Sicilia Economia - News di economia, turismo e agricoltura in Sicilia.

Distretti produttivi siciliani, riparte il sistema di riconoscimento



Si rimette in moto il sistema di riconoscimento dei distretti produttivi siciliani. Grazie all’avviso pubblicato dal Dipartimento delle Attività produttive sarà possibile procedere con il rinnovo o il nuovo riconoscimento dei distretti produttivi siciliani, un’attività che era bloccata da quasi tre anni e che grande preoccupazione aveva destato nel mondo produttivo dell’Isola.

L’avviso è rivolto ai Distretti produttivi già beneficiari di proroga e che richiedono rinnovo del riconoscimento e a quelli che richiedono il riconoscimento. Per i primi che hanno già fatto richiesta di rinnovo sarà sufficiente presentare entro 45 giorni dalla pubblicazione dell’avviso l’istanza che contenga eventuali aggiornamenti su adesioni e recessi di imprese o sul Patto di sviluppo distrettuale mentre per il riconoscimento ci saranno a disposizioni 90 giorni di tempo per presentare l’istanza con la documentazione richiesta dall’avviso.

“Ripartire con il sistema di riconoscimento dei Distretti produttivi – sottolinea l’assessore regionale alle Attività produttive Mimmo Turano – è il mantenimento di una promessa che a settembre avevamo fatto ai rappresentanti dei distretti produttivi che erano venuti qui in assessorato ad illustrarci le criticità di queste aggregazioni economiche ma è anche un atto propedeutico per la ridefinizione del loro ruolo nell’ambito del sistema produttivo siciliano”.

I distretti produttivi, istituti con decreto nel 2005, hanno l’obiettivo di far lavorare le filiere per sistemi integrati in grado di darsi una programmazione a livello territoriale incentivandoli con specifici fondi. Nel 2007 la Regione Siciliana ne aveva riconosciuti 23: nove industriali, otto agricoli, quattro artigianali e due della pesca. Il decreto del 2005 prevedeva una validità del riconoscimento della durata di tre anni, trascorsi i quali i distretti riconosciuti dovevano andare al rinnovo. Di fatto però dal 2017 la situazione dei rinnovi e dei riconoscimenti era praticamente bloccata a causa di una debolezza strutturale del servizio che se ne occupava. La pubblicazione dell’avviso e l’istituzione del Servizio ‘ZES e d altri interventi agevolativi’ che avrà competenza sui Distretti produttivi ha sostanzialmente superato la stasi ha che interessato l’attività di riconoscimento dei Distretti e consentirà il complessivo rilancio del sistema.

“Vogliamo dare nuova vitalità ai rapporti con i Distretti – conclude l’esponente della giunta Musumeci – per questo crediamo che il loro rilancio passi anche da una partecipazione alle scelte strategiche regionali in ordine anche alla prossima programmazione comunitaria 2021/2027 che è già in fase di avvio”.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ambiente

2 min

Nel corso del 2020, attraverso i suo impianti, Siciliacque è riuscita a produrre circa 5.500.000 Kwh di energia elettrica da fonti rinnovabili (in particolare idroelettrico e solare), riducendo così l’impatto sull’ambiente e minimizzando i consumi nella gestione del ciclo dell’acqua. È questo uno dei principali dati contenuti nel bilancio di sostenibilità di Siciliacque, approvato ieri […]

2 min

In arrivo l’ultima tranche dei 6,5 milioni di euro destinati ai Comuni per dotarsi dei piani energetici. È una delle iniziative rese note nell’ambito della quarta edizione dei “Green Salina energy days”, che si concluderà oggi. L’assessore regionale all’Energia, Daniela Baglieri, e il direttore generale del dipartimento Energia, Antonio Martini, hanno incontrato i sindaci dei […]

1 min

“La Tari, in base al nuovo piano economico finanziario, aumenterà per gli anni 2021-2023. Si dovranno pagare 21 milioni di euro che saranno equamente distribuiti nei tre anni. Per le famiglie è previsto un aumento di 30 euro”. Lo ha detto Girolamo Caruso, presidente della Rap, l’azienda che gestisce la raccolta dei rifiuti nel capoluogo […]

2 min

Completata la Rete regionale di monitoraggio della qualità dell’aria in Sicilia e il relativo Programma di valutazione che, attraverso 53 stazioni di rilevamento su tutto il territorio regionale, fornirà un’informazione completa sui livelli di inquinamento. Un intervento voluto dal governo Musumeci e realizzato attraverso Arpa Sicilia, che consente di superare definitivamente la procedura di infrazione europea e porre fine alla gestione […]

2 min

Si è svolta oggi – via webinar – la cerimonia di premiazione dell’ottava edizione di “Vai col Vento!”, il progetto formativo promosso da Erg con la collaborazione di Ancitel Energia Ambiente, sui temi legati alla produzione di energia da fonti rinnovabili e sostenibilità che ha coinvolto 201 classi di 59 scuole secondarie di primo grado […]