (letteralmente) in Nuova Zelanda i candidati con un curriculum appetibile.

Per partecipare alla selezione occorre iscriversi sul sito  dell’iniziativa (qui) e indicare le proprie competenze e il ruolo a cui aspira. I profili saranno selezionati dalle aziende che finanziano la selezione e cento candidati saranno chiamati a Wellington per i colloqui.

 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ambiente

1 min

Un milione e 100 mila euro per adeguare gli impianti elettrici di tre dighe in Sicilia, tutte nell’Ennese. Lo prevede un bando del dipartimento dell’Acqua e dei rifiuti pubblicato sul sito istituzionale della Regione Siciliana. In particolare, nella diga Olivo, in contrada Gritti a Piazza Armerina, verranno eseguiti lavori su distribuzione esterna, cabina elettrica, due gruppi […]

2 min

C’è ancora tanto da fare in Sicilia in tema di gestione e depurazione delle acque refluee urbane con una gestione contrassegnata dal caos frutto “di una infelice combinazione di incapacità politica e disorganizzazione tecnica”. E’ quello che scrive la commissione nazionale ecomafie nel rapporto finale sulla situazione in Sicilia. La commissione, guidata dal presidente Stefano […]

1 min

Il governo Musumeci, su proposta dell’assessore regionale al Territorio e all’Ambiente, nell’ultima seduta di giunta ha approvato il Paf (Prioritized Action Framework), il Piano delle azioni prioritarie per la Rete Natura 2000 siciliana. Questo importante traguardo permetterà alla Regione Siciliana di garantire ogni investimento utile alla tutela e alla valorizzazione del capitale naturale regionale. L’approvazione […]

2 min

Si è insediato ieri il tavolo tecnico presieduto dall’assessore regionale per il Territorio e l’ambiente, Toto Cordaro, per definire la strategia regionale per lo sviluppo sostenibile “La Sicilia Sostenibile”, in linea con gli obiettivi di Agenda 2030. Al tavolo hanno partecipato i rappresentanti dei dipartimenti in capo agli assessorati della Regione Siciliana ed esperti esterni […]

4 min

L’aria siciliana migliora in termini di qualità e il mare è complessivamente in buona salute. È quanto emerge dai dati contenuti nell’Annuario dei dati ambientali 2021, elaborato dall’Arpa, Agenzia regionale per la protezione dell’ambiente. «L’annuario – spiega l’assessore regionale all’Ambiente, Toto Cordaro – raccoglie e rielabora in 175 pagine i dati ambientali siciliani di norma riferiti […]