venerdì, Novembre 27
Shadow

Coronavirus, Fase 2: mascherine di Meccatronica Sicilia arrivano in edicola

Le aziende di Meccatronica Sicilia, il Distretto produttivo riconosciuto dall’assessorato alle Attività produttive della Regione siciliana, stanno aumentando la produzione di dispositivi di sicurezza e protezione anti-Covid per soddisfare le richieste del mercato siciliano e nazionale per fare fronte alle ordinanze delle Regioni che impongono l’obbligo dei Dpi per governare la Fase 2.

In quest’ottica s’inquadra l’accordo raggiunto per la distribuzione, a partire da domani, delle mascherine ‘made in Sicily’ in Tnt lavabili (no monouso) e del gel igienizzante in 350 edicole a Palermo, Trapani e Agrigento. Ad occuparsi della distribuzione dei Dpi è la Aenne press Spa, società leader nella logistica e nell’organizzazione della distribuzione giornaliera di quotidiani, riviste periodiche e altro materiale editoriale nelle edicole e nei rivenditori autorizzati presenti negli 82 comuni della provincia di Palermo e nei 24 della provincia di Trapani.
Il primo stock riguarda la fornitura di 21 mila mascherine e 1.250 confezioni di igienizzante.

Il Distretto inoltre ha aperto un nuovo fronte: quello dei distributori automatici e degli h24. In questo caso l’accordo è stato siglato con cinque vending del settore: si tratta di un totale, in questa fase, di 3.600 cover piazzate nelle macchinette automatiche all’interno di ospedali e centri commerciali a Palermo, Catania, Messina, Trapani e Caltanissetta. Anche a Caltanissetta, inoltre, a gestire i distributori h24 è la società Twister. E in trattativa c’è la distribuzione delle cover anche fuori dall’isola con partnership a Roma, Milano, Genova, Verona e in Piemonte.
“Abbiamo rifornito sanitari, aziende pubbliche e private e adesso le nostre imprese stanno facendo un ulteriore sforzo produttivo per le esigenze di tutti i cittadini dopo l’avvio della Fase 2 e dell’obbligatorietà dei Dpi – dice il presidente di Meccatronica Sicilia, Antonello Mineo – Stiamo rispettando gli step produttivi grazie all’impegno profuso dalle aziende del Distretto che riconvertendosi non solo stanno investendo per rimanere sul mercato in un momento drammatico dal punto di vista economico ma stanno garantendo la salvaguardia di posti di lavoro in un contesto di enorme disagio sociale”.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.