Sicilia Economia - News di economia, turismo e agricoltura in Sicilia.

Confindustria e Ice, presentate a Catania opportunità di investimento in Russia



Un massiccio programma di investimenti aperto ai capitali esteri e focalizzato sul potenziamento dell´industria manifatturiera, che necessita di know-how, nuove tecnologie e macchinari. La nuova politica economica della Federazione Russa si basa su una poderosa opera di reindustrializzazione interna che punta a favorire la sostituzione delle importazioni dall´estero offrendo buone opportunità di business agli investitori. [sam_pro id=”1_1″ codes=”true”]

La task force dell’Agenzia Ice,  che orienterà le imprese italiane nel grande mercato russo, ha già selezionato 95 progetti avviati dalle principali regioni del Paese in alcuni settori chiave:   agroindustria, materiali da costruzione, automotive, chimica-plastica, farmaceutico-medicale, macchine utensili, metallurgia, logistica, aerospazio, macchine per la lavorazione legno, trasporti,  infrastrutture e oil&gas.  Questi gli elementi emersi oggi nel corso del convegno internazionale “Nuovi modelli di cooperazione e proposte di investimento”,  svoltosi a Catania nella sede di Confindustria,  al quale hanno partecipato il vice presidente di Confindustria Catania,  Antonello Biriaco, il Primo Consigliere dell´Ambasciata d´Italia a Mosca,   Niccolo´ Fontana, il  direttore dell´Agenzia Ice di Mosca Pier Paolo Celeste, il  responsabile del Desk Fair Trade e proprietà intellettuale, Vittorio Maiorana e il responsabile SACE per la Sicilia,  Fabrizio Ferrari.  Un mercato complesso, dalle enormi possibilità di sviluppo, quello delle Federazione Russa,  con 148 milioni di potenziali consumatori, per il quale l´Italia rappresenta il secondo partner commerciale europeo e il quinto nel mondo. L’interscambio tra i due paesi, circa 18 miliardi di euro nel 2016,  è tornato a crescere dopo anni di stasi, con una variazione positiva tra gennaio e febbraio di quest’anno del 32,2 per cento.

Le performance migliori nei settori della metalmeccanica, dei semilavorati,  nell’agroalimentare e nel chimico-farmaceutico. Ad illustrare agli imprenditori siciliani le iniziative progettuali avviate dalle principali regioni russe sono intervenuti: Vadim Tretyakov, consigliere del Governatore della Regione di Sverdlovsk,   Insaf Galiev, Ceo del cluster metalmeccanico della Repubblica di Tatarstan,  Anatoly  Lobko, direttore Agenzia per l’attrazione degli investimenti della Regione di Chelyabinsk,  Igor Korotkiy, direttore Agenzia per l’attrazione degli investimenti della Regione di Samara,  Yulia Kireicheva,  direttore Agenzia per l’attrazione degli investimenti della Regione di Penza.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ambiente

1 min

Il governo Musumeci, su proposta dell’assessore regionale al Territorio e all’Ambiente, nell’ultima seduta di giunta ha approvato il Paf (Prioritized Action Framework), il Piano delle azioni prioritarie per la Rete Natura 2000 siciliana. Questo importante traguardo permetterà alla Regione Siciliana di garantire ogni investimento utile alla tutela e alla valorizzazione del capitale naturale regionale. L’approvazione […]

2 min

Si è insediato ieri il tavolo tecnico presieduto dall’assessore regionale per il Territorio e l’ambiente, Toto Cordaro, per definire la strategia regionale per lo sviluppo sostenibile “La Sicilia Sostenibile”, in linea con gli obiettivi di Agenda 2030. Al tavolo hanno partecipato i rappresentanti dei dipartimenti in capo agli assessorati della Regione Siciliana ed esperti esterni […]

4 min

L’aria siciliana migliora in termini di qualità e il mare è complessivamente in buona salute. È quanto emerge dai dati contenuti nell’Annuario dei dati ambientali 2021, elaborato dall’Arpa, Agenzia regionale per la protezione dell’ambiente. «L’annuario – spiega l’assessore regionale all’Ambiente, Toto Cordaro – raccoglie e rielabora in 175 pagine i dati ambientali siciliani di norma riferiti […]

2 min

Nel corso del 2020, attraverso i suo impianti, Siciliacque è riuscita a produrre circa 5.500.000 Kwh di energia elettrica da fonti rinnovabili (in particolare idroelettrico e solare), riducendo così l’impatto sull’ambiente e minimizzando i consumi nella gestione del ciclo dell’acqua. È questo uno dei principali dati contenuti nel bilancio di sostenibilità di Siciliacque, approvato ieri […]