domenica, Settembre 27
Shadow

Credito, Banca popolare Sant’Angelo torna all’utile

La Banca popolare Sant’Angelo chiude il bilancio 2019 con un ritorno all’utile per un netto di 2 milioni di euro; in più, riduce ancora gli Npl dopo averli dimezzati nel 2018 e rafforza le attività e la solidità patrimoniale.

Forte l’impulso dato dall’istituto di credito agli impieghi a sostegno di famiglie e imprese, cresciuti di 15,2 milioni di euro (+2,3%) soprattutto sul fronte dei mutui ipotecari (+7% circa).

La raccolta complessiva aumenta di 43,5 milioni: quella diretta si attesta a 926,6 milioni (+34,4 milioni, +3,9%), mentre il risparmio gestito rimbalza di 18,2 milioni (+6,9%), grazie alla crescita del comparto fondi.

Complessivamente, l’incremento delle masse amministrate nette è di

38,3 milioni (+1,9%), sfiorando i 2,1 miliardi di prodotto bancario.

Sul versante della qualità del credito, dopo le importanti cartolarizzazioni del 2018 che avevano quasi dimezzato gli Npl, un’ulteriore cessione a fine 2019 di crediti a sofferenza per 18 milioni riduce lo stock totale a circa 98 milioni, protetto da rettifiche di valore per 38,9 milioni.

Il coverage sui crediti anomali è al 39,7%, la copertura delle sofferenze è al 51,3%. Pertanto, l’NPL ratio lordo scende al 13,7% dal 15,7% del 2018, e l’NPL ratio netto all’8,8% dal 9,7% del 2018.

Sui risultati economici di gestione, il margine di interesse sale a

21,2 milioni, così come quello di intermediazione beneficia dei positivi risultati commerciali e del rafforzamento delle commissioni nette (0,4 milioni, +3,3%), sostenute in particolare dal collocamento di prodotti di risparmio gestito e dallo sviluppo del comparto della monetica e dei finanziamenti di terzi.

I costi operativi scendono dell’1,4%, per effetto del calo delle spese generali – che, al netto dell’effetto dei nuovi criteri di contabilizzazione, segnano un crollo del 5,7% – , nonché del costo del personale (-3,0%).

Si consolidano i Fondi Propri che, al netto dell’utile d’esercizio non ancora computato, ammontano a 89,5 mln. I ratios patrimoniali si confermano ancora  su livelli ampiamente capienti rispetto alle soglie di vigilanza e ai coefficienti prudenziali “guidance” assegnati dalla Banca d’Italia: il CET 1 Ratio e il Tier 1 Ratio si attestano al 15,26%, il Total Capital Ratio è pari al 16,13%.

Il Texas Ratio (rapporto tra crediti deteriorati e patrimonio netto tangibile), principale indicatore per verificare la rischiosità delle banche, registra un’ulteriore diminuzione al 78,0% dall’82,9% del 2018, confermando l’efficacia del virtuoso percorso di miglioramento della solidità, stabilità ed efficienza della Banca popolare Sant’Angelo.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.